Visualizza Feed RSS

Sdraiamoci su un tappeto di assoluti

Respiro

Valuta Questa Inserzione
Sempre sempre,
nel dolore e nella gioia,
da solo o tra la gente,
sono sempre in contatto.
E' un contatto,
con la mia coscienza,
feroce, spietata, a tratti
dolce, come dolce è il miele
amara, come di fiele
è il veleno.

Sempre sempre,
ascolto e sento,
guardo e vedo,
nulla mi sfugge.
Sono cosi a pelle viva,
oltre ed oltre,
vibro e fremo.

E accetto e modulo,
respiro profondo,
ce la faccio,
dono divino,
convivo,
con questa croce d'Amore
e di solitudine.
Io troppo,
di tutto,
nella paura,
che non mi fa più paura.

Oggi, prego l'Universo
e nell'Universo soffio.
Respiro e soffio,
soffio e respiro,
come se
l'Universo fosse me
ed io l'Universo.
E cosi tutt'uno
io sono io
cosi
allora si,
ce la faccio.
Sia quel che sia
Io sono.
*

Vittorio Carità
Tag: Nessuno Aggiungi/Modifica Tag
Categorie
Non Categorizzato

Commenti

  1. L'avatar di Leda
    Un pensiero particolare va a Sienne.