Visualizza Feed RSS

disincantata

Ho sbagliato tutto

Valuta Questa Inserzione
Citazione Originariamente Scritto da MaiPi˙ Visualizza Messaggio
Apro una nuova discussione perchŔ il titolo della precedente non Ŕ pi˙ appropriato.

Purtroppo tutte le mie riflessioni sono lontane anni luce dalla realtÓ dei fatti.
Venerdý scorso siamo andati alla terapia di coppia (unico momento in cui ci Ŕ consentito vederci e parlare) e, stanca dei giochini che lo psicologo ci propone ogni volta, ho deciso di premere il piede sull'accelleratore.
Ho tirato fuori il discorso tradimento ed ho voluto affrontarlo.
Ne Ŕ uscito che per il mio ex l'argomento Ŕ chiuso, ha sbagliato ed ora Ŕ disposto e, a suo dire, in grado di darmi ciˇ che voglio.
Dai pianti dei primi tempi, dopo la spavalderia da lui mostrata a fine agosto, ora siamo passati alla chiusura pi˙ totale.
Da questa seduta ho capito perfettamente che:
- lui sta crollando psicologicamente;
- non ha la minima idea di quello che mi ha fatto passare in questi mesi, non riesce proprio ad affrontare il discorso perchŔ a malapena argina la sua di sofferenza;
- Ú regredito ad una fase infantile...non so quale...ma penso che siamo intorno ai 6 anni.

Ora capisco l'idea di tradirlo...sotto sotto queste cose le avevo intuite e volevo che si rendesse conto.
Oggi so che non puˇ farlo, che non ci riesce.

Quando siamo usciti, con lo sguardo a terra e con le spalle curve, mi ha chiesto di darmi un bacio sulla guancia.
Sconcertata, ho acconsentito.
Poi ha detto che mi chiamerÓ per un aperitivo dato che ora non c'Ŕ pi˙ il divieto di frequentarci.

Ora che si fa? Serve altra forza? Lo metto dentro un sacco e lo abbandono davanti la porta del primo psicologo bravo che capita?

Si puˇ cancellare un tradimento liquidandolo come argomento chiuso perchÚ fa troppo male?

Speravo di avere motivazioni e invece ho visto un ragazzotto di ghiaccio sciogliersi sotto i miei occhi...
Non so se lo chiede perchŔ fa troppo male, in quanto i traditori fanno quasi sempre cosi.

Mio marito, anzi ormai ex-marito, ne ha voluto parlare pochissimo, e ha liquidato il tutto dicendo che per lui non c'era niente da dire, meno se ne parlava meglio era, mai avrebbe accettata incontri con psicologi e meno ancora terapia di coppia. Secondo lui ero io che i primi mesi avevo bisogno di un aiuto per non pensarci, mandandolo affan sto benissimo.

Inoltre, nel tuo caso, che te ne fai di un uomo tanto debole?
Tag: Nessuno Aggiungi/Modifica Tag
Categorie
Non Categorizzato

Commenti