User Tag List

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 36

Discussione: Me ne vado ... ma anche no

  1. #1
    Utente Affezionato
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    181
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Me ne vado ... ma anche no

    Era metà Novembre quando scrissi su questo forum di aver preso la decisione: l’avrei lasciato, me ne sarei andata…
    Era il capolinea. Ero convinta.
    Ero convinta di esserne convinta.
    E invece sono ancora dov’ero prima. Fisicamente e psicologicamente. E non so perché.
    Non so perché dentro di me continuino ad esserci 2 persone:
    quella che continua a stare male, che piange , che è come intrappolata in questo rapporto, che è a terra, debole, ferita e che, in sostanza, non ce la fa a lasciarlo….
    e quella incazzata nera, con accessi d’ira, che vorrebbe ucciderlo dopo lunga tortura, che lo disprezza, che lo detesta, che, in sostanza, di un uomo e di un rapporto così non sa cosa farsene…

    ?

    Perché, dopo oltre un anno,
    Zeeva1 ha realizzato che l’uomo con cui vive è un piccolo essere meschino, bugiardo, presuntuoso ed egoista ed il (i) tradimento (i), i vari altri problemi, sono solo frutto di questo atteggiamento che lui ha nei confronti di tutti e sicuramente ha da molto, molto tempo (se non da sempre)e che, quindi, non lo ama più, lo disprezza ed una vita con un uomo così può solo essere un inferno…
    …ma Zeeva2 è ancora qui a torturarsi, a non dormire, a farsi venire 200 malattie psicosomatiche e non ce la fa a fare armi e bagagli ed andarsene fuori dalle palle

    ?

    Non abbiamo figli, non siamo sposati, non abbiamo interessi lavorativi o finanziari in comune. Ho una casa di proprietà (non questa dove abito ora), una rendita ed un piccolo capitale da parte, non temo la solitudine e comunque non farei fatica a trovare compagnia (in tutti i sensi)…
    Cosa, allora, mi lega a quest’uomo che sento di non amare più? Sto forse mentendo a me stessa senza rendermene conto? Cosa non riesco a capire?
    Credo siano emersi lati del mio carattere che non conoscevo e che non riesco ad accettare e questo mi disorienta ancora di più.

    Ho la stima di me stessa ai minimi storici!

  2. #2
    Utente Esperto L'avatar di tesla
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    1,621
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    non si accetta la sconfitta credo e si deve metabolizzare, rimanendo come un guerriero a capo chino su un campo di battaglia cosparso di macerie fumanti e cadaveri.
    ho scoperto che prima di accettare le macerie e andarsene, bisogna guardarle lungamente e lungamente riflettere, fissare l'orrore nella memoria.
    accettarlo, farsene una ragione, palleggiarselo fra le mani e nella mente.
    poi un bel giorno quando si è saturi si prende e si va'.

  3. #3
    Utente Epico L'avatar di Eretteo
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    2,151
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Zeeva Visualizza Messaggio
    Era metà Novembre quando scrissi su questo forum di aver preso la decisione: l’avrei lasciato, me ne sarei andata…
    Era il capolinea. Ero convinta.
    Ero convinta di esserne convinta.
    E invece sono ancora dov’ero prima. Fisicamente e psicologicamente. E non so perché.
    Non so perché dentro di me continuino ad esserci 2 persone:
    quella che continua a stare male, che piange , che è come intrappolata in questo rapporto, che è a terra, debole, ferita e che, in sostanza, non ce la fa a lasciarlo….
    e quella incazzata nera, con accessi d’ira, che vorrebbe ucciderlo dopo lunga tortura, che lo disprezza, che lo detesta, che, in sostanza, di un uomo e di un rapporto così non sa cosa farsene…

    ?

    Perché, dopo oltre un anno,
    Zeeva1 ha realizzato che l’uomo con cui vive è un piccolo essere meschino, bugiardo, presuntuoso ed egoista ed il (i) tradimento (i), i vari altri problemi, sono solo frutto di questo atteggiamento che lui ha nei confronti di tutti e sicuramente ha da molto, molto tempo (se non da sempre)e che, quindi, non lo ama più, lo disprezza ed una vita con un uomo così può solo essere un inferno…
    …ma Zeeva2 è ancora qui a torturarsi, a non dormire, a farsi venire 200 malattie psicosomatiche e non ce la fa a fare armi e bagagli ed andarsene fuori dalle palle

    ?

    Non abbiamo figli, non siamo sposati, non abbiamo interessi lavorativi o finanziari in comune. Ho una casa di proprietà (non questa dove abito ora), una rendita ed un piccolo capitale da parte, non temo la solitudine e comunque non farei fatica a trovare compagnia (in tutti i sensi)…
    Cosa, allora, mi lega a quest’uomo che sento di non amare più? Sto forse mentendo a me stessa senza rendermene conto? Cosa non riesco a capire?
    Credo siano emersi lati del mio carattere che non conoscevo e che non riesco ad accettare e questo mi disorienta ancora di più.

    Ho la stima di me stessa ai minimi storici!
    Contenta te...

  4. #4
    Utente Affezionato L'avatar di fruitbasket
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    163
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Zeeva Visualizza Messaggio
    Era metà Novembre quando scrissi su questo forum di aver preso la decisione: l’avrei lasciato, me ne sarei andata…
    Era il capolinea. Ero convinta.
    Ero convinta di esserne convinta.
    E invece sono ancora dov’ero prima. Fisicamente e psicologicamente. E non so perché.
    Non so perché dentro di me continuino ad esserci 2 persone:
    quella che continua a stare male, che piange , che è come intrappolata in questo rapporto, che è a terra, debole, ferita e che, in sostanza, non ce la fa a lasciarlo….
    e quella incazzata nera, con accessi d’ira, che vorrebbe ucciderlo dopo lunga tortura, che lo disprezza, che lo detesta, che, in sostanza, di un uomo e di un rapporto così non sa cosa farsene…

    ?

    Perché, dopo oltre un anno,
    Zeeva1 ha realizzato che l’uomo con cui vive è un piccolo essere meschino, bugiardo, presuntuoso ed egoista ed il (i) tradimento (i), i vari altri problemi, sono solo frutto di questo atteggiamento che lui ha nei confronti di tutti e sicuramente ha da molto, molto tempo (se non da sempre)e che, quindi, non lo ama più, lo disprezza ed una vita con un uomo così può solo essere un inferno…
    …ma Zeeva2 è ancora qui a torturarsi, a non dormire, a farsi venire 200 malattie psicosomatiche e non ce la fa a fare armi e bagagli ed andarsene fuori dalle palle

    ?

    Non abbiamo figli, non siamo sposati, non abbiamo interessi lavorativi o finanziari in comune. Ho una casa di proprietà (non questa dove abito ora), una rendita ed un piccolo capitale da parte, non temo la solitudine e comunque non farei fatica a trovare compagnia (in tutti i sensi)…
    Cosa, allora, mi lega a quest’uomo che sento di non amare più? Sto forse mentendo a me stessa senza rendermene conto? Cosa non riesco a capire?
    Credo siano emersi lati del mio carattere che non conoscevo e che non riesco ad accettare e questo mi disorienta ancora di più.

    Ho la stima di me stessa ai minimi storici!
    basterebbe questo...

  5. #5
    utente divino L'avatar di perplesso
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    15,903
    Mentioned
    282 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    più probabile che abbia ragione Tesla

  6. #6
    Escluso
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Messaggi
    1,100
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Zeeva Visualizza Messaggio
    Perché, dopo oltre un anno,
    Zeeva1 ha realizzato che l’uomo con cui vive è un piccolo essere meschino, bugiardo, presuntuoso ed egoista ed il (i) tradimento (i), i vari altri problemi, sono solo frutto di questo atteggiamento che lui ha nei confronti di tutti e sicuramente ha da molto, molto tempo (se non da sempre)e che, quindi, non lo ama più, lo disprezza ed una vita con un uomo così può solo essere un inferno…
    …ma Zeeva2 è ancora qui a torturarsi, a non dormire, a farsi venire 200 malattie psicosomatiche e non ce la fa a fare armi e bagagli ed andarsene fuori dalle palle
    sono cose che purtroppo accadono...è più difficile forse per una donna prendere una decisione
    del genere .. perchè ci sono legami quasi invisibili che ti legano ancora a quella persona
    che tu (giustamente) disprezzi. Evidentemente lo ami o gli vuoi bene ancora....fai una violenza
    a te stessa e lascialo...ci sono solo una Zeeva e questa deve decidere.
    Unica cosa che allevia il dolore, l'assenza di prole. questo è un piccolo vantaggio non da poco.
    Niente effetti collaterali.

    PS approvazione per la "spettrale" osservazione di Tesla, purtroppo fondata.

  7. #7
    Scemo chi legge
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    piemonte
    Messaggi
    11,693
    Inserzioni Blog
    75
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Signore...
    io non vi capisco ...

  8. #8
    Utente Neofita
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Messaggi
    26
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da tesla Visualizza Messaggio
    non si accetta la sconfitta credo e si deve metabolizzare, rimanendo come un guerriero a capo chino su un campo di battaglia cosparso di macerie fumanti e cadaveri.
    ho scoperto che prima di accettare le macerie e andarsene, bisogna guardarle lungamente e lungamente riflettere, fissare l'orrore nella memoria.
    accettarlo, farsene una ragione, palleggiarselo fra le mani e nella mente.
    poi un bel giorno quando si è saturi si prende e si va'.
    Sottoscritto ed approvato

  9. #9
    Utente angelico L'avatar di Brunetta
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    37,408
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    347 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Non riesci a pensare di dire agli altri perché non lo riesci a dire a te stessa: sono stata con un uomo meschino, ho sbagliato a stare con lui, sono stata tradita.
    Sappi che agli altri non interessa nulla e se qualcuno ti dirà cose cattive sarà solo perché ha le stesse paure e non ha il coraggio che tu troverai.

  10. #10
    Utente che predica bene L'avatar di Innominata
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,991
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Citazione Originariamente Scritto da Brunetta Visualizza Messaggio
    Non riesci a pensare di dire agli altri perché non lo riesci a dire a te stessa: sono stata con un uomo meschino, ho sbagliato a stare con lui, sono stata tradita.
    Sappi che agli altri non interessa nulla e se qualcuno ti dirà cose cattive sarà solo perché ha le stesse paure e non ha il coraggio che tu troverai.
    Accidenti, sempre puntuta e puntuale...tagliente esame di realta'.

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura