User Tag List

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 25

Discussione: Un consiglio...

  1. #1
    Non registrato
    Ospite

    Unhappy Un consiglio...

    E' capitato di nuovo.
    Sposata da 8 anni, un bimbo di due anni e mezzo ed uno in arrivo.... un marito presente e premuroso, attento a me ed alla famiglia.
    Eppure l'ho tradito con la mia migliore amica per di più incinta pure lei. E' incominciata come la più bella delle amicizie tra due persone che hanno molto in comune ed è finita in un tradimento dei rispettivi partners.
    Purtroppo seguente ad una sbandata sentimentale anche se non vissuta così intensamente presa quattro anni fa e scoperta. Amo mio marito ed adoro la mia famiglia, ho desiderato questo figlio che porto in grembo. Stasera lui mi ha confessato di essersi accorto di questo mio legame ed ha deciso di separarsi. Non lo so perchè ma non mi spettavo questa reazione legittima ovviamente e mi sono resa conto che nulla è più importante per me che rimanere con il padre dei miei figli.
    Temo che sia troppo tardi....
    E la cosa più triste è che non riesco a trovare in me stessa un reale motivo per cui l'istinto mi abbia spinto nell'inferno.... forse per sempre.

  2. #2
    Non registrato
    Ospite

    x Un consiglio...

    Degenerata.

  3. #3
    Utente Karmico
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    20,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Stiamo calmi

    Personalmente gli anonimi "NON REGISTRATI" che sparano insulti mi fanno incazzare A voi no?!

    Passando alla nostra amica, benvenuta, innanzitutto!

    Che una donna incinta abbia una storia d'amore omosessuale alternativa al matrimonio un pochino mi stupisce....ma alla fine mi sono imposta di capire che, in amore e dintorni, ogni geometria è possibile.

    Ahimé, purtroppo tu sei recidiva, e quindi il marito non capirà facilmente.

    Non solo. Ma c'è nei tuoi tradimenti una componente "casuale" (il primo, quattro anni fa, "non era così importante", il secondo è nato come una amicizia "trasgressiva"...ma non mi pare di leggere nelle tue parole la voglia di rifarti una vita con questa persona...una vita che sarebbe pesantemente diversa da quella attuale, visto che sareste una coppia gay....)
    che francamente mi spinge a pensare che tuo marito sia davvero disarmato di fronte a questa tua inquietudine esistenziale.

    Penso a dettagli. Te, con il pancione dove riposa il figlio tuo e di tuo marito, che fai l'amore con una donna. E' un immagine pesante, consentilo. E' un tradimento viscerale di un'unione, qualcosa di molto fisico, che non posso pensare tu abbia affrontato per mera noia o voglia di trasgressione.

    Mi dai l'impressione, ma sicuramente sbaglierò, di una persona che fatica ad accettare la realtà famigliare, la routine.

    Penso quello sia il tuo peccato capitale.

    In questo senso, fossi tuo marito difficilmente troverei dentro di me la forza di fare ancora il cammino con una compagna così "svagata" e inquieta, magari pur volendoti un bene dell'anima.

    Non penso che il problema sia convincerlo a darti un'altra chance: penso che forse,se non fosse che per amore dei figli, ci riusciresti. Il problema è : cosa vuoi dalla tua vita? E cosa pensi di fare per non "inciampare" di nuovo in situazioni così ingombranti, e un filo grottesche?

    Un bacio, ti penso

  4. #4
    Utente Affezionato Oldie
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    149
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Degenerata

    Verena guarda che non registrato si riferiva a se stesso. E' talmente evidente! Possibile che non l'hai capito? Quindi non merita nemmeno la tua incazzatura. Lo vedi a cosa portano le gabbie mentali di chi pensa di aver capito tutto e poter giudicare gli altri? Alla degenerazione.
    Quanto alla nostra amica, ha probabilmente scoperto un lato di se stessa che non conosceva ma che difficilmente può conciliarsi con uno schema familiare tradizionale. Mi sembra però di capire che lei sarebbe disposta a chiudere l'altra relazione. La reazione di suo marito è comprensibile. Anche se avesse deciso di darle un'altra possibilità, quanto e come sarebbe andata avanti una storia intaccata dal tarlo del tradimento? Mi viene però da pensare che la moglie è in un momento di estrema vulnerabilità e che sta mettendo al mondo il proprio figlio. Dunque la posizione di questo futuro padre è davvero molto, molto complicata. Mi chiedo cosa avrei fatto io al suo posto. Il tradimento lo si capisce solo passandoci, forse il fatto che in mezzo vi sia anche l'omosessualità non è così rilevante, o forse sì. Forse questa è la forma meno aberrante di tradimento, perché dall'altro il partner prende ciò che tu mai potrai dargli. Non trovo risposte. Penso che dovrei passarci.

  5. #5
    Non registrato
    Ospite

    Tutt'altro che stupita

    Ciao, sono Diana.
    Vi sembrerà strano, ma io non trovo l'esperienza così sconvolgente, non più di altre, per lo meno.
    E sinceramente non credo neanche che tu sia giunta ad un punto di non ritorno.
    Per esperienza personale ( parlo da donna) ho sperimentato (pur senza coinvolgimento sessuale), che il confine che delimita l'amicizia e l'amore per una donna, può essere molto labile. Credo che in determinati momenti questo confine non esista.
    Ciò accade soprattutto in momenti particolari della propria femminilità, quali l'adolescenza e a appunto la gravidanza, durante i quali si può avere una sessualità non dico fuori dagli schemi, ma più sfumata, più morbida.
    Dici che esperienze del genere ti sono già capitate: forse questo é il tuo modo di vivere l'erotismo.Sicuramente dovresti provare a spiegarlo a tuo marito, visto che sei intenzionata a non perderlo.
    Non credo che lui sia sconvolto dal tradimento, ma da una dimensione di te che non controlla e che non controllerà mai.
    Ci sono matrimoni che poggiano su equilibri ancora più difficili del vostro. Non é una certezza, ma una intuizione. Prova.Diana

  6. #6
    Fedifrago
    Ospite
    Entrare nel merito di come ognuno di noi vive la sua sessualità è sempre impresa ardua.
    Certamente tu sei bisex (anche se non è chiarissimo se l'altro episodio di tradimento riguardava sempre una donna..) e credo che su questo dovresti accentrare l'attenzione di tuo marito. Ovvero è questo che lui può o non può accettare. E forse tu stessa dovresti chiederti se è così o se la componente omosessuale è prevalente in te.
    Se lui riesce ad accettarlo credo possa esserci qualche speranza di ricostruzione, ovviamente su una base diversa rispetto all'icona di famigliola tradizionale.
    Se x lui invece questo è inaccettabile non credo si possa porre rimedio a nulla.
    L'importante è che lui capisca che non è lui causa della ricerca all'esterno di "emozioni" forti o diverse, ma che questa è parte di te.
    Come si dice...o prendi tutto il pacchetto o nisba.

    Un abbraccio cmque a te e al pancione!

  7. #7
    Utente Accolto Oldie
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    9
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Degenerata

    Grazie Albatros, Verena67 della vostra comprensione. Grazie anche a chi ha commentato con una unica frase la mia situazione senza avere il coraggio di riflettere. Ringrazio i primi due amici che pur vivendo "dall'altra parte" la mia storia, hanno avuto parole sincere e non giudizi immediati per me.
    La mia amicizia speciale, è nata ed è cresciuta negli anni come una normale amicizia, fatta delle complicità che possono legare due donne nella gestione dei problemi quotidiani e dei propri caratteri. Ed all'improvviso, forse od in maniera inconsapevole si è trasformata.... Ma quanto è accaduto, ha dato un calcio alla fisicità del rapporto, è ovvio. Senza però poter cancellare, e quello nulla lo potrà fare, il grande affetto che provo e proverò per sempre per lei. Non voglio e non posso nemmeno immaginare una vita familiare gay, non mi interessa.
    Non riesco a trovare le motivazioni per cui tutto tra noi è cambiato. Forse dovrei scrivere mille righe e vi annoierei. Probabilmente Verena ha ragione. Ho paura della routine, forse non sono una donna da sposare. Ma credetemi non ho mai smesso di voler bene a mio marito, in ogni momento di questa vicenda. Non lo so come procederà questa ingarbugliata tragedia, so solo che mai mi sono sentita vuota come in quest giorni. L'unica cosa per cui riesco a guardare avanti sono i miei bimbi. E cerdetemi non è pura retorica.
    Scusate la brevità del messaggio ma questi sono istanti rubati.
    Vi voglio bene, amici. Non lasciatemi sola.

  8. #8
    Utente Accolto Oldie
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    9
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Ancora io

    Diana e Fedifrago, leggere i vostri messaggi che sono stati scaricati solo ora, mi danno altri spunti di riflessione......... Grazie.

  9. #9
    Utente Accolto Oldie
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    9
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    A Fedifrago

    Ci ho riflettuto su, e molto.
    Sono convinta di non essere bisex perchè la mia esistenza è costellata di amicizie femminili e mai ho provato la benchè minima attrazione nei confronti di alcuna di loro pur sviluppando legami anche molto profondi di complicità. Ma con Lei è stato diverso. Mi è stata al fianco in momenti diversi della mia vita, nella luce e nella tristezza, è stata un supporto importante nella crescita del mio bambino, mi ha sollevata nelle crisi come un uomo, perdonatemi la presunzione, non può fare semplicemente per il fatto di non poter essere madre. E questo sentimento già così grande, si è trasformato. Non lo so se mio marito potrebbe capire anche se tentassi di spiegare. Mi ha detto: " per te deve essere morta". Ma un sentimento non è un foglio di carta che cancelli con una gomma. E' scritto con inchiostro indelebile. E può modificarsi e cambiare, ma non sparire. Vorrei tanto che lo comprendesse perchè posso fingere di dimenticare l'affetto immenso che provo per lei ma non è così. Come non posso e non voglio negare quel che provo per mio marito. E' così complicato sul serio? Aiutatemi, vi prego.......

  10. #10
    Utente Affezionato Oldie
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    149
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arcana imperi

    Lei ti ha sollevata dalla crisi come un uomo non può fare. Che non sia questo uno dei punti chiave della tua storia? L'amicizia, la complicità e infine, ma forse dovrei dire soprattutto, il sostegno nel tuo ruolo di madre che ti ha dato questa donna, forse ti hanno portato a darle te stessa non solo nei pensieri ma anche nella tua fisicità. Ha ragione Diana, l'amicizia e l'amore, quando l'amicizia è totale e totalizzante, spesso hanno confini labili. O non ne hanno. Per quello che riesco a leggere nelle tue frasi mi sembra di capire che il sesso e le sue regole sono secondari rispetto al sentimento che provi per lei di cui ne sono solo un completamento e una manifestazione. Tuttavia, per arrivare ad avere un rapporto omosessuale, in qualche modo il tuo corpo, il tuo cuore e la tua mente devono poterlo accettare. Io ho due amici con cui sono legato profondamente, ma non riesco nemmeno ad immaginare di poterci avere un rapporto. Uno dei due è gay e dopo molti anni di amicizia mi ha confessato che in un lungo periodo della sua vita mi ha desiderato, talmente si sentiva in sintonia con me e con la mia sensibilità. Io, cercando di essere più delicato possibile, gli ho fatto capire in modo perentorio che per me una manifestazione di amore sul piano fisico con lui sarebbe stato impossibile. Siamo sempre legatissimi, ma questo discorso non è più uscito fuori. Il mio amore per questi due veri amici lo manifesto in tutti i modi possibili, tranne che nel sesso. Certo tu hai condiviso sensazioni e affrontato difficoltà di cui io non posso avere esperienza e che nemmeno posso comprendere fino in fondo, tuttavia credo che la tua natura, come dice Fedifrago, non sia solo eterosessuale. Anche se non credo che l'etichetta di bisex possa fare al caso tuo. Probabilmente no, visto che non sei attratta dalle donne in condizioni normali, come penso invece ti accada con gli uomini.
    Il punto, tuttavia, non credo sia questo. Il punto è sempre quello: il tradimento. Quello che tuo marito ti chiede lo capisco bene: cancellare tutto. E' una utopia che solo l'amore ferito può spingere a chiedere all'altra persona. L'ho fatto anche io. Penso lo faccia chiunque sia stato tradito e ami davvero il coniuge che ha traditro. Ma tu cosa hai cercato in quest'altra donna che tuo marito non può darti? Sostegno nella maternità? Allora è come se avessi tradito te stessa. Scusi tuo marito e chiudi le porte ad ogni discorso su di lui dicendo che lei ti ha dato sostegno laddove un uomo mai potrebbe per il semplice fatto che mai potrebbe essere madre. Dunque hai cercato in lei qualcosa che manca a te? Se così fosse, cosa ti manca? Come madre, intendo. Perché ti sei legata così tanto a qualcuno che ti ha sollevata dalle crisi nel tuo ruolo di madre?
    Forse questo potrebbe essere uno dei punti su cui riflettere. E oltre non posso andare, perché mi rendo conto che mi sto muovendo su un terreno che per un uomo è minato. Io fatico a comprendere il mio essere padre, figurarsi se posso sperare di andare a lumeggiare il pianeta della maternità, a sua volta parte di un sistema solare, quello della femminilità, che pur affascinandomi non mi ha mai permesso di mettere a fuoco alcunché! Arcana imperi.

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Consiglio..
    Di Old Errori nel forum Confessionale
    Risposte: 60
    Ultimo Messaggio: 24/02/2009, 19:15
  2. consiglio
    Di Old disperata80 nel forum Confessionale
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 22/10/2007, 19:48
  3. Consiglio
    Di Old Fax nel forum Confessionale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 03/09/2007, 19:43
  4. Un consiglio....
    Di Old susyna nel forum Confessionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 27/02/2006, 18:42

Permessi di Scrittura