User Tag List

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 36

Discussione: L'esatto momento in cui tutto cambia ...

  1. #1
    Utente Esperto L'avatar di geko
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    1,903
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    L'esatto momento in cui tutto cambia ...

    ... E' legato alla rottura di una specie di filo invisibile, forse troppo sottile ed anche un bel po' infantile, che i grandi chiamano 'fiducia'.





    Chi decide di restare nonostante il filo spezzato - e riesce a stare bene - forse ha dovuto cambiare le regole del gioco oppure è semplicemente cresciuto.
    Forse però il problema è proprio questo: l'Amore è un eterno bambino.
    Certo non tutti la pensano così, per fortuna. Ma forse è questa la ragione per cui alcuni che leggo non riescono a farsene una ragione e continuano a cercare, cercare e cercare risposte, vagando solitari per le lande desolate di tradimento.net per mesi, anni, e secondo me pure decenni...

    E' una visione bella, da sognatori, ma che forse oggi come oggi non va più bene... Non è funzionale, come si dice spesso, no? Come si faccia a parlare di funzionalità in relazione all'amore forse non lo capirò mai eh... Ma tant'è...

    Forse bisognerebbe essere capaci di abbandonare questa visione un tantino distorta ed evolversi (o involversi, dipende dai punti di vista).
    Io ad esempio so che la rottura di quel filo, in certi casi, avrebbe potuto uccidermi dentro, definitivamente.
    Sono un po' triste per chi, come me, ha questa visione dell'amore-bambino, ma in più ha dovuto vivere la rottura del fottuto filo.

    Sì, mi sa che è proprio la visione che si ha dell'amore a fare la differenza.


    Fine della sega mentale.
    Ultima modifica di geko; 11/10/2012 alle 20:42

  2. #2
    Escluso
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    7,799
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da geko Visualizza Messaggio
    ... E' legato alla rottura di una specie di filo invisibile, forse troppo sottile ed anche un bel po' infantile, che i grandi chiamano 'fiducia'.


    Chi decide di restare nonostante il filo spezzato - e riesce a stare bene - forse ha dovuto cambiare le regole del gioco oppure è semplicemente cresciuto.
    Forse però il problema è proprio questo: l'Amore è un eterno bambino.
    Certo non tutti la pensano così, per fortuna. Ma forse è questa la ragione per cui alcuni che leggo non riescono a farsene una ragione e continuano a cercare, cercare e cercare risposte, vagando solitari per le lande desolate di tradimento.net per mesi, anni, e secondo me pure decenni...

    E' una visione bella, da sognatori, ma che forse oggi come oggi non va più bene... Non è funzionale, come si dice spesso, no? Come si faccia a parlare di funzionalità in relazione all'amore forse non lo capirò mai eh... Ma tant'è...

    Forse bisognerebbe essere capaci di abbandonare questa visione un tantino distorta ed evolversi (o involversi, dipende dai punti di vista).
    Io ad esempio so che la rottura di quel filo, in certi casi, avrebbe potuto uccidermi dentro, definitivamente.
    Sono un po' triste per chi, come me, ha questa visione dell'amore-bambino, ma in più ha dovuto vivere la rottura del fottuto filo.

    Sì, mi sa che è proprio la visione che si ha dell'amore a fare la differenza.


    Fine della sega mentale.
    Che bel post. Ora non mi viene da fare nessun commento profondo, ma anch'io ho in comune con te questa visione dell'amore-bambino che chiede fiducia, che si abbandona e ci crede a dispetto di tante delusioni.

    Pensavo che dopo la mega-mazzata che ho preso mi sarei irrigidita.
    Pensavo che non avrei mai più amato o che, se avessi amato, l'avrei fatto proteggendomi per bene, mettendo sempre me al centro della relazione... tutte cavolate.
    Ho capito adesso, a 38 anni, che io so amare solo in questo modo. Che potrò ricevere mille mazzate, ma ogni volta mi alzerò e riamerò come prima. Ma geko, al contrario di te io non mi intristisco affatto. Perchè l'amore bambino regala emozioni uniche, vale la pena vivere solo per provarle.
    Nessun adulto saprà mai essere entusiasta e felice nello stesso modo di un bambino. E' un dono, il nostro. Non c'è filo spezzato che tenga.

  3. #3
    utente che medita
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    7,610
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da geko Visualizza Messaggio
    ... E' legato alla rottura di una specie di filo invisibile, forse troppo sottile ed anche un bel po' infantile, che i grandi chiamano 'fiducia'.





    Chi decide di restare nonostante il filo spezzato - e riesce a stare bene - forse ha dovuto cambiare le regole del gioco oppure è semplicemente cresciuto.
    Forse però il problema è proprio questo: l'Amore è un eterno bambino.
    Certo non tutti la pensano così, per fortuna. Ma forse è questa la ragione per cui alcuni che leggo non riescono a farsene una ragione e continuano a cercare, cercare e cercare risposte, vagando solitari per le lande desolate di tradimento.net per mesi, anni, e secondo me pure decenni...

    E' una visione bella, da sognatori, ma che forse oggi come oggi non va più bene... Non è funzionale, come si dice spesso, no? Come si faccia a parlare di funzionalità in relazione all'amore forse non lo capirò mai eh... Ma tant'è...

    Forse bisognerebbe essere capaci di abbandonare questa visione un tantino distorta ed evolversi (o involversi, dipende dai punti di vista).
    Io ad esempio so che la rottura di quel filo, in certi casi, avrebbe potuto uccidermi dentro, definitivamente.
    Sono un po' triste per chi, come me, ha questa visione dell'amore-bambino, ma in più ha dovuto vivere la rottura del fottuto filo.

    Sì, mi sa che è proprio la visione che si ha dell'amore a fare la differenza.


    Fine della sega mentale.
    non trovo nelle tue parole una para mentale
    le tue parole dicono tante, forse troppe verità
    facendo parte di quella schiera di persone
    che cercano risposte per trovare un poco di pace
    il tuo pensiero mi ha colpito tanto
    perchè cerco risposte?
    forse perchè non sono capace di evolvermi
    oppure perchè non sono stata degna
    di essere messa al corrente della verità
    ma quale è la verità?
    ecco fine della mia para mentale delle 21:05

  4. #4
    Scemo chi legge
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    piemonte
    Messaggi
    11,693
    Inserzioni Blog
    75
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Facciamo in modo che il filo non si rompa...
    se sai la verità e ami volta pagina...
    non si rovina tutto per orgoglio


    Mi è stato mandato da una persona a cui voglio bene

  5. #5
    Utente Esperto L'avatar di geko
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    1,903
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Sole Visualizza Messaggio
    Che bel post. Ora non mi viene da fare nessun commento profondo, ma anch'io ho in comune con te questa visione dell'amore-bambino che chiede fiducia, che si abbandona e ci crede a dispetto di tante delusioni.

    Pensavo che dopo la mega-mazzata che ho preso mi sarei irrigidita.
    Pensavo che non avrei mai più amato o che, se avessi amato, l'avrei fatto proteggendomi per bene, mettendo sempre me al centro della relazione... tutte cavolate.
    Ho capito adesso, a 38 anni, che io so amare solo in questo modo. Che potrò ricevere mille mazzate, ma ogni volta mi alzerò e riamerò come prima. Ma geko, al contrario di te io non mi intristisco affatto. Perchè l'amore bambino regala emozioni uniche, vale la pena vivere solo per provarle.
    Nessun adulto saprà mai essere entusiasta e felice nello stesso modo di un bambino. E' un dono, il nostro. Non c'è filo spezzato che tenga.
    C'è poco da fare: sei proprio una miglioratrice. Voi lo chiamate 'dono', i peggioratori invece 'maledizione'.

    Scherzi a parte... Questa visione mi intristisce un po' perché chi, invece, non ce l'ha, una dimensione in cui vivere bene riesce quasi sempre a trovarla... Il filo spezzato lo chiama 'acquisita consapevolezza', lo riveste di un significato pratico che certamente si rivelerà utile, dice frasi come 'Quello che mi è successo mi ha aperto gli occhi', 'Mi ha aiutato a vedere la realtà dei fatti'. E va avanti... Addirittura si dice rafforzato, vede e sa delle cose che tutti gli altri non capiscono perché sono ancora ciechi.
    L'amore-bambino invece è assolutista, irrequieto ed anche un po' arrogante. Non sa mediare, non sa contrattare, non riesce ad essere diplomatico, non ha nessun senso degli affari, non capisce nulla di economia, di punti di equilibrio, di bilanci tra costi e benefici, non è coscienzioso quasi mai ecc. ecc.
    Avete mai provato a deludere profondamente un bambino? A non mantenere una promessa sulla quale aveva fatto totale affidamento? I suoi occhi dopo la delusione...
    I torti che ho subito ed affrontato da adulto (e con predisposizione adulta) li ho superati tutti, il ricordo di quelli subiti da bambino mi fa sentire offeso e malinconico ancora adesso.

    Come tutte le armi a doppio taglio richiede una buona dose di fegato. Però non lo so mica se ne vale la pena eh...
    Sì, è il momento di crescere finché sono ancora in tempo.
    Ultima modifica di geko; 12/10/2012 alle 00:39

  6. #6
    Escluso
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    7,799
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da geko Visualizza Messaggio
    C'è poco da fare: sei proprio una miglioratrice. Voi lo chiamate 'dono', i peggioratori invece 'maledizione'.

    Scherzi a parte... Questa visione mi intristisce un po' perché chi, invece, non ce l'ha, una dimensione in cui vivere bene riesce quasi sempre a trovarla... Il filo spezzato lo chiama 'acquisita consapevolezza', lo riveste di un significato pratico che certamente si rivelerà utile, dice frasi come 'Quello che mi è successo mi ha aperto gli occhi', 'Mi ha aiutato a vedere la realtà dei fatti'. E va avanti... Addirittura si dice rafforzato, vede e sa delle cose che tutti gli altri non capiscono perché sono ancora ciechi.
    L'amore-bambino invece è assolutista, irrequieto ed anche un po' arrogante. Non sa mediare, non sa contrattare, non riesce ad essere diplomatico, non ha nessun senso per gli affari, non capisce nulla di economia, di punti di equilibrio, di bilanci tra costi e benefici, non è coscienzioso quasi mai ecc. ecc.
    Avete mai provato a deludere profondamente un bambino? A non mantenere una promessa sulla quale aveva fatto totale affidamento? I suoi occhi dopo la delusione...
    I torti che ho subito ed affrontato da adulto (e con predisposizione adulta) li ho superati tutti, il ricordo di quelli subiti da bambino mi fa sentire offeso e malinconico ancora adesso.

    Come tutte le armi a doppio taglio richiede una buona dose di fegato. Però non lo so mica se ne vale la pena eh...
    Sì, è il momento di crescere finché sono ancora in tempo.
    Sul neretto... non sei l'unico che me lo dice sai
    Eppure ti giuro che non sono sempre così ottimista, a volte mi prende lo sconforto e mi sento come una che non sa vivere, mentre tutti gli altri sì.

    Così penso anch'io che dovrei imparare a diventare un po' diversa, più calcolatrice, meno istintiva, più cauta nell'espormi. E mi dico che se non l'ho fatto dopo quello che ho passato sono proprio una causa persa, un fallimento.

    Ma a pensarci bene mi girerebbero un po' le scatole all'idea di perdere tutto il bello che c'è nell'abbandonarsi con fiducia all'altro, senza calcolo (e non parlo solo di amore, ma delle relazioni umane in genere)... Quindi rimando tutto alla prossima vita e in questa mi tengo così come sono

  7. #7
    Utente Esperto L'avatar di geko
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    1,903
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Sole Visualizza Messaggio
    Sul neretto... non sei l'unico che me lo dice sai
    Eppure ti giuro che non sono sempre così ottimista, a volte mi prende lo sconforto e mi sento come una che non sa vivere, mentre tutti gli altri sì.

    Così penso anch'io che dovrei imparare a diventare un po' diversa, più calcolatrice, meno istintiva, più cauta nell'espormi. E mi dico che se non l'ho fatto dopo quello che ho passato sono proprio una causa persa, un fallimento.

    Ma a pensarci bene mi girerebbero un po' le scatole all'idea di perdere tutto il bello che c'è nell'abbandonarsi con fiducia all'altro, senza calcolo (e non parlo solo di amore, ma delle relazioni umane in genere)... Quindi rimando tutto alla prossima vita e in questa mi tengo così come sono
    Ecco appunto, affermazione tipica di una miglioratrice senza più speranze. Non cambierai mai!
    Bene così però, se questo ti rende felice e da un senso 'vero' a tutto. Occhio solo a non circondarti di peggioratori e filerà tutto più o meno liscio.
    Quelli sono come la criptonite: sadici che per sentirsi vivi hanno bisogno di pizzicare il filo col risultato di assottigliarlo sempre di più... Un po' come i bambini che devono mettere a tutti i costi le dita nella presa della corrente, per rimanere in tema.


    Basta coi deliri per oggi, và...
    Buonanotte.

  8. #8
    Escluso
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    6,233
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da geko Visualizza Messaggio
    C'è poco da fare: sei proprio una miglioratrice. Voi lo chiamate 'dono', i peggioratori invece 'maledizione'.

    Scherzi a parte... Questa visione mi intristisce un po' perché chi, invece, non ce l'ha, una dimensione in cui vivere bene riesce quasi sempre a trovarla... Il filo spezzato lo chiama 'acquisita consapevolezza', lo riveste di un significato pratico che certamente si rivelerà utile, dice frasi come 'Quello che mi è successo mi ha aperto gli occhi', 'Mi ha aiutato a vedere la realtà dei fatti'. E va avanti... Addirittura si dice rafforzato, vede e sa delle cose che tutti gli altri non capiscono perché sono ancora ciechi.
    L'amore-bambino invece è assolutista, irrequieto ed anche un po' arrogante. Non sa mediare, non sa contrattare, non riesce ad essere diplomatico, non ha nessun senso degli affari, non capisce nulla di economia, di punti di equilibrio, di bilanci tra costi e benefici, non è coscienzioso quasi mai ecc. ecc.
    Avete mai provato a deludere profondamente un bambino? A non mantenere una promessa sulla quale aveva fatto totale affidamento? I suoi occhi dopo la delusione...
    I torti che ho subito ed affrontato da adulto (e con predisposizione adulta) li ho superati tutti, il ricordo di quelli subiti da bambino mi fa sentire offeso e malinconico ancora adesso.

    Come tutte le armi a doppio taglio richiede una buona dose di fegato. Però non lo so mica se ne vale la pena eh...
    Sì, è il momento di crescere finché sono ancora in tempo.
    L'amore-bambino Geko, è semplicemente un amore egoistico.
    anzi definirlo amore, è già un grande azzardo.
    l'amore egoistico, non si nutre con l'altro ma dell'altro si nutre.
    è un amore che non lascia scampo e ti divora.
    L'amore egoistico non dà niente solamente come chiede.
    è un amore univoco e narcisistico.
    questo è l'amore-bambino.

    vedi in chi è restato tristezza e disincanto e ...potrebbe essere,
    eppure forse finalmente queste persone sono state liberate proprio da quell'amore.
    ora è solo loro la scelta, ma comunque sceglieranno,
    certo non ricadranno nella trappola dellamore-bambino.

  9. #9
    Escluso
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    7,799
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da geko Visualizza Messaggio
    Ecco appunto, affermazione tipica di una miglioratrice senza più speranze. Non cambierai mai!
    Bene così però, se questo ti rende felice e da un senso 'vero' a tutto. Occhio solo a non circondarti di peggioratori e filerà tutto più o meno liscio.
    Quelli sono come la criptonite: sadici che per sentirsi vivi hanno bisogno di pizzicare il filo col risultato di assottigliarlo sempre di più... Un po' come i bambini che devono mettere a tutti i costi le dita nella presa della corrente, per rimanere in tema.


    Basta coi deliri per oggi, và...
    Buonanotte.
    Da chi sono circondata. Attualmente accanto a me ho una persona che in tante cose è un vero e proprio miglioratore, perchè ha la capacità di rassicurarmi, di sdrammatizzare, di placare le mie seghe mentali senza seguirmi nei miei deliri. E mi fa un gran bene. Perchè smussa un po' il mio lato infantile e capriccioso, ma lo fa con ironia e in modo rassicurante. Per me, che vengo da una relazione difficile con un marito 'peggioratore doc', questa è una vera novità

    D'altro canto penso di contribuire anch'io a migliorarlo, se non altro per il fatto che per lui ci sono e sa che su di me può contare in termini di presenza, ascolto e confronto.

    La realtà è che in un rapporto che funzioni la presenza di un peggioratore non dovrebbe mai essere contemplata. Ciascuno di noi dovrebbe sentirsi migliorato dall'altro e, al tempo stesso, saperlo migliorare.

    Buonanotte a te geko

  10. #10
    Escluso
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    28,647
    Inserzioni Blog
    42
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da geko Visualizza Messaggio
    ... E' legato alla rottura di una specie di filo invisibile, forse troppo sottile ed anche un bel po' infantile, che i grandi chiamano 'fiducia'.





    Chi decide di restare nonostante il filo spezzato - e riesce a stare bene - forse ha dovuto cambiare le regole del gioco oppure è semplicemente cresciuto.
    Forse però il problema è proprio questo: l'Amore è un eterno bambino.
    Certo non tutti la pensano così, per fortuna. Ma forse è questa la ragione per cui alcuni che leggo non riescono a farsene una ragione e continuano a cercare, cercare e cercare risposte, vagando solitari per le lande desolate di tradimento.net per mesi, anni, e secondo me pure decenni...

    E' una visione bella, da sognatori, ma che forse oggi come oggi non va più bene... Non è funzionale, come si dice spesso, no? Come si faccia a parlare di funzionalità in relazione all'amore forse non lo capirò mai eh... Ma tant'è...

    Forse bisognerebbe essere capaci di abbandonare questa visione un tantino distorta ed evolversi (o involversi, dipende dai punti di vista).
    Io ad esempio so che la rottura di quel filo, in certi casi, avrebbe potuto uccidermi dentro, definitivamente.
    Sono un po' triste per chi, come me, ha questa visione dell'amore-bambino, ma in più ha dovuto vivere la rottura del fottuto filo.

    Sì, mi sa che è proprio la visione che si ha dell'amore a fare la differenza.


    Fine della sega mentale.
    Sai quante volte mia moglie dopo il tradimento mi ha detto, Clà prego il signore che tu ridiventi il Claudio di prima.
    Spero sia riuscito a trasmetterti il messaggio, geko.

    Quel filo dopo un tradimento si spezza definitivamente se si rimane nella coppia.

    Forse e ripeto forse quel filo che lega al bambino si risana o si risanerebbe con un'altra donna. Ma le mie sono soltanto supposizioni.

    Sia chiaro che il mio pensiero è personale.

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura