Visualizza Feed RSS

Sognando Chagall

una notte d'invocazione a satana

Valuta Questa Inserzione
Come ogni anno torna puntuale la polemica su Halloween, la festività importata dagli Stati Uniti che rimanda ad antiche tradizioni celtiche e che da qualche anno trova sempre più spazio anche in Italia. La Chiesa ha sempre condannato questa festa (Padre Amorth l’ha definita “una notte di invocazione a Satana”, l’Arcidiocesi di Varsavia sul suo sito l’ha etichettata come “un frutto della propagazione dell’occultismo e della magia”). Dall’Emilia arriva una proposta molto interessante: bambini vestiti da santi anziché da zombie, mostri o streghe!

L’idea è di Don Ermes Macchioni, esorcista a San Michele di Sassuolo (Reggio Emilia) che da cinque anni organizza ogni 31 ottobre (alle 20) una festa in maschera in parrocchia. L’annuncio, rivolto a grandi e bambini tramite Facebook è chiaro: “La nostra è una festa alternativa a ciò che non è parte della nostra cultura. E’ obbligatorio venire indossando qualcosa di bianco o vestiti da santi, scegliendo un Santo che si ama particolarmente”.L’esorcista emiliano organizza una “Festa dei Santi” perché, ne è convinto, se partecipassero ai festeggiamenti di Halloween i bambini “anche senza volerlo a loro insaputa gioirebbero e danzerebbero per il Grande Cornuto che non può salvarli. E portateli in chiesa l’indomani, Giorno dei Santi, per essere abbracciati da essi”.


francamente a me poco importa sia dei santi che delle streghe
Tag: Nessuno Aggiungi/Modifica Tag
Categorie
Non Categorizzato

Commenti