• Antichità

    Pubblicato il 22/08/2011 21:17  Numero di Visualizzazioni: 6283 
    1. Categorie:
    2. Antichità
    Anteprima Articolo

    La donna, nell'antica Roma, aveva poche possibilità di commettere adulterio. Rarissime occasioni, durissime pene; poteva essere scacciata con infamia dalla casa o essere uccisa. Era punito nella persona dell’adultera e dell’amante. Ma inizialmente la punizione era privata: era ius occidenti esercitato dal marito e dal padre dell’adultera.
    ...
    Pubblicato il 22/08/2011 21:08  Numero di Visualizzazioni: 3857 
    1. Categorie:
    2. Antichità
    Anteprima Articolo

    Ad Atene, inoltre, varie pene infamanti si potevano infliggere all’adultero, quali la rasatura pubica - infamante perché pratica femminile, e la violenza anale mediante un rafano. A Locri l’adultero veniva accecato, a Gortina ci si limitava a punirla con una pena pecuniaria.
    ...
    Pubblicato il 22/08/2011 20:47  Numero di Visualizzazioni: 3386 
    1. Categorie:
    2. Diritto antico,
    3. Antichità

    Secondo una formulazione giuridica, è un delitto contro il matrimonio che si connette con l’atto sessuale della moglie in qualsiasi luogo commesso, con persona diversa dal marito. Si parla comunemente anche di adulterio del marito, ma per questo il reato assume le diverse caratteristiche del concubinato.
    ...
    Pubblicato il 22/08/2011 20:44  Numero di Visualizzazioni: 2355 
    1. Categorie:
    2. Diritto antico,
    3. Antichità
    Anteprima Articolo

    Nel diritto attico l’adulterio non era considerato solo un’offesa recata al marito, ma rientrava nella categoria dei reati commessi contro l’oiùkov, la cellula fondamentale della società greca, il cui scopo era la perpetuazione della stirpe e la conservazione dei riti familiari.
    ...
    Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima