Visualizza Feed RSS

Diario di un Sex Addicted

Parlare di sesso è come camminare su un filo. Rischi di essere o troppo comico o troppo volgare, ed è proprio questo il bello. Non sei mai certo della fine che farai.

  1. Ciao a tutti...

    ..e cosi mi tocca lasciare il forum. Non che io sia venuto qui perchè avevo bisogno di un forum...di questo forum, ma tant'è. Alla fine è un po' come quando ti siedi sulla panchina della piazza e inizi ad attaccar bottone con chi quella piazza la frequenta da sempre. Alla fine ci diventi amico e anche quando non c'è nessuno ti ritrovi a parlare con la panchina...della piazza, della gente.
    Delle situazioni più o meno drammatiche che ti ritrovi a leggere tra le righe di questi spazi virtuali. ...

    Aggiornato il 25/02/2014 alle 15:08 da scrittore

    Categorie
    Non Categorizzato
  2. Epilogo al mio diario. - Lettera a Perla -

    Cara Perla,
    Se sei arrivata a leggermi fino a qui, avrai capito che non tutte le storie hanno un lieto fine.
    Il bene non sempre trionfa e le persone buone che restano, alla fine devono arrangiarsi, trovare nuovi equilibri e andare avanti al meglio delle loro possibilità.
    Tua Madre si è letteralmente sacrificata per me.
    Lorenzo, dopo aver gestito tutti i capi di accusa, compreso quello di stupro, se l'è cavata con pochi mesi di prigione e una multa piuttosto salata. Tutto ...

    Aggiornato il 14/01/2014 alle 15:23 da scrittore

    Categorie
    frammenti
  3. La lettera di Anna

    Caro Marco,
    sai come si formano le perle?
    Una perla si forma quando un corpo estraneo, come un granello di sabbia, si posa al suo interno.
    Esso viene ricoperto da strati successivi di madreperla allo scopo di difendere i tessuti dell'animale dall'irritazione provocata da quel corpo estraneo.
    A guardarla dall'esterno non si direbbe, invece la perla cresce, fino a diventare quello splendido oggetto che finisce nelle mani di chi riesce a catturare l'ostrica e aprirla. ...

    Aggiornato il 14/01/2014 alle 09:37 da scrittore

    Categorie
    frammenti
  4. Confessioni di due menti diaboliche

    Busso alla porta della casa di Giulia, vengo accolto come al solito dalla colf che mi invita ad entrare e mi fa accomodare sul divano della sala da pranzo.
    - La signora la stava aspettando - mi anticipa garbatamente.

    Non aspetto molto. Arriva coperta dalla sua vestaglia di raso rossa. Il volto chiuso in una maschera di tristezza.
    Tira fuori due bicchieri dal cassetto del suo piano bar, poi riempie il mio di glen grant e il suo con della vodka. Iniziamo a bere.
    Senza ...

    Aggiornato il 13/01/2014 alle 16:18 da scrittore

    Categorie
    frammenti
  5. La carezza del diavolo

    Quanto tempo è passato? Una settimana? Due? Non me lo ricordo.
    Quello che ho voglia di dire è che la morte di Anna non è passata inosservata. Certo, non è stato facile.
    Giulia mi ha aiutato molto, ha organizzato praticamente lei tutto il funerale. Io, del resto, mi sentivo svuotato.
    Quella sera nella mia camera di albergo dormì accanto a me tenendomi abbracciato.

    - Ora non pensare …prova a dormire - mi rispose, sveglia, nel cuore della notte… vegliava accanto a me. ...

    Aggiornato il 13/01/2014 alle 10:15 da scrittore

    Categorie
    frammenti
Pagina 1 di 10 123 ... UltimaUltima