User Tag List

Pagina 1 di 29 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 290

Discussione: Restare assieme "nonostante".

  1. #1
    variabile impazzita L'avatar di aristocat
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    44°29′38″N 11°20′34″E
    Messaggi
    4,677
    Inserzioni Blog
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Restare assieme "nonostante".

    Ennesima riflessione sulla convenienza del restare assieme "nonostante".
    Per i figli.
    Qui spesso ci si stupisce se qualcuno sceglie di stringere i denti e continuare a soffrire con il marito/moglie, "perché ci sono i figli" (per semplificare tolgo di mezzo ogni altro motivo di convenienza come mutuo, apparenze sociali, ecc.). Vedi il caso di KGB et similia.

    Io non posso fare altro che dare il punto di vista di una figlia. Io mi sono accorta benissimo sia quando le cose andavano splendidamente tra mamma e papà (infanzia), pur con una certa ristrettezza di mezzi, sia quando il rapporto si è logorato e un po' deteriorato negli anni (nonostante la risoluzione di ogni problematica economica).

    Ancora oggi, però, non so dire che cosa sarebbe stato meglio per i miei. A parte i sentimenti sfumati col tempo, restava in loro la convinzione che la famiglia andava sempre salvaguardata; per parafrasare un celebre spot, "una famiglia è per sempre". Credo che entrambi sarebbero andati in tribunale solo per motivi concreti gravissimi, cioé di vita o di morte. Difficilmente una separazione avrebbe potuto rappresentare la panacea di tutto, almeno per loro.

    Io, per esempio, so di essere diversa, probabilmente mi farei meno scrupoli. Però devo ancora passarci in realtà da quel guado, quindi il mio è un ragionamento molto teorico. Comunque, per averlo vissuto, so che un figlio si accorge sempre di tutto. Per me è inutile pensare che se resto insieme con mio marito pur non amandolo, poi mio figlio non se ne accorgerà.

    Voi come la vedete?

  2. #2
    utente divino L'avatar di perplesso
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    15,917
    Mentioned
    282 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    La vedo come te.

  3. #3
    Escluso
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    43,196
    Inserzioni Blog
    74
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da aristocat Visualizza Messaggio
    Ennesima riflessione sulla convenienza del restare assieme "nonostante".
    Per i figli.
    Qui spesso ci si stupisce se qualcuno sceglie di stringere i denti e continuare a soffrire con il marito/moglie, "perché ci sono i figli" (per semplificare tolgo di mezzo ogni altro motivo di convenienza come mutuo, apparenze sociali, ecc.). Vedi il caso di KGB et similia.

    Io non posso fare altro che dare il punto di vista di una figlia. Io mi sono accorta benissimo sia quando le cose andavano splendidamente tra mamma e papà (infanzia), pur con una certa ristrettezza di mezzi, sia quando il rapporto si è logorato e un po' deteriorato negli anni (nonostante la risoluzione di ogni problematica economica).

    Ancora oggi, però, non so dire che cosa sarebbe stato meglio per i miei. A parte i sentimenti sfumati col tempo, restava in loro la convinzione che la famiglia andava sempre salvaguardata; per parafrasare un celebre spot, "una famiglia è per sempre". Credo che entrambi sarebbero andati in tribunale solo per motivi concreti gravissimi, cioé di vita o di morte. Difficilmente una separazione avrebbe potuto rappresentare la panacea di tutto, almeno per loro.

    Io, per esempio, so di essere diversa, probabilmente mi farei meno scrupoli. Però devo ancora passarci in realtà da quel guado, quindi il mio è un ragionamento molto teorico. Comunque, per averlo vissuto, so che un figlio si accorge sempre di tutto. Per me è inutile pensare che se resto insieme con mio marito pur non amandolo, poi mio figlio non se ne accorgerà.

    Voi come la vedete?
    Per me oggi si dà troppo peso all'amore e ai sentimenti.
    Un tempo si badava di più alla concretezza e alla semplicità.
    E c'era un bella parete tra affari tra coniugi e problematiche con i figli.


    Per me da figlio...
    A me non è mai sbattuto un casso se i miei si amassero o meno...
    A me sbatteva solo che la finissero di litigare e che non trattassero male me...

  4. #4
    Escluso
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    7,799
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da aristocat Visualizza Messaggio
    Ennesima riflessione sulla convenienza del restare assieme "nonostante".
    Per i figli.
    Qui spesso ci si stupisce se qualcuno sceglie di stringere i denti e continuare a soffrire con il marito/moglie, "perché ci sono i figli" (per semplificare tolgo di mezzo ogni altro motivo di convenienza come mutuo, apparenze sociali, ecc.). Vedi il caso di KGB et similia.

    Io non posso fare altro che dare il punto di vista di una figlia. Io mi sono accorta benissimo sia quando le cose andavano splendidamente tra mamma e papà (infanzia), pur con una certa ristrettezza di mezzi, sia quando il rapporto si è logorato e un po' deteriorato negli anni (nonostante la risoluzione di ogni problematica economica).

    Ancora oggi, però, non so dire che cosa sarebbe stato meglio per i miei. A parte i sentimenti sfumati col tempo, restava in loro la convinzione che la famiglia andava sempre salvaguardata; per parafrasare un celebre spot, "una famiglia è per sempre". Credo che entrambi sarebbero andati in tribunale solo per motivi concreti gravissimi, cioé di vita o di morte. Difficilmente una separazione avrebbe potuto rappresentare la panacea di tutto, almeno per loro.

    Io, per esempio, so di essere diversa, probabilmente mi farei meno scrupoli. Però devo ancora passarci in realtà da quel guado, quindi il mio è un ragionamento molto teorico. Comunque, per averlo vissuto, so che un figlio si accorge sempre di tutto. Per me è inutile pensare che se resto insieme con mio marito pur non amandolo, poi mio figlio non se ne accorgerà.

    Voi come la vedete?
    Io non credo che una coppia possa restare insieme 'nonostante' solo per i figli. Non ci credo. Sarebbe una vita infernale.

    Penso che ci siano altri fattori che incidono: paura di cambiare drasticamente tipo di vita, paura del giudizio di parenti e amici, paura di affrontare la solitudine, le difficoltà economiche... paura di complicarsi la vita, insomma.
    E specularmente: attaccamento alle proprie abitudini, bisogno di sentirsi conformi dagli altri, bisogno di condivisione e sostegno... insomma, chi resta insieme quando la coppia finisce lo fa perchè ha sempre altri buoni motivi per farlo oltre ai figli. Perchè dallo stare insieme trae un vantaggio maggiore rispetto all'allontanarsi.

    Senza contare che le dinamiche di coppia, per quanto possano risultare pesanti, diventano col tempo rassicuranti. Chi è stato molti anni insieme a una persona e poi si separa da lei, sa quanto sia impegnativo confrontarsi con la solitudine, il senso di fallimento e, a volte, con un nuovo rapporto sentimentale che ci richiede di ricominciare tutto da capo. Molto più comodo restare con chi, per quanto ci risulti pesante, è comunque un panorama familiare e confortante, che non ci chiede grandi sforzi e grandi rimescolamenti.

    Tutto questo, per me, è ciò che porta una coppia a restare insieme 'nonostante'.

  5. #5
    Utente principato L'avatar di Fabry
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    lucca
    Messaggi
    718
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Ho la gran fortuna di non aver dovuto restare nel matrimonio... nonostante...ma per il mio modo di vivere se avessi dovuto scegliere, avrei preso atto della situazione e dato un'altra occasione sia a me che a mia moglie.
    A scanso di equivoci e per evitare di scriverlo in continuazione : le mie sono solo opinabilissime opinioni.

    A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialzerà e continuerà per la sua strada.

  6. #6
    Scemo chi legge
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    piemonte
    Messaggi
    11,693
    Inserzioni Blog
    75
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Io sono per il restare "insieme nonostante"
    Dove il nonostante per me non sono i figli ma iil guardarsi dentro e tornare a
    ció che ci ha uniti...
    continuare un percorso seppure difficoltoso invece di gettare la spugna....
    Per me il percorso della separazione , seppur difficile legalmente, è la via meno difficoltosa da intraprendere..

  7. #7
    Escluso
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    43,196
    Inserzioni Blog
    74
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da lunapiena Visualizza Messaggio
    Io sono per il restare "insieme nonostante"
    Dove il nonostante per me non sono i figli ma iil guardarsi dentro e tornare a
    ció che ci ha uniti...
    continuare un percorso seppure difficoltoso invece di gettare la spugna....
    Per me il percorso della separazione , seppur difficile legalmente, è la via meno difficoltosa da intraprendere..
    Mah io direi che la separazione è l'odiata soluzione per slittamento nell'etica.
    Ma secondo me ogni persona fa i propri conti.
    E posso dirti che c'è chi fa una vita migliore una volta separato e c'è chi sprofonda nel baratro.

    Direi questo comunque:
    Ci si mette insieme in due, ci si sposa in due, ecc..ecc..
    E non mi sta bene quando uno decide di separarsi a scapito di una persona che invece non vuole questo.
    Oppure non mi sta bene che decido di separarmi solo perchè c'è un'altra persona nella mia vita. E allora tu non mi vai più bene e ti butto via come uno straccio vecchio.

    Penso che alcune persone pensino anche alla difficoltà intrinseca di stare assieme.
    Ho una concezione dello stare assieme simile al concetto che ho delle banche.
    Cambio donna? Ok...sarà migliore in certi aspetti e peggiore in altri.
    Ovvio però quando una banca vuole che tu diventi suo cliente ti fa vedere un roseo panorama.
    Poi cosa capita?
    Famosa letterina variazioni che regolano i termini di rapporto.

    Forse è facilissimo separarsi solo per quelle persone che si guardano in faccia e si dicono noi non siamo mai stati uniti.

  8. #8
    Heroiken Sturmtruppen L'avatar di Quibbelqurz
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Bologna, Italy
    Messaggi
    11,888
    Inserzioni Blog
    8
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    il figlio nella famigia dove la coppia è già separata vive questa esperienza in disperazone, in quanto sa di non avere colpa, ma sentirsi conteso fra i genitori e usato come arma puntata dritta al cuore, che lo uccide tutti i giorni pezzo per pezzo, fin quando egli stesso non è più in grado di amare.

    penso che le coppie che non si amano dovranno separarsi e non vedersi mai più. perché così il figlio si fa una ragione e potrà incontrarli senza che i genitori si prendono gioco dei suoi sentimenti.
    ________________________________________
    Quibbelqurz era il clone dispettoso di Admin

    Il portafogli con cui si paga la spesa affettiva non è pieno della stima che si ha per sé, ma di quella che si ha per gli altri. (Rabarbaro)

  9. #9
    Non Registrato
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da aristocat Visualizza Messaggio
    Ennesima riflessione sulla convenienza del restare assieme "nonostante".
    Per i figli.
    Qui spesso ci si stupisce se qualcuno sceglie di stringere i denti e continuare a soffrire con il marito/moglie, "perché ci sono i figli" (per semplificare tolgo di mezzo ogni altro motivo di convenienza come mutuo, apparenze sociali, ecc.). Vedi il caso di KGB et similia.

    Io non posso fare altro che dare il punto di vista di una figlia. Io mi sono accorta benissimo sia quando le cose andavano splendidamente tra mamma e papà (infanzia), pur con una certa ristrettezza di mezzi, sia quando il rapporto si è logorato e un po' deteriorato negli anni (nonostante la risoluzione di ogni problematica economica).

    Ancora oggi, però, non so dire che cosa sarebbe stato meglio per i miei. A parte i sentimenti sfumati col tempo, restava in loro la convinzione che la famiglia andava sempre salvaguardata; per parafrasare un celebre spot, "una famiglia è per sempre". Credo che entrambi sarebbero andati in tribunale solo per motivi concreti gravissimi, cioé di vita o di morte. Difficilmente una separazione avrebbe potuto rappresentare la panacea di tutto, almeno per loro.

    Io, per esempio, so di essere diversa, probabilmente mi farei meno scrupoli. Però devo ancora passarci in realtà da quel guado, quindi il mio è un ragionamento molto teorico. Comunque, per averlo vissuto, so che un figlio si accorge sempre di tutto. Per me è inutile pensare che se resto insieme con mio marito pur non amandolo, poi mio figlio non se ne accorgerà.

    Voi come la vedete?
    Io come te!


    Diavoletta_78

  10. #10
    utente che medita
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    7,610
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Sole Visualizza Messaggio
    Io non credo che una coppia possa restare insieme 'nonostante' solo per i figli. Non ci credo. Sarebbe una vita infernale.

    Penso che ci siano altri fattori che incidono: paura di cambiare drasticamente tipo di vita, paura del giudizio di parenti e amici, paura di affrontare la solitudine, le difficoltà economiche... paura di complicarsi la vita, insomma.
    E specularmente: attaccamento alle proprie abitudini, bisogno di sentirsi conformi dagli altri, bisogno di condivisione e sostegno... insomma, chi resta insieme quando la coppia finisce lo fa perchè ha sempre altri buoni motivi per farlo oltre ai figli. Perchè dallo stare insieme trae un vantaggio maggiore rispetto all'allontanarsi.

    Senza contare che le dinamiche di coppia, per quanto possano risultare pesanti, diventano col tempo rassicuranti. Chi è stato molti anni insieme a una persona e poi si separa da lei, sa quanto sia impegnativo confrontarsi con la solitudine, il senso di fallimento e, a volte, con un nuovo rapporto sentimentale che ci richiede di ricominciare tutto da capo. Molto più comodo restare con chi, per quanto ci risulti pesante, è comunque un panorama familiare e confortante, che non ci chiede grandi sforzi e grandi rimescolamenti.

    Tutto questo, per me, è ciò che porta una coppia a restare insieme 'nonostante'.
    Sole sei una persona di una notevole onestà intellettuale
    ancora una volta fai una analisi pacata e terribilmente vera

Pagina 1 di 29 12311 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura