Visualizza Feed RSS

Sognando Chagall

Robbie Ross

Valuta Questa Inserzione




Chi conosce bene la vita di Oscar Wilde, ricorderà con un naturale moto di simpatia anche Robert Ross (1869-1918), l’amico fedele che gli rimase accanto anche negli anni bui della prigione e della bancarotta. Benché canadese di nascita, Ross arrivò presto in Inghilterra dove non nascose mai la propria omosessualità. Un atteggiamento per cui rischiò di morire di polmonite, quando alcuni compagni di Università lo gettarono brutalmente nella acque gelide di una fontana. Un gesto che non perdonò mai e per il quale lottò come un leone, chiedendo non solo le scuse formali dei suoi assalitori, ma anche le dimissioni del preside che, secondo Ross, era a conoscenza del pericolo che correva.


Abbandonata Cambridge, il giovane canadese si buttò anima e corpo nella vita artistica -bohemien di Londra, stringendo amicizia con Oscar Wilde, di cui divenne, almeno secondo alcuni, l’amante. Un rapporto intenso, a cui Ross restò sempre fedele, adoperandosi in tutti i modi per aiutare l’amico. Lo soccorse prima, durante e dopo il processo. Gli fu accanto nel momento della morte a Parigi, commissionò per lui la tomba (richiedendo per sé uno piccolo stipo in cui mettere un giorno le proprie ceneri) e riacquistò i diritti d’autore andati perduti nei mesi rovinosi che seguirono lo scandalo, restituendoli ai figli. Un amico sincero che propria a causa di questa ammirevole fedeltà fu sempre perseguitato dall’odio instancabile di Lord Alfred Douglas che fece di tutto per farlo arrestare per omosessualità (anni prima Ross era già stato ad un passo dall’arresto per il suo rapporto con un sedicenne di cui Douglas stesso era stato l’amante).
Robbie Ross morì improvvisamente nel 1918 alla vigilia della sua partenza per l’Australia, dove doveva aprire un’importante mostra a Melborune (Ross non era solo l’amico fidato del celebre autore ma anche critico e mecenate di grandi artisti come il poeta Siegfried Sassoon). Le sue ceneri furono tuttavia tumulate accanto ad Oscar Wilde solo nel 1950, anno in cui ricorreva il cinquantesimo anniversario della morte dello scrittore


da queer blog.it

da

Aggiornato il 02/07/2012 alle 18:02 da Minerva

Tag: Nessuno Aggiungi/Modifica Tag
Categorie
Non Categorizzato

Commenti