Visualizza Feed RSS

Sognando Chagall

new york blackout

Valuta Questa Inserzione
Nome: york-black-197765[1].jpg
Visite: 59
Dimensione: 27.7 KB.L'uragano Sandy spegne le luci di New York. Il violento "Frankenstorm" tocca terra vicino Atlantic City, in New Jersey, alle 20 - l'1 di notte in Italia - e due ore dopo investe New York. I primi black out sono a Staten Island e Queens, poi tocca ad ampie zone di Long Island ma il peggio avviene a Downtown Manhattan: a restare senza luce sono tutti gli abitanti al di sotto della 29° StradaIl motivo è che l'acqua, spinta dall'alta marea e dai fortissimi venti, supera per oltre 3 metri gli argini a Battery Park e nell'East Side, investendo gli impianti di Con Edison, che li chiude temendo il peggio. Lì dove la chiusura non arriva in tempo c'è sulla 14° Strada la violenta esplosione di un trasformatore. Su oltre 660 mila abitanti di New York senza luce almeno 250 risiedono a Downown Manhattan.

Nel cuore storico della città si spengono le luci mentre l'acqua penetra nei tunnel stradali, dentro le stazioni della metro, sul floor di Wall Street. Dalla 16° Strada ad Alphabet City si formano più laghi notturni dentro la città, disseminati di auto galleggianti. Niente luce anche all'ospedale della New York University e il sindaco Michael Bloomberg ordina l'immediata evacuazione di tutti i pazienti. Sono centinaia i pompieri, poliziotti e uomini dei soccorsi che passano la notte a rispondere alle chiamate di emergenza che inondano i centralini del 911.
"L'intera città è in debito nei loro confronti, stanno facendo un lavoro straordinario" scrive Bloomberg su Twitter poco prima dell'alba. Sul web dilagano le immagini simbolo di New York ferita, è la città che appare più colpita dall'impatto di Sandy: la gru crollata sulla 57° Strada, la facciata dell'edificio di due piani venuta giù a Chelsea, l'esplosione del trasformatore Con Ed sulla 14° Strada, l'acqua a cascata dentro il cantiere di Ground Zero, nella stazione della metro di Hoboken in New Jersey, nel Village.

Nella notte di tempesta New York viene investita da fulmini che tingono di un verde pauroso la volta notturna, con venti fortissimi ma scarsa pioggia. Poco prima dell'alba un conteggio ancora parziale parla di 20 morti e 5,2 milioni di senza luce negli 11 Stati investiti da Sandy, trasformatosi da uragano 1 in tempesta post-tropicale, che prosegue la sua corsa verso il Nord della Pennsylvania.
Per New York all'alba un risveglio disseminato di danni: la Borsa di Wall Street resta chiusa per il secondo giorno di seguito mentre la metro allagata è il maggiore problema strutturale, la ripresa a pieno ritmo delle corse dei treni potrebbe richiedere giorni. Ciò he più preoccupa è l'allarme per l'acqua alta nella centrale di Oyster Creek, in New Jersey, il più vecchio impianto nucleare degli Stati Uniti. Barack Obama resta alla Casa Bianca per seguire i soccorsi mentre Mitt Romney va in Ohio per partecipare ad un evento di solidarietà con le vittime della tempesta.
Tag: Nessuno Aggiungi/Modifica Tag
Categorie
Non Categorizzato

Commenti