User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Fotocopiava libri illegalmente, 372 mila euro di multa

  1. #1
    utente divino L'avatar di perplesso
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    15,899
    Mentioned
    282 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Nuke Fotocopiava libri illegalmente, 372 mila euro di multa

    Una maxi sanzione amministrativa di 372 mila euro è stata comminata dalla guardia di finanza di Perugia al titolare di una copisteria dove a febbraio il nucleo mobile delle fiamme gialle aveva sequestrato 1.781 testi universitari risultati illecitamente riprodotti.
    Ricostruita dalla gdf anche la posizione reddituale della ditta per un ammontare di ricavi sfuggiti al fisco che sfiora i 120 mila euro. La gdf aveva tra l'altro scoperto 804 testi universitari già fotocopiati e rilegati pronti per la commercializzazione e 977 in formato pdf, archiviati su supporti informatici, che - secondo gli investigatori - avrebbero potuto essere riprodotti in un numero infinito di copie.

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubri...i_7189098.html

  2. #2
    utente che medita
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    7,610
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da perplesso Visualizza Messaggio
    Una maxi sanzione amministrativa di 372 mila euro è stata comminata dalla guardia di finanza di Perugia al titolare di una copisteria dove a febbraio il nucleo mobile delle fiamme gialle aveva sequestrato 1.781 testi universitari risultati illecitamente riprodotti.
    Ricostruita dalla gdf anche la posizione reddituale della ditta per un ammontare di ricavi sfuggiti al fisco che sfiora i 120 mila euro. La gdf aveva tra l'altro scoperto 804 testi universitari già fotocopiati e rilegati pronti per la commercializzazione e 977 in formato pdf, archiviati su supporti informatici, che - secondo gli investigatori - avrebbero potuto essere riprodotti in un numero infinito di copie.

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubri...i_7189098.html
    si la storia è vecchia, ma sempre attuale
    ci sono case editrici che fanno forti pressioni affinchè vengano effettuati questi controlli, e non sono mai casuali
    per fortuna esistono le biblioteche!

  3. #3
    utente divino L'avatar di perplesso
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    15,899
    Mentioned
    282 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    la storia,nel senso del fatto che i testi universitari ce li si fotocopia oppure li si pigliava di second/terza mano......è vecchissima.

    così come i tentativi delle case editrici di stroncare il fenomeno.

    però è la prima volta che sento/leggo di una multa così pesante

  4. #4
    Super Zitella Acida L'avatar di Eliade
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    10,174
    Inserzioni Blog
    21
    Mentioned
    40 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Poco furbi e poco attenti.

    In ogni caso i libri fotocopiati sono la salvezza di molti studenti.

    Moltissimi dei libri che uso li puoi acquistare solo originali e su ordinazione, per la bellezza anche di 50€ a pezzo.
    Le biblioteche, non sempre mi convincono...

    Mi ricordo di un testo della zanichelli. se non ricordo male, voleva 182€ per ristamparlo...e valido per un solo esame!
    Fortuna che poi hanno preso piede i registratori, le dispense power point e le stampanti che con una cartuccia possono stampare 700 pagine a colori!

  5. #5
    Escluso
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    43,196
    Inserzioni Blog
    74
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da perplesso Visualizza Messaggio
    Una maxi sanzione amministrativa di 372 mila euro è stata comminata dalla guardia di finanza di Perugia al titolare di una copisteria dove a febbraio il nucleo mobile delle fiamme gialle aveva sequestrato 1.781 testi universitari risultati illecitamente riprodotti.
    Ricostruita dalla gdf anche la posizione reddituale della ditta per un ammontare di ricavi sfuggiti al fisco che sfiora i 120 mila euro. La gdf aveva tra l'altro scoperto 804 testi universitari già fotocopiati e rilegati pronti per la commercializzazione e 977 in formato pdf, archiviati su supporti informatici, che - secondo gli investigatori - avrebbero potuto essere riprodotti in un numero infinito di copie.

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubri...i_7189098.html
    Un problema enorme...
    E te lo dice uno che ha avuto casini con la siae ad un concerto...
    Pensa per suonare io uso fotocopie rimpicciolite perchè in pratica so il pezzo a memoria ma mi ci vuole questa traccia perchè se mi distraggo mi perdo no?
    Bene mi son salvato perchè in valigetta avevo i miei libri e ho potuto dimostrare dai segni a matita nelle partiture che erano fotocopie di quei testi...e sono ad uso personale...

    Ma sai tu quanti colleghi mi domandano fotocopie di partiture di edizioni francesi tipo bonnermann o Leduc?
    Ci sono partiture che costano un occhio della testa perchè hanno l'iva al 41% beni di lusso!!!

    Ora io fotocopio sempre le indicazioni bibliografiche e il biglietto da visita di Musica Musica di padova così mi sono levato dai coglioni certi colleghi...e ho sempre un buono sconto in quel negozio...

    Testi?
    Ok...parliamone...
    Se io sono docente universitario e metto in bibliografica un testo tipo che so L'organo di Artur Wills...ebbene è un testo fuori edizione da dieci anni...che si fa?

    Molte fotocopisterie hanno chiuso perchè oggi con la siae e la legge del copyright non si scherza....

    D'altra parte lavorando nel mondo dell'editoria so quanto costa stampare no?
    E se non vendi copie poi come fai?

  6. #6
    Utente Epico
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    2,099
    Inserzioni Blog
    5
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Quella dei libri di testo è una benemerita mafia.
    - Libri che gli studenti sono "obbligati" ad avere nell'edizione di quell'anno altrimenti gli fanno casini, ma che dall'edizione precedente cambiano solo per la copertina.
    - Libri inutilizzati quasi al 100% o comunque sottoutilizzati (non dico tutti ma quasi, e questo capitava pure a me tanti anni fa)
    - libri il cui contenuto vale meno della carta su cui è stampato (addirittura errori madornali, capitato a mio figlio in prima media)
    - Prezzi che nulla hanno a che vedere col reale valore del testo, ma tanto sono "obbligatori"......

    Non so come funzioni all'Università, perché io purtroppo ci sono solo passato davanti in macchina, ma fino alle superiori ho avuto modo di vedere che da quando andavo a scuola io nulla è cambiato.

    Ora si vuol trasferire tutti i testi in formato digitale "per risparmiare carta", intanto il risultato sarà solo quello di vendere lo stesso fumo con un costo di produzione infinitamente minore, vendere apparecchi che saranno già vecchi appena acquistati e nelle case piano piano il bel profumo della carta stampata andrà scomparendo. E con quel profumo, mi sa, anche un po' di voglia di leggere, che già è sempre troppo poca.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura