Visualizza Feed RSS

L'angolo delle cattive ragazze, dei cattivi consigli e del broccolo

te non sei umana (Babsi)

Valuta Questa Inserzione
te non sei umana cmq.
o forse sei solo cresciuta e già ci sei passata e quindi riesci a vedere le cose in un ottica differente, diciamo.
nel senso distaccata.
però a me verrebbe una certa nostalgia a scambiarmi sti messaggi con Man, perchè io purtroppo so fatta così, fatta male lo so, ma anche se la cosa non era ufficiale, ci avrei investito sentimenti uguale.
oi sentimenti, eh, mica dico amore o che, però comunque emozioni e quindi sentimenti, e quindi poi mi sarebbe presa un po' così , nostalgica, a scambiarmi messaggini sapendo che ora tutto sta sfumando.
bo.
però capisco che siamo per forza diverse.
te hai altri tremila cavoli per la testa più importanti.
insomma magari pure io nella tua situazione, col tuo lavoro, alla tua età (che poi io 24 quindi misà che ne abbiamo solo dieci di differenza, mica 80 ), con le tue beghe quotidiane alla fine avrei ridimensionato e avrei dato alla cosa la giusta importanza che deve avere.
s'è capito il succo?
Babsi

Questo commento mi ha fatto pensare. A cosa provo per Man. Perchè provo qualcosa per lui, che non è certo amore, non è tenerezza affettiva come quella con Mattia, pur magari facendo gli stessi gesti (hanno tutto un altro sapore. Non meglio. Diverso. Altro) non è voglia di qualcosa di buono, non è voglia di condivisione emotiva. Insomma.
Non è.
Ma è stima. E' piacere di ascoltarlo quando parla. E' sesso mentale. E' avere tra le mani un corpo che non è Mattia. Un corpo molto diverso da quelli che ho sempre avuto.
Sesso e testa.
Ma gli voglio anche bene. Mi preoccupo per lui. Desidero sapere come sta.
Durante il giorno qualche volta mi viene in mente e mi chiedo cosa sta facendo.
Lo immagino anche con i suoi figli. Ottocento vichinghi biondi come il padre.
E lo vedo, in questo momento, con la sua stazza resa ancora più grande dalla tuta da sci (se la usa), mentre scende da una pista.
E poi il pensiero scivola via. Senza traccia.

L'anno scorso, in questi giorni, non c'era stato ancora nulla, se non baci e toccamenti.
Ero in broccolo pesante. Ma pesante.
Gli facevo gli agguati, lo stuzzicavo via mail.
Stava cedendo. Con tutte le sue paturnie.
Avrebbe ceduto ai primi di febbraio, e qualche giorno prima del fatidico incontro, sono arrivata qui. (paura)
Un pò in botta perchè tutto stava diventando reale e dopo tanti anni di fedeltà era tutto a colori forti.
Tornavo a tradire. Senza grosse remore. Anzi nessuna.
Nessuna vendetta per il tradimento di Mattia, nessun sentimento di rivalsa o rabbia o che ne so.
Solo sesso.
Più volte mi sono chiesta. Se Mattia non mi avesse tradito, io avrei tradito con Man?
Sinceramente non lo so, ma sono propensa a credere di no.
Non è stato un colpo di fulmine ormonale con man.
Non per me almeno (per lui si!" Mi sei piaciuta subito Tebe. E appena hai aperto la bocca ero già ai tuoi piedi").
Sicuramente è un uomo che non passa inosservato. E infatti l'ho notato ben bene pure io, ma.
Troppo biondo. Troppo alto. Troppo grosso. Troppo aggressivo. Troppo urlatore. Troppo "Divino"
Troppo tutto per i miei gusti.
Finchè, in una famosa riunione in cui esplose in una rabbia che mi spaventò, mi alzai dalla sedia e gli andai davanti sotto lo sguardo terrorizzato di tutti, gli appoggiai la mano sul petto, altezza cuore e gli dissi.
-Mi stai spaventando...- o qualcosa del genere.

Smise immediatamente.
E in quel momento.
Di...non lo so. Trenta secondi? Quell'arco temporale si dilatò.
Sentivo sotto la camicia il calore del suo corpo. Guardavo la vena sul collo.
I suoi occhi chiari che improvvisamente fissavano i miei un pò stupiti.
Poi il mio sorriso.
Poi lui che si prendeva la radice del naso, chiudeva gli occhi, prendeva un respiro, e la riunione è potuta continuare tranquilla.

Quel momento è stato lo sparti acque.
Per me. Lui non ci aveva nemmeno pensato, non per mancanza di stimoli ormonali ma pensava che una donna come me non potesse interessarsi ad un uomo come lui.
Sei capitata e non cercata, mi ha sempre detto.
Ma io?
Credo che avrei civettato. Molto anche. ma sarebbe andata a finire come l'unica altra volta in cui ho avuto un attimo di pericolo.
Con un altro esponente maschile. Che mi piaceva tanto. Che condividevamo tanto. Che era una cosa affettiva che poi.
Nemmeno un bacio.
semplicemente. Con un pò di fatica. Rinunciai.
(non ricordo dove volevo andare a parare, quindi mollo qui il ragionamento)


Ma non è questo il punto. Il punto è che non provo nostalgia o qualcosa di simile per quello che stato l'ultimo anno con Man.
Provo...nulla in quel senso.
E' difficile da spiegare. Non lo provo perchè...non la vedo finita. Sono certa che ci ritroveremo ancora in un motel, magari per l'ultima volta, ma al di là di questo, che se anche non succedesse sarebbe uguale.

Ho la convinzione che in qualche modo, anche quando lui sarà trasferito all'estero, quando il sesso sarà (o è) finito, noi non saremo finiti.
Ma non come amanti. Non mi sento nemmeno di avere iniziato quella fase, non l'ho mai sentita come una "relazione"

E' stato per entrambi un passo importante questo tradimento.
Ognuno con le sue motivazioni.
Ma è stata una cosa nata morta. Su cui non ho mai investito o pensato in rosa.
Che non ha sottratto tempo a mattia. Che non gli ha sottratto il mio amore. Ma che anzi. Mi ha fatto affrontare meglio questo anno di merda. Mi ha regalato nuovi modi di sentire il cuore e l'anima.
Mi ha fatto confrontare con un uomo come Man, in un terreno "sentimentale" per me inesplorato.
Sono stati pochissimi quelli che hanno lasciato un orma su di me. Che sono riusciti a farmi cambiare alcuni percorsi, di cui li ringrazierò sempre. Anche quelli negativi.

Man sarà uno di quelli. E' uno di quelli.
Forse è per questo, per tutto questo che ho scritto, che non provo nostalgia. rammarico o qualsiasi altra cosa che non sia...serenità?

Bapsi, non è questione di età o problemi. E' un modo di essere che è sempre stato mio nelle storie extra che avevo.

o forse sono semplicemente stata fortunata a non essermi mai innamorata dei toy. E quando è successo...beh...me li sono presi, ma nessuno sposato ci tengo a sottolinearlo.
Non lo so.
So che sono felice di avere incontrato Man.
Non come uomo da motel. Perchè quello è stata la minima parte. La ciliegina sulla torta diciamo (faticosamente inseguita, porca puttana), ma come uomo proprio.

per riassumere. Non ho ridimensionato ciò che è successo.
Semplicemente la vivo così.
Come una parte del 10% solo mio. Che non inquina o invade la mia vita.
Su cui non avevo nutrito speranze. Sogni. In cui non cercavo sicuramente affetto, o amore o rattoppi a qualcosa.

ma per spezzare una lama (cit) a favore della mia umanità ti posso dire una cosa.
Man è un impronta su di me. Piccola o grossa non ha importanza. Ma lo è.
Per quello che ho vissuto con lui. Per quello che mi ha fatto provare e vivere.
Perchè è stato un incontro diverso da tutti gli altri.
Lui è stato diverso.

Aggiornato il 10/01/2013 alle 12:48 da Tebe

Tag: Nessuno Aggiungi/Modifica Tag
Categorie
diSgressioni ,‎ (Manager)Nella mente di un traditore

Commenti

  1. L'avatar di babsi
    Cara Tebe ho letto solo ora il post e mi stava prendendo un colpo quando ho intravisto il titolo ("te non sei umana (Babsi)" brrr), pensavo ti fossi infastidita dal commento (non si può mai sapere, c'è anche chi se la prende a male) e invece no; anzi, sono contenta e onorata che un mio commento ti abbia fatta riflettere.
    Cmq io so che per te Man è importante a prescindere, anche se chiudete, anche se non c'è sesso, al di là di tutto si sente che lo stimi molto come persona e che gli vuoi bene, traspare proprio da ogni cosa che scrivi. Siete andati proprio oltre allo stadio amanti forse, c'è un qualcosa in più e un qualcosa in meno dell'essere semplici amanti, non so se mi spiego. Che poi anche lì ognuno la vive come vuole e può, è troppo difficile racchiudere tutto in una definizione univoca, perchè tanto la vita stravolge sempre le carte e cambia tutto.
    L'impronta è molto bello che l'abbia lasciata.
    E' bello quando le persone ci lasciano qualcosa di sé, che però serve a noi in primis.