Visualizza Feed RSS

Sognando Chagall

artisti di stile

Valuta Questa Inserzione
I DIECI ARTISTI CON PIU’ STILE? PICASSO, CHE HA UNITO SCOLLI A BARCA E ESPADRILLAS, BASQUIAT, MEZZO MODELLO E MEZZO BARBONE, ANDY WARHOL, CHE, ACCOSTANDO GIACCA, CRAVATTA E JEANS, HA INVENTATO L’UNIFORME DELL’UOMO CONTEMPORANEO
Alcuni artisti hanno mostrato abiti belli tanto quanto la loro arte. E non perché fossero costosi o di marca. E’ questione di stile, di trasmettere la propria identità, la propria creatività, attraverso le cose che si indossano. Ecco i migliori dieci di tutti i tempi...


Da www.esquire.com




Nome: salvador-daly-andy-warhol-david-hockney-574572.jpg
Visite: 21
Dimensione: 71.8 KB

Alcuni artisti hanno mostrato abiti belli tanto quanto la loro arte. E non perché fossero costosi o di marca. E’ questione di stile, di trasmettere la propria identità, la propria creatività, attraverso le cose che si indossano. I migliori dieci di tutti i tempi?





David Hockney, pittore, disegnatore, incisore, fotografo, scenografo britannico, uno dei principali esponenti della Pop Art. Vestiva in completi americani ma con la stravaganza anglosassone.

Pablo Picasso, ha reso iconici le sue magliette con scollo a barchetta e il foulard che ogni pittore dovrebbe indossare. In versione estiva, prediligeva pantaloncini corti e espadrillas.



Jean-Michel Basquiat sapeva mescolare come nessun altro lo stile da barbone e quello da sfilata. Combinava lo street style con i completi di Armani.



Jeff Koons lavorava come broker a Wall Street e, quando è diventato uno degli artisti più famosi del mondo, ha mantenuto quell’aspetto da uomo d’affari.






Jasper Johns, New Dada per eccellenza, amava stupire con completi classici, mentre il collega Robert Rauschenberg alternava giacche a magliette, a seconda che si trovasse in studio o in galleria.



Salvador Dalì usava i baffi come indumento di distinzione, insieme all’inseparabile doppio petto, mentre Max Ernst ha unito la moda tedesca, americana e francese, dando una nuova prospettiva.






La moda maschile deve tantissimo a Andy Warhol. Fu lui ad inventare il combo jeans, giacca e cravatta, uniforme dell’uomo contemporaneo. Keith Haring invece ha portato un tocco di colore. Le sue maglie-graffiti hanno gettato le basi dello stile urban.
Tag: Nessuno Aggiungi/Modifica Tag
Categorie
Non Categorizzato

Commenti

  1. L'avatar di Hellseven
    Wharol è un'icona anche rock. Senza di lui niente Velvet Underground e quindi niente rock alternativo.
  2. L'avatar di Minerva
    è stato un artista importante per il momento che ha vissuto nell'arte e nella comunicazione in genere
  3. L'avatar di Hellseven
    [QUOTE=Minerva;bt10120]è stato un artista importante per il momento che ha vissuto nell'arte e nella comunicazione in genere[/QUOTE]
    Comunicazione mi sembra la parola chiave. Un precursore su questo senza dubbio. E credo anche un grande business man se posso dirlo.
  4. L'avatar di Hellseven
    Posso permettermi?
    La cover più iconica della storia del rock by mr Warhol


    [URL="http://mentalfloss.com/authors/bill-demain"]Bill DeMain[/URL]






    [IMG]http://mentalfloss.com/sites/default/files/styles/article_640x430/public/andy-warhol.png[/IMG]
    [B]1. [I]The Velvet Underground & Nico[/I], aka "The Banana Album" (1967)[/B]

    [B]The Velvet Underground & Nico
    Design by Andy Warhol[/B]
    With apologies to Carmen Miranda and Chiquita, the world's most famous banana is the ripe, peelable print on the cover of the Velvets' debut.
    Designed by pop artist Andy Warhol, the image was a silkscreen made from simple black-and-white acetate film. In case the genitalia-esque shape wasn't provocative enough, Warhol added the invitation: "Peel slowly and see." Beneath the sticker a pink, flesh-colored fruit was revealed.
    "The banana actually made it into an erotic art show," said Velvets singer Lou Reed.
    [IMG]http://www.mentalfloss.com/blogs/wp-content/uploads/2011/12/banana2.jpg[/IMG]But for Verve Records, the banana was a production nightmare. "Someone had to sit there with piles of albums, peel off the yellow banana skin stickers and place them over the pink fruit by hand," said Warhol's artistic director Ronnie Cutrone.
    By 1968, the peelable banana was dropped. Originals now fetch up to $500 apiece. The fruity image has since thrived on everything from art prints to T-shirts to handbags.