User Tag List

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23

Discussione: La Festa del Divorzio

  1. #1
    variabile impazzita L'avatar di aristocat
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    44°29′38″N 11°20′34″E
    Messaggi
    4,677
    Inserzioni Blog
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    La Festa del Divorzio

    Giorni fa, sentivo in treno una donna che invitava l'amica alla sua "festa del divorzio":
    "Non puoi mancare!... Finalmente, dopo tanti anni l'ho ottenuto! Vieni che si festeggia!"
    L'amica: "Ma a tua figlia cosa le racconti? Sai che lei ci è affezionata, anche se "X" è uno stronzo..."
    "Tanto ha sempre da ridire su qualunque cosa faccia! Dopo tutto quello che ho passato per ottenere questo divorzio, non voglio sentire ragioni: si festeggia come Dio comanda! "

    Lo ammetto, ci sono rimasta basita... Primo perché non avevo mai sentito qualcuno proporre qualcosa come una festa del divorzio, poi perché - pur non essendo una bigotta o puritana - associo il momento del divorzio a un fallimento personale e della famiglia tutta. E' l'atto con cui si mette nero su bianco che a un certo punto non si è più stati capaci di comunicare bene, di ricercare un'armonia e un dialogo, di convivere cercando di dare valore aggiunto alla propria coppia. D'accordo che quando ci si lascia è perché si sceglie il male minore e si va a vivere meglio, ma credo che per rispetto verso quello che c'è stato, per rispetto verso la sofferenza dei figli, dell'ex coniuge ma anche propria, sarebbe bene tenere il profilo basso e non strombazzare quella che è una felicità monca, ottenuta passando sul cadavere di qualcos'altro o qualcun altro.
    Penso, in definitiva, che questo genere di feste sia un inno alla vuotaggine e alla superficialità, una manifestazione di gretto egocentrismo moderno.

    Fatto questo lungo preambolo , vi chiedo se vi è capitato di ricevere questo tipo di inviti, se ci siete andati, o se voi stessi (parlo degli utenti divorziati) lo avete mai proposto ai vostri amici per una "fine col botto" al vostro matrimonio...
    Vi sembra giusto, insomma? Sono io quella che ci va giù pesante oppure no?
    A voi la parola

    ari

  2. #2
    Utente Leggendario
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Emilia
    Messaggi
    4,232
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Ari, io l'ho sempre detto ma in tono scherzoso, lo chiamavo l anniversario della liberazione...ma non significa che festeggerei. è uno status giuridico che cambia e punto. come del resto non avrei festeggiato nemmeno il matrimonio.

  3. #3
    utente divino
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    16,092
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    ad una festa vera e propria non sono mai stata invitata, ma mi è capitato di ricevere la notizia da amici/che molto contenti, tipo finalmente, era ora

    secondo me Ari hai ragione riguardo al fallimento etc., credo che semplicemente scatti un senso di liberazione nell'aver raggiunto comunque un "traguardo", la fine non tanto del matrimonio in sè (che si era già deciso di finire) ma di tutto ciò che è necessario fare per scioglierlo: avvocati, incontri, udienze, accordi etc. etc.
    in questo senso la sentenza di divorzio è l'ultimo atto, che mette dei punti fermi e consente di voltare pagina con una nuova serenità

    invece ho notato, non so voi, che molti si separano ma poi non divorziano appena potrebbero

  4. #4
    sfdcef L'avatar di Nausicaa
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Terra
    Messaggi
    11,097
    Inserzioni Blog
    30
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Quando ho -abbiamo- deciso di separarci, il senso di fallimento, di dolore per me, per lui, per nostra figlia, la sconfitta personale e di coppia erano... guarda, non racconto neppure.
    Festeggiare? Neppure per idea. Era una tragedia, inevitabile ormai, ma una tragedia su tutti i fronti.

    Però, intanto sono passati ormai quasi due anni.
    In cui ho cercato di tenermi stretti i ricordi belli, quelli che mi potevano fare dire che non era stato tutto un errore.
    Anni passati a fustigarmi, per i miei errori e i suoi, per tutta la sofferenza che andava avanti.

    Anni passati a scoprire certi lati di lui che prima non volevo vedere.
    Due anni quasi, e saranno certo ancora altri prima del divorzio, in cui le cose sono state ancora più difficili e dolorose di quello che potevano essere.
    Anni che mi hanno permesso di staccarmi definitivamente da lui.
    Anni in cui, pur in mezzo a casini talvolta difficili da sopportare, con crisi e problemi da tutti i fronti, ho ripreso a vivere, ad essere la persona che ero e che avrei voluto essere.

    Quando raggiungerò la separazione definitiva, e il divorzio -sempre che le cose siano umanamente eque, o almeno un pò- non farò una festa.

    Ma un brindisi con le persone che mi vogliono bene, e che mi hanno vista arrancare nel fango mentre lui cercava in tutti i modi di tenermi la testa schiacciata sotto i piedi... quello sì.
    Ben lontana dagli occhi di mia figlia -ci mancherebbe!- ma un brindisi alla fine di un sentiero di sofferenza... ci sta eccome.
    EX Best "demotivational" nick
    Attualmente succoso frullato di cultura e femminilità

  5. #5
    WWF
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    31,101
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    mmhhh...no mai invitata ad una festa del divorzio...

  6. #6
    Utente Leggendario
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Emilia
    Messaggi
    4,232
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Nausicaa Visualizza Messaggio
    Quando ho -abbiamo- deciso di separarci, il senso di fallimento, di dolore per me, per lui, per nostra figlia, la sconfitta personale e di coppia erano... guarda, non racconto neppure.
    Festeggiare? Neppure per idea. Era una tragedia, inevitabile ormai, ma una tragedia su tutti i fronti.

    Però, intanto sono passati ormai quasi due anni.
    In cui ho cercato di tenermi stretti i ricordi belli, quelli che mi potevano fare dire che non era stato tutto un errore.
    Anni passati a fustigarmi, per i miei errori e i suoi, per tutta la sofferenza che andava avanti.

    Anni passati a scoprire certi lati di lui che prima non volevo vedere.
    Due anni quasi, e saranno certo ancora altri prima del divorzio, in cui le cose sono state ancora più difficili e dolorose di quello che potevano essere.
    Anni che mi hanno permesso di staccarmi definitivamente da lui.
    Anni in cui, pur in mezzo a casini talvolta difficili da sopportare, con crisi e problemi da tutti i fronti, ho ripreso a vivere, ad essere la persona che ero e che avrei voluto essere.

    Quando raggiungerò la separazione definitiva, e il divorzio -sempre che le cose siano umanamente eque, o almeno un pò- non farò una festa.

    Ma un brindisi con le persone che mi vogliono bene, e che mi hanno vista arrancare nel fango mentre lui cercava in tutti i modi di tenermi la testa schiacciata sotto i piedi... quello sì.
    Ben lontana dagli occhi di mia figlia -ci mancherebbe!- ma un brindisi alla fine di un sentiero di sofferenza... ci sta eccome.

  7. #7
    elena_
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da free Visualizza Messaggio
    invece ho notato, non so voi, che molti si separano ma poi non divorziano appena potrebbero
    il mio compagno percepisce la separazione come una totale liberazione e tanto gli basta
    il divorzio è lontano da venire, ma non credo che lo farà appena potrà, semplicemente perché non ha (non abbiamo) alcuna intenzione di ri-sposarsi
    una moglie gli è stata più che sufficiente

    e comunque il senso di fallimento c'è eccome, e ci sono altre vite in gioco, i figli da tutelare ... altro che festeggiare

  8. #8
    utente divino L'avatar di perplesso
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    15,903
    Mentioned
    282 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    No,mai invitato ad una festa simile,posso dire che mi auguro che certi matrimoni finiscano,per il bene di entrambi.

    ma non credo vi sia nulla da festeggiare

  9. #9
    utente Olimpi(c)a L'avatar di Leda
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    4,920
    Inserzioni Blog
    78
    Mentioned
    69 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Alla faccia del lapsus! Invece che 'La Festa del Divorzio' ho letto 'La Festa del Diavolo'
    verdi pensieri in verde ombra

  10. #10
    sfdcef L'avatar di Nausicaa
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Terra
    Messaggi
    11,097
    Inserzioni Blog
    30
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Regina delle Nevi Visualizza Messaggio
    Alla faccia del lapsus! Invece che 'La Festa del Divorzio' ho letto 'La Festa del Diavolo'

    Anche io!!!!!!!!!!!!!









    Al di là della simpatica coincidenza, in realtà è assolutamente spiegabile.
    Il nostro cervello normalmente ha la capacità di leggere le parole, non assimilando ogni lettera, ma osservando la prima, l'ultima, e la lunghezza della parola, e interpretando.
    Ci sono stati studi su questo meccanismo, e in effetti interi brani in cui ogni parola manteneva prima e ultima lettera, mentre le altre erano mischiate a caso, risultano leggibili senza sforzo dalla maggior parte dei lettori medi.

    Ergo, D******O e D*****O risultano simili, per il nostro cervello.
    Ovviamente dipende dal contesto, altrimenti potremmo leggere dominio, dantesco, etc etc.
    Evidentemente, il termine "festa" per me e per te è più facilmente associabile al demonio che al divorzio
    EX Best "demotivational" nick
    Attualmente succoso frullato di cultura e femminilità

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura