User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

Discussione: Convenienza o rassegnazione?

  1. #1
    Utente Affezionato Oldie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    152
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Convenienza o rassegnazione?

    Ciao a tutti sono Pino.
    Secondo voi si può rimanere con la moglie e i figli per convenienza oppure per rassegnazione?
    Io attualmente sto con mia moglie( che penso che come minimo un bacio le sia scappato con uno quest'estate) per rassegnazione oppure per convenienza perchè io al limite vorrei separarmi ma ho due figli e penso che poi sia tutto un casino.
    Lei dice e mi scrive di amarmi e me lo dimostra anche tutti i giorni,
    ma io vivo purtroppo di rancori mai sopiti di 15 anni di matrimonio, ogni discussione è una lite,poi ci si ama, am io non sono felice come una volta,
    lei non mi lascerebbe mai e attulamente non cerca nessun 'altro ma solo me.
    Io se mi capitasse l'occasione frei l'uomo ladro,ma penso a come sarebbe la mia vita senza di lei e i bambini,probabilmente peggiorerebbe per il fatto finanziario e sentimentale,ho anche i genitori malati e casini sul lavoro.
    Quando siamo soli sto ancora bene con lei,ma quando sono solo penso e ripenso alle sua bugie e come il tempo mi stia sfuggendo via, ho 41 anni.
    Sono rassegnato,sto perchè penso che sia il meno peggio dei mali ma non mi sento bene.


    Un saluto a tutti voi.

    Pino

  2. #2
    Ari
    Ospite
    Ciao Pino,
    la vita è tua, avolte ce lo dimentichiamo. Se non stai bene, se vivi di rancori, se pensi che potrebbero esserci altre donne per te.... la risposta è già scritta in queste righe.
    Nessun essere umano (uomo o donna che sia) deve rassegnarsi a quello che ha se non sta bene.
    Hai scritto che magari potrebbe andare peggio economicamente e sentimentalmente, non lo puoi sapere. Magari no, magari va decisamente meglio o addirittura così tanto che non potevi neanche immaginare di poter essere ancora così felice.
    Daltronde hai due possibilità:
    1) quella di ora, ossia stando così sai come stai e non stai bene.
    2) lasciandovi potresti stare decismanete meglio, oppure potresti trovare qualcuno con cui non starai ancora bene, ma con sempre davanti a te mille altre possibilità di stare bene davvero.

    Un bacio

    P.S. ti prego, non usare i figli come scusa.....

  3. #3
    Utente Figo Oldie L'avatar di Old Nadamas
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    genova
    Messaggi
    452
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    per Pino

    ciao Pino, mi sembri molto confuso, il mio suggerimento è di rimanere con la tua familgia e di cercare di essere più sereno.

  4. #4
    Utente Accolto Oldie
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    6
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    a Pino

    "ma io vivo purtroppo di rancori mai sopiti di 15 anni di matrimonio, ogni discussione è una lite,poi ci si ama, am io non sono felice come una volta"


    Caro Pino, parti da questa frase e cerca di capire cosa realmente significa .... io ci sono passato e mi rendo conto solo ora che i rancori e le incomprensioni erano per cose di poca importanza; alle volte l'orgoglio, le ripicche, si scatenano e si innescano per delle sciocchezze.
    Il consiglio che posso darti è di guardare dentro di te e tua moglie, prendendo tutto il tempo che ti è necessario, provando a riconquistare il dialogo e la fiducia; se ci riuscirete sarete molto più felici di prima, mentre se fallirete non avrai rimpianti per non averci almeno provato.
    Un abbraccio

  5. #5
    Utente Affezionato
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    a casa di una sirena
    Messaggi
    351
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    per il momento

    resta a casa, ma cerca di capire bene cosa vuoi fare della tua vita...cosa provi per tua moglie e per la vs famiglia.
    cerca di non litigare con lei, metticela tutta a star bene, i momenti di scoramento passano. non conosco benissimo la tua storia ma dalle tue parole assomiglia un pò alla mia al contrario...rimettitetevi alla prova e se proprio non va bene, solo allora vai per la tua strada, lo so è terribile per i figli ma meglio un "padre lontano" e sereno che uno in casa sempre arrabbiato e di cattivo umore...
    in bocca al lupo

    solidarmente
    lilith

  6. #6
    utente arcangelo
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    41,384
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Wink poveri uomini!!!

    Citazione Originariamente Scritto da Pino
    Ciao a tutti sono Pino.
    Secondo voi si può rimanere con la moglie e i figli per convenienza oppure per rassegnazione?
    Io attualmente sto con mia moglie( che penso che come minimo un bacio le sia scappato con uno quest'estate) per rassegnazione oppure per convenienza perchè io al limite vorrei separarmi ma ho due figli e penso che poi sia tutto un casino.
    Lei dice e mi scrive di amarmi e me lo dimostra anche tutti i giorni,
    ma io vivo purtroppo di rancori mai sopiti di 15 anni di matrimonio, ogni discussione è una lite,poi ci si ama, am io non sono felice come una volta,
    lei non mi lascerebbe mai e attulamente non cerca nessun 'altro ma solo me.
    Io se mi capitasse l'occasione frei l'uomo ladro,ma penso a come sarebbe la mia vita senza di lei e i bambini,probabilmente peggiorerebbe per il fatto finanziario e sentimentale,ho anche i genitori malati e casini sul lavoro.
    Quando siamo soli sto ancora bene con lei,ma quando sono solo penso e ripenso alle sua bugie e come il tempo mi stia sfuggendo via, ho 41 anni.
    Sono rassegnato,sto perchè penso che sia il meno peggio dei mali ma non mi sento bene.


    Un saluto a tutti voi.

    Pino
    In quello che hai detto (e se ricordo bene anche in altri tuoi interventi..ma non sono ancora andata a ricercarli..e ti chiedo scusa..normalmente mi documento meglio prima di parlare..) io vedo solo un'enorme ..grandiosa ..gigantesca ..debordante fragilità maschile..
    TU NON STAI MALE IN FAMIGLIA, NEL MATRIMONIO E NEMMENO NEL RAPPORTO CON TUA MOGLIE..anzi ..dici..stai bene.
    Allora cos'è che ti crea problema? La ferita di non sentirti più l'unico uomo che tua moglie possa considerare ..e questa ferita continua a sanguinare.. Ma il "tradimento" di tua moglie è stato ben poca cosa ..è stato qualcosa che se compiuto da un marito sarebbe stato classificato come un episodio senza importanza ..una tentazione non colta!! Siamo ancora nella doppia morale per cui un uomo può e una donna ..e soprattutto la MIA donna..non può nulla ..qualsiasi debolezza è inaccettabile! Guarda che la ferita che tanto ti fa soffrire è una puntura di spillo..sei tu con la tua insicurezza che continui a metterci il dito e a farla sanguinare...
    Cerca di ridimensionare.. Leggi (solo per fare un esempio) i recenti interventi di Soleluna69al ...lo ritieni un traditore? No di certo ..ha avuto "solo" pensieri di evasione ..non ha fatto nulla..anzi ha "nobilmente" resistito ..già e tua moglie ..che ha fatto? E SOPRATTUTTO quel che ha fatto ha lasciato in lei segni per cui percepisci che non ti ama più ? No? E allora !!! La vita te la stai rovinando da solo!!

  7. #7
    Utente Affezionato Oldie
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    158
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Effettivamente, caro Pino, sembri piuttosto confuso.

    Io ancora non ho capito qual è la cosa più vera tra:

    1- Il tuo amore per tua moglie si è assopito
    2-Il tuo amore per lei è ancora forte, ma non sei sicuro del suo
    3- La scottatura di ciò che ha fatto tua moglie (ma che ha fatto?) brucia
    4-Il tuo desiderio di evadere per semplice insoddisfazione personale

    Sai rispondermi?

    Légère

  8. #8
    Utente Affezionato Oldie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    152
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Persa/Ritrovata
    In quello che hai detto (e se ricordo bene anche in altri tuoi interventi..ma non sono ancora andata a ricercarli..e ti chiedo scusa..normalmente mi documento meglio prima di parlare..) io vedo solo un'enorme ..grandiosa ..gigantesca ..debordante fragilità maschile..
    TU NON STAI MALE IN FAMIGLIA, NEL MATRIMONIO E NEMMENO NEL RAPPORTO CON TUA MOGLIE..anzi ..dici..stai bene.
    Allora cos'è che ti crea problema? La ferita di non sentirti più l'unico uomo che tua moglie possa considerare ..e questa ferita continua a sanguinare.. Ma il "tradimento" di tua moglie è stato ben poca cosa ..è stato qualcosa che se compiuto da un marito sarebbe stato classificato come un episodio senza importanza ..una tentazione non colta!! Siamo ancora nella doppia morale per cui un uomo può e una donna ..e soprattutto la MIA donna..non può nulla ..qualsiasi debolezza è inaccettabile! Guarda che la ferita che tanto ti fa soffrire è una puntura di spillo..sei tu con la tua insicurezza che continui a metterci il dito e a farla sanguinare...
    Cerca di ridimensionare.. Leggi (solo per fare un esempio) i recenti interventi di Soleluna69al ...lo ritieni un traditore? No di certo ..ha avuto "solo" pensieri di evasione ..non ha fatto nulla..anzi ha "nobilmente" resistito ..già e tua moglie ..che ha fatto? E SOPRATTUTTO quel che ha fatto ha lasciato in lei segni per cui percepisci che non ti ama più ? No? E allora !!! La vita te la stai rovinando da solo!!
    Carissima forse hai centrato il bersaglio....
    non so che dire ho poche parole
    Grazie

  9. #9
    utente arcangelo
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    41,384
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Wink grazie

    Citazione Originariamente Scritto da Pino
    Carissima forse hai centrato il bersaglio....
    non so che dire ho poche parole
    Grazie
    ...è che di ferite ..me ne intendo ...io le ho avute vere ..!
    Ti abbraccio

  10. #10
    Utente Esperto Oldie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    roma
    Messaggi
    1,663
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Caro pino brutta età la nostra...41 come te. Da un lato la voglia di mandare tutto all'aria e di ricominciare, vuoi per un matrimonio che non ci rende felici, vuoi per rancori sopiti etc. dall'altro, i bimbi piccoli, la paura di perdere la stabilità affettiva ed economica...io sono per la coerenza. Prendi tempo, non c'è fretta. Nadamas ti da il consgilio di un uomo grande, che oramai ha superato la fase del lancio nel buio. Io posso dirti che forse se non lo fai adesso non lo faria più. PErò prendi tempo, non hai un reale motivo che ti sta mettendo fretta, no?

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Caso Fiat: dagli aiuti di Stato alla convenienza speculativa
    Di Mari' nel forum Disquisizioni culturali
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 16/01/2011, 14:04
  2. Caso Fiat: dagli aiuti di Stato alla convenienza speculativa
    Di Mari' nel forum Disquisizioni culturali
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 16/01/2011, 14:04
  3. Giustizia e convenienza ...
    Di oscuro nel forum Mondo Reale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 14/10/2010, 17:57

Permessi di Scrittura