Visualizza Feed RSS

L'angolo delle cattive ragazze, dei cattivi consigli e del broccolo

Due sorprese

Valutazione: 2 voti, 2.50 media.
La prima stamattina all'alba. Mentre facevo colazione. Con gli occhi piccoli tipo vampiro alla luce e le sinapsi non particolarmente attive.
E' arrivato Mattia. Mi ha baciata. Ho grugnito.
-Tebe...devo dirti una cosa
Ho tentato di aprire un occhio e l'ho visto...sulle spine. In effetti è qualche giorno che lo è.
-Dimmi...- ma non ero proprio tranquilla perchè conosco i miei pollastri e...
-Lunedi devo fare un corso di due giorni. Ma torno a casa alla sera
-Quindi?
-E' un corso. Aziendale.
-Quindi?- ho ripetuto. Poi mi si è accesa la lucina in fondo al tunnel. La sua ex. Al corso. Con lui.
-Non sapevo se dirtelo ..-
Madonna santa - Mattia scusa. Qual'è il problema?
-Non c'è nessun problema. Mi sembrava giusto dirtelo.
-Perchè?
-Perchè si.
-Perchè sei in difficoltà. Ma cosa pensi che sia gelosa? Senti...non posso negare che un leggerissimo fastidio la cosa me la da, ma è come avere una mosca rompicoglioni in una serata d'agosto che ti ronza intorno. Nè più nè meno. Poi Mattia..davvero...vivi sereno
-Nemmeno un pochino gelosa? Niente niente?
Gli ho sorriso buttandogli un biscotto senza colesterolo addosso - Si. Un minimo sono gelosa. Ma va bene no? Ti amo. Non è che sono un mostro.
-Ti amo anche io
- Lo so. Ma stai in campana

Sorpresa numero due

Arrivo in ufficio e vedo Manager che parla con Luca. (luca terrorizzato)
Cosa ci fa manager in ufficio?
-Ciao - gli ho detto
-Ciao- ha risposto lui.
-Problemi?- ho di nuovo chiesto visto che aveva in mano un faldone tipo guerra e pace.
-No nessun problema. Possiamo parlare un attimo?
-Certo
Oh cazzo

Ho chiuso la porta. Si è acceso la sigaretta. Ho fatto la cameriera preparando due caffè poi mi ha chiesto
-Cosa avevi da fare l'altra sera?
Ah...quando non ho risposto alla sua chiamata e al suo sms
-Stavo lavando la macchina e non ho sentito il cellulare. Sai era difficile. Tutta piena di schiuma che mi strusciavo sul cofano, canotta bianca bagnata...stivali in cuoio...jeans cortissimi...

E' esploso in una risata fragorosa. E io pure.
Perchè immaginarmi così è...fuori dal mondo.
Tempo della sua permanenza nel mio ufficio 5 minuti, giusto per fumarsi una sigaretta.
-Oggi sono qui in giro...se hai bisogno chiama Gelmy- ha detto prima di uscire con un sorrisetto bastardo.
-Si certo...lo farò sicuramente guarda.

La giornata si preannuncia interessante.
Anche perchè sono in atteggiamento Tebina donnissima.
Ora gli mando una mail
Tag: Nessuno Aggiungi/Modifica Tag
Categorie
(Manager)Nella mente di un traditore

Commenti

  1. L'avatar di Eliade
    ahuahuahauhauahauahuahauahauahau
    Ma dico...sti uomini che ti prendono in contropiede alle prime luci dell'alba! Ma non potrebbero farlo in pausa pranzo, quando s'inizia a carburare un po'?

    Mazza, ma questo manager è proprio autoritario!! Grande solidarietà a Luca. ù.ù
  2. L'avatar di Flavia
    Quando leggo i tuoi racconti, e leggo di questa Gelmy mi vien da ridere, perchè me la immagino come la gelmini mentre parla del suo tunnel per i neutrini