Visualizza Feed RSS

L'angolo delle cattive ragazze, dei cattivi consigli e del broccolo

il corridoio pet arrivare in camera

Valuta Questa Inserzione

Commenti

  1. L'avatar di andrea53
    Su quali montagne eravate??? Sono sempre stato contrario a fare i sentieri di notte. Mica per niente... Basta una piccola disavventura, girarsi una caviglia (per esempio) e sei bloccato fino al mattino, quando con la luce possono venirti a soccorrere. Se, come spesso accade in montagna, a buio fa anche freddo, non c'è molto da scherzare.
  2. L'avatar di Tebe
    Lo dici a me?
    Infatti aveva organizzato tutto Mattia, e come al solito...
    Ma non solo la caviglia, c erano punti che il sentiero era largo 50 centimetri e sotto c era il fiume. E non vedevamo un cazzo, con la pila tra i denti sul serio e quel minchione della guida che ci raccontava pure che ai tempi dei fascisti quei sentieri si facevano solo alla luce della luna e in silenzio, senza lamentarsi in continuazione.
    E con Mattia dietro di me, che sibilava.
    Chillo lo accuorco appena c'è l ho sotto le mani.
    L ultima mezz'ora ha cominciato a piovere.
    A cascata.
    Ad un certo punto ho pensato che volevo morire li.
    Freddo. Buio. Salite a 90 gradi. Zaini da 10 chili in spalla. E pure l acquazzone.
    Ma mi sono fatta forza.
    E abbiamo ripreso a camminare.
  3. L'avatar di drusilla
    Mi sembri Bender al femminile
  4. L'avatar di Tebe
    Citazione Originariamente Scritto da drusilla
    Mi sembri Bender al femminile
    Bannate questa fottuta facocera subito.
  5. L'avatar di Tebe
    Comunque alla fine della romantica gita tutto relax di sto cazzo, mentre ridiscendevamo dalla montagna, senza zaini in spalla e alla luce del giorno, Mattia mi ha detto.
    Un altra donna mi avrebbe fatto nero dopo una roba così.
    E io.
    Si, vero, ma la colpa è mia, non tua. Mia perché conoscendoti so bene i tuoi limiti e non è la prima volta che organizzi qualcosa che va a finire così, e io sapendolo dovevo controllare, non lasciarti fare.
    Quindi rilassati.


    Ieri mentre ero a casa con la bolla al naso e i gatti addosso mi dice.
    Goghi, andiamo alla festa del paese a berci una birra?
    E io.
    Hai esaurito per questo mese le richieste di uscita. Vai pure. Minimo sarà un rave dei bambini di satana e io passo.