User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: L'ipocdrisia

  1. #1
    utente divino
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Messaggi
    18,668
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    L'ipocdrisia

    Lasciate l'essere umano libero di scegliere tra una verità ed una lieta menzogna; quasi certamente opterà per la seconda. Ma sceglierà ancora la seconda tra una verità lieta e una molto lieta, e se necessario preferirà una menzogna ben aggiustata ad una verità scomoda.. A volta ci sono perfino mezze verità che avallano felicemente un inganno.
    Questo lo ha capito il marito di una mia vecchia conoscenza.
    La tradisce da vent'anni con una regolarità quasi metematica. Ogni sabato va fuori con gli amici (leggi night) dove ha le sue relazioni periodiche, lei però preferisce credere che il marito faccia la partitella amichevole, che goiustifica le piccole perdite di denaro, anche se torna con strani profumi addosso. Preferisce credere che usi il Porsche anzichè l'utilitaria perchè è più confortevole e fa più bella figura con gli amici. Pazienza se ogni tot il marito rierntra all'alba per strani guasti al motore. Preferisce credere addirittura, un paio di volto che l'ha colto in flagrente, che il marito soccorra con gentile premura alcune signore con l'auto in panne, tutte avvenenti, con accento straniero che non sanno cavarsela senza un aiuto........
    Pare che invece non abbia capito nulla un altro amico che dopo 10 anni di felice matrimonio, ha avuto un'avventuretta durante un viaggio di lavoro in Bielorussia.....
    Nonostante tutti gli dicessero di non fare parola con la moglie ma di comprendere che il suo senso di colpa doveva farlo diventare un uomo più certo del valore della moglie, ha deciso di confessarle tutto.
    La sera ha trovato le valigie davanti alla porta!
    Se la sincerità è tenuta in conto di virtù, paga davvero male! Non esiste un "figliuol prodigo" nella realtà, poichè da molte reazioni viene incentivata l'ipocrisia e la menzogna.
    Non voglio fare moralismo spicciolo, non infastidisco moralmente le persone con la pretesa di doveri inattuabili, voglio solo invitare ad una corretta valutazione dei fatti.
    Lo chiedo come domanda sinceramente preplessa, dovremo riconoscere all'ipocrisia ed alla menzogna quello stato di valori di cui buon senso e ragione la priverebbero?
    Se un valore contribuisce alla coesione nella società umana, allora la verità è solo una delle possibilità?
    Strano come spesso l'ipocrisia unisca e la sincerità divida...........bella forza direte voi, si mente e si prospetta a chi valuta una realtà sistemata e preparata a dovere; è vero ma non è forse così che vanno le cose? Ripeto lo domando perchè pare che chi professi la sincerità finisca come i cane nel deserto.
    Non mi fermo all'analisi utilitaristica però, mi affido anche alla razionalità. La sincerità non potrebbe diventare una intrusione nella sfera personale di qualcuno? Dire ad una persona che è tradita o che qualcuno tradisce le sue aspettative è amicizia, senso di equità o delazione?
    In fondo se vediamo una persona conosciuta agghindata e curatissima ma resta una botte per errore di scelte estetiche su quale base di virtù decidiamo di dirglielo, o magari come mai non glielo diciamo certe che la sincerità verrebbe presa per atteggiamento malevolo? Oppure far notare ad un collega che disquisisce di alti concetti che dovrebbe usare più dentifricio e alitare meno nelle sue concioni sarebbe corretto?
    Sarà una questione oziosa quella che affronto, ma andiamo verso una società ed una realtà in cui la sincerità pare più un fardello oneroso che una virtù specchiata. L'idea sarebbe che si paghi per le proprie menzogne o inganni, ed a volte accade, ma quante volte paghiamo a caro prezzo anche la nostra sincerità o quella che ci viene confessata!!
    Questo non cambia ovviamente la preferenza verso la sincerità e la trasparenza, ma bisognerebbe che la verità fosse l'usuale forma di rapportarsi e non una virtù, spesso pericolosa per chi la professa, in un mondo di ipocrisia spesso premiata.
    Il Re è nudo, ma ci vuole l'innocenza di un bambino, perchè lo si possa dire ad alta voce!
    Bruja

  2. #2
    Utente ascendente L'avatar di Mari Lea
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    7,396
    Mentioned
    28 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Io credo poco alle belle addormentate,
    noi donne, diciamocelo sinceramente, abbiamo certe antennine... e quando lo vogliamo, andiamo fino in fondo per sapere... Altre volte non vogliamo sapere niente per svariati motivi (anche inconsci)... e allora è bene non sapere nulla.
    Lea

  3. #3
    Utente OGM Oldie
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    5,269
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Il dramma si presenta quando nonostante tu sia una persona che vuol vederci bene ..che vuole affrontare la realtà.... incontri uno così bravo a nasconderla....che ti fa vivere la realtà che vuole lui..................................... ............................

  4. #4
    utente divino
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Messaggi
    18,668
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    appunto.....

    L'ipocrisia è a tutto campo, c'è quella in entrata, quando si vengono a sapere o si presumono certe cose, e quella in uscita quando ci stanno bene o semplicemente ce le hanno presentate talmente credibili che passano inosservate............. ma siamo di fronte comunque a delle ipocrisie, tipi diversi, imposte o subite, ma sempre ipocrisie!
    Bruja

  5. #5
    Leila
    Ospite

    Ciao splendida "strega"!

    Citazione Originariamente Scritto da Bruja Visualizza Messaggio
    Il Re è nudo, ma ci vuole l'innocenza di un bambino, perchè lo si possa dire ad alta voce!
    Nei rapporti affettivi, che siano d'amore o d'amicizia, credo che conservare il candore dei bambini sia quanto di meglio si possa fare.
    Mentire in questi contesti, significa scavare buche sulla strada che poi noi stessi si percorrerà.
    Una verità scomoda crea di sicuro un momento di disagio e di difficoltà, ma offre come contropartita, per chi sa e vuole coglierla, la preziosa possibilità di una conoscenza reale, di un sentimento fondato su una consapevolezza autentica.

  6. #6
    utente divino
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Messaggi
    18,668
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Leila

    Citazione Originariamente Scritto da Leila Visualizza Messaggio
    Nei rapporti affettivi, che siano d'amore o d'amicizia, credo che conservare il candore dei bambini sia quanto di meglio si possa fare.
    Mentire in questi contesti, significa scavare buche sulla strada che poi noi stessi si percorrerà.
    Una verità scomoda crea di sicuro un momento di disagio e di difficoltà, ma offre come contropartita, per chi sa e vuole coglierla, la preziosa possibilità di una conoscenza reale, di un sentimento fondato su una consapevolezza autentica.
    La tua sarebbe la strada auspicabile...... ma pochi sono disposti a pagare per la vera conoscenza e consapevolezza. Quando si riesce ad averle, è con loro che il rapporto relazionale si deve confrontare continuamente e serve amore, molto amore per gestirlo.
    Bruja

  7. #7
    utente arcangelo
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    41,384
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Red face non so...

    Premetto che ..non so più niente ..che non ho più certezze...
    Credo che si può impostare il rapporto sulla chiarezza la sincerità e la lealtà..ma poi bisogna pagarne il prezzo..
    Mi spiego..la sincerità..la trasparenza obbliga a dire quel che si pensa e ..si fa o ci si astiene da fare...
    Ma poiché non si ha voglia di astenersi dal fare..si tace e si manda a farsi benedire la trasparenza per non far del male, per non causare un dolore (è il caso del traditore che tace e si gestisce da solo i sensi di colpa..tanto apprezzato) o per riservarsi di "fare" ancora..ancora e ancora...e questa è ipocrisia..
    Io non apprezzo chi tace perché la motivazione è più frequentemente la seconda
    Per quanto riguarda le vittime della menzogna ..poiché mi trovo tra queste...può essere che siano ipocriti che non vogliono vedere o anche che vedono, ma tacciono ..aspettando che passi la tempesta...per evitare di parlare di cose di poca importanza (episodiche "vacanze") che se esplicitate diventerebbero importanti e devastanti...o che proprio non vedono (è il mio caso) per totale fiducia e forse un pizzico di presunzione..sia nel senso di ritenersi migliori delle persone possibili..sia nel senso di presumere delle cose.
    Mi basavo infatti su dei princìpi: 1 che l'amante deve essere meglio della moglie...anche se avevo sperimentato che ero stata ricercata come amante da chi aveva una moglie splendida...o che 2 dovesse esserci un motivo di pesante disagio nel rapporto o 3 fosse nata una grande passione per l'amante...per rischiare di mettere in pericolo tutte le sicurezze e affetti di una vita
    Tutti i princìpi non erano validi.

  8. #8
    utente divino
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Messaggi
    18,668
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Persa.....

    E' proprio quando vediamo le nostre certezze ed i nostri principii destabilizzati che dobbiamo fare i conti non solo con la delusione esterna ma anche con quella interna, la presunzione che quello che non potevamo credere è invece avvenuto oltre ogni nostra previsione. L'inganno, nello specifico il tradimento, ci obbliga a rielaborare la nostra visuale verso gli altri,e quel che è più pesante, verso noi stessi. Se siamo positivi assistiamo alla disillusione che riassetta spiacevolmente la nostra prospettiva, se negativi andiamo direttamente in crisi per aver posto nell'unione e nella relativa riuscita lo scopo della nostra vita!
    Resta sempre e comunque una notevole gatta da pelare, ed in mezzo ci si infila in modo trasversale l'ipocrisia, spesso ammantata di buone intenzioni!
    Bruja

Permessi di Scrittura