User Tag List

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 35

Discussione: Quelle piccole e insignificanti cose ...

  1. #1
    Escluso
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    6,233
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Quelle piccole e insignificanti cose ...

    quelle piccole cose, quel piccolo gesto, se vuoi ancora lo stesso ma
    che fatto in un altro contesto seppure uguale
    diviene diverso, diviene nuovo.

    quelle cose insignificanti, quel gesto senza storia senza valore...eppure,
    quel gesto, quell'emozione che fa la differenza.
    apre un mondo, un altro ne chiude.
    cosa è stato, cosa ho perduto.

    io in questo cerco una risoluzione.

    Forse è del sogno che ci si innamora quando si tradisce,
    quando si fugge, quando si corre via.

    Via anche da se stessi, timore per quello in cui ci trasformiamo.

    domande allora...
    cosa manca, cosa ci fa tradire?
    perchè si tradisce?
    che senso può avere tradire se è con l'altro che resti?
    quale è il valore del tradimento, che forza gli dai?
    Ultima modifica di Spider; 22/12/2012 alle 22:05

  2. #2
    Escluso
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    43,196
    Inserzioni Blog
    74
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Spider Visualizza Messaggio
    quelle piccole cose, quel piccolo gesto, se vuoi ancora lo stesso ma
    che fatto in un altro contesto seppure uguale
    diviene diverso, diviene nuovo.

    quelle cose insignificanti, quel gesto senza storia senza valore...eppure,
    quel gesto, quell'emozione che fa la differenza.
    apre un mondo, un altro ne chiude.
    cosa è stato, cosa ho perduto.

    io in questo cerco una risoluzione.

    Forse è del sogno che ci si innamora quando si tradisce,
    quando si fugge, quando si corre via.

    Via anche da se stessi, timore per quello in cui ci trasformiamo.

    domande allora...
    cosa manca, cosa ci fa tradire?
    perchè si tradisce?
    che senso può avere tradire se è con l'altro che resti?
    quale è il valore del tradimento, che forza gli dai?
    me lo darà la banca quel finanziamento?
    Riuscirò a chiudere il 2012 senza morir de fame?
    E quella puleggia sul compressore del condizionatore, se trova i pezzi, o devo cambiare tutto il pezzo unico?
    Finirà sta crisi?

    Spider

    Dai tratte alto

    è Natale...

    Uffi dei come ragno sei na frana...

    Tessi tante tele e poi ci resti impigliato dentro dai non va bene così...

    Uffi...

    Buon Natale vecchio mio!

  3. #3
    Utente Assiduo L'avatar di stellina
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    oceano
    Messaggi
    1,313
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Spider Visualizza Messaggio
    quelle piccole cose, quel piccolo gesto, se vuoi ancora lo stesso ma
    che fatto in un altro contesto seppure uguale
    diviene diverso, diviene nuovo.

    quelle cose insignificanti, quel gesto senza storia senza valore...eppure,
    quel gesto, quell'emozione che fa la differenza.
    apre un mondo, un altro ne chiude.
    cosa è stato, cosa ho perduto.

    io in questo cerco una risoluzione.

    Forse è del sogno che ci si innamora quando si tradisce,
    quando si fugge, quando si corre via.

    Via anche da se stessi, timore per quello in cui ci trasformiamo.

    domande allora...
    cosa manca, cosa ci fa tradire?
    perchè si tradisce?
    che senso può avere tradire se è con l'altro che resti?
    quale è il valore del tradimento, che forza gli dai?
    manca sicuramente qualcosa perchè chi ama ed è appagato non vede altro se non l'oggetto del suo amore.
    l'amore si affievolisce o finisce per i più svariati motivi dalla routine nella coppia alla caduta di stima per gesti estremi compiuti dal partner..ogni storia ha i suoi motivi ma sono certa che se una persona si guarda intorno o scivola nel tradimento è perchè a quella persona manca qualcosa nella coppia ufficiale.
    "se è con l'altro che resti" cito le tue parole. beh cosa vuol dire restare? resti fisicamente come impegno nella conduzione quotidiana della famiglia o resti nell'amore?per me sono due cose diverse.
    Se un piatto o un bicchiere cadono a terra senti un rumore fragoroso.
    Lo stesso succede se una finestra sbatte, se si rompe la gamba
    di un tavolo o se un quadro si stacca dalla parete.
    Ma il cuore,quando si spezza, lo fa in assoluto silenzio.

    tra te e lui c'è più o meno tutto tranne l'amore (Joey Blow)

  4. #4
    Utente Esperto L'avatar di devastata
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    1,900
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da stellina Visualizza Messaggio
    manca sicuramente qualcosa perchè chi ama ed è appagato non vede altro se non l'oggetto del suo amore.
    l'amore si affievolisce o finisce per i più svariati motivi dalla routine nella coppia alla caduta di stima per gesti estremi compiuti dal partner..ogni storia ha i suoi motivi ma sono certa che se una persona si guarda intorno o scivola nel tradimento è perchè a quella persona manca qualcosa nella coppia ufficiale.
    "se è con l'altro che resti" cito le tue parole. beh cosa vuol dire restare? resti fisicamente come impegno nella conduzione quotidiana della famiglia o resti nell'amore?per me sono due cose diverse.
    Come mi piacerebbe avere risposte vere, da mio marito, alle tue domande.

    Ritengo però che certi uomini riescano a scindere la moglie dalle altre, nella loro testa non pensano di provocare tanto dolore, prima.

    Lui insiste a dire che si vergogna, che non aveva nessun motivo per tradirmi con la 'piccolina', che è stata lei a puntarlo per qualche mese, a farsi accompagnare a casa, in piena notte, e lui, allora 55 anni, non ha potuto respingere una ragazza che ne aveva 24. Sostiene che tutto quello che le scriveva erano banalità, posso credergli?

    Che ha fatto di tutto per smettere quasi subito (dopo pochi mesi), sostiene che non c'era niente di me che non gli piacesse, si sentiva solo in colpa per aver perso il lavoro e che la famiglia pesasse tutta sulle mie spalle, e allora mi chiedo, mi ripaga con un lungo tradimento?

    Oggi si sente libero dall'incubo del ricatto.

    Sostiene che lei fosse insopportabile, gelosissima, fino ad arrivare a picchiare un altra per gelosia nei suoi confronti, che da anni il discorso girava intorno a 'o lasci tua moglie o la chiamo', come poi ha fatto, e lui per paura le promettesse di tutto di più, solo a parole visto che gli era impossibile anche solo andarsene.

    Il mio dubbio, quello che mi impone di mandarlo via, è che non gli credo più.

  5. #5
    Utente Figo L'avatar di babsi
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    terra
    Messaggi
    661
    Inserzioni Blog
    5
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Quanta tristezza leggo nelle tue parole, quanta malinconia e anche rassegnazione..
    misà che c'ha ragione il Conte, è Natale non ci pensiamo và
    sennò ci si deprime ancora di più.
    Essì che pure io già sto un pezzo avanti. -.-

    Comunque io posso rispondere alla tua domanda a modo mio.
    Io credo che debba prima avvenire una sorta di distacco emotivo.
    E' inutile che ce la raccontiamo.
    Sì sì ok, restiamo con chi amiamo, continuiamo ad amarlo, a star male per lui/lei, a farci condizionare dal suo umore, continua ad influenzare la nostra vita e tutto il resto, continua ad essere l'altra metà della coppia...però qualcosa cambia. Forse prima. O forse dopo. Ma qualcosa cambia. Ci condiziona almeno un po'. Forse ci distacchiamo un po'. Anche se solo temporaneamente. Si ama ma forse non si ama più in modo totalizzante e fuorviante come prima, come i primi anni. E forse è meglio così. Perché se ti distacchi razionalmente un po' da quella persona, pensi e dici "ma allora ora qualsiasi cosa farà, non mi farà più male come prima, non mi condizionerà più totalmente come prima, allora meglio così, ho trovato il mio equilibrio, forse in modo sbagliato, ma tant'è". Non so se si è capito il discorso ma vabbè.
    E' na cosa mia che ho in testa, forse difficile da esprimere.
    Per dire che forse è meglio se riesci a distaccarti un po', perché a volte l'amore è cattivo e trascinatore e può rovinarti le giornate, l'umore, che manco te ne rendi conto di quanto sei stupida a star male anche per delle cavolate quando invece basterebbe chiudere il telefono e uscire uguale e non farti mandare la giornata di traverso solo perché all'altro giravano le palle. Solo che quando ci sei dentro è così, e forse è anche bello che sia così, che una persona possa buttarti giù con una parola ma anche risollevarti anche solo con un sorriso, perché vuol dire che è fondamentale per te. Però ad un certo punto è anche bello staccare con quell' interdipendenza reciproca, i modi in cui lo fai magari possono essere sbagliati, ma se il risultato è più indipendenza emotiva e tutto il resto, tanto meglio così. Della serie ok ci amiamo, ok condividiamo tante cose belle insieme, però che diamine ognuno ha la sua vita le sue cose e voglio riuscire a portarle avanti anche se a te girano le palle e rischi di rovinarmi ogni volta l'umore.
    Ogni tanto ci vuole essere un po' più menefreghisti e stronzi, quando serve.

  6. #6
    Utente che predica bene L'avatar di Innominata
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,991
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Proprio perché è Natale me lo chiedo anch'io più chiaramente, perché questo benedetto Natale ci costringe a revisionare certe idee, certe immagini, ci riporta su, in superficie, un groviglio radicato di sentimenti, atmosfere, jingle bells che sembrano stonati in lontananza. ..Sarebbe bello se chi è tornato spiegasse i motivi, e anche molto faticoso per loro. Ho cercato di saperlo ieri perché, ben consapevole del fatto che se le risposte le avessi avute dal suo atteggiamento e fossero quelle che vorrei, non sarei stata lì ad esigere una spiegazione che evidentemente è molto nebulosa nei comportamenti. Ho cominciato anch'io a mettere sotto esame me stessa, a cercare i pezzi mancanti che lui è dovuto (dovuto? a quanto pare è così) andare a reintegrare su altri lidi, e sto cominciando a darmi io le risposte che mancano...e cioè, ha bisogno di un tetto, ha paura dell'ignoto, ha bisogno di protezione e di cure, ha fallito da supereroe e deve leccarsi le ferite in luogo sicuro. Insomma: che c'entro io? Niente! Deh consorte, gli ho detto ieri, non vorrai mica istillarmi false credenze? Vedi che baggianate arrivo a pensare?, dunque rassicurami che sei tornato perché vuoi me! Sono depresso, mi ha risposto.

  7. #7
    Escluso
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    6,233
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Innominata Visualizza Messaggio
    Proprio perché è Natale me lo chiedo anch'io più chiaramente, perché questo benedetto Natale ci costringe a revisionare certe idee, certe immagini, ci riporta su, in superficie, un groviglio radicato di sentimenti, atmosfere, jingle bells che sembrano stonati in lontananza. ..Sarebbe bello se chi è tornato spiegasse i motivi, e anche molto faticoso per loro. Ho cercato di saperlo ieri perché, ben consapevole del fatto che se le risposte le avessi avute dal suo atteggiamento e fossero quelle che vorrei, non sarei stata lì ad esigere una spiegazione che evidentemente è molto nebulosa nei comportamenti. Ho cominciato anch'io a mettere sotto esame me stessa, a cercare i pezzi mancanti che lui è dovuto (dovuto? a quanto pare è così) andare a reintegrare su altri lidi, e sto cominciando a darmi io le risposte che mancano...e cioè, ha bisogno di un tetto, ha paura dell'ignoto, ha bisogno di protezione e di cure, ha fallito da supereroe e deve leccarsi le ferite in luogo sicuro. Insomma: che c'entro io? Niente! Deh consorte, gli ho detto ieri, non vorrai mica istillarmi false credenze? Vedi che baggianate arrivo a pensare?, dunque rassicurami che sei tornato perché vuoi me! Sono depresso, mi ha risposto.
    beh, almeno una risposta l'hai avuta.
    sono depresso ti ha detto ora a te le conclusioni.
    mi sa tanto che ha ragione il conte...
    che vai a cercare, cosa speriamo di sentirci rispondere?
    Il vuoto assoluto, una risposta non c'è.
    e allora tante risposte che cominciamo a darci da soli... sapessi le mie.
    é natale, bisogna essere buoni.

  8. #8
    Escluso
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    6,233
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da stellina Visualizza Messaggio
    manca sicuramente qualcosa perchè chi ama ed è appagato non vede altro se non l'oggetto del suo amore.
    l'amore si affievolisce o finisce per i più svariati motivi dalla routine nella coppia alla caduta di stima per gesti estremi compiuti dal partner..ogni storia ha i suoi motivi ma sono certa che se una persona si guarda intorno o scivola nel tradimento è perchè a quella persona manca qualcosa nella coppia ufficiale.
    "se è con l'altro che resti" cito le tue parole. beh cosa vuol dire restare? resti fisicamente come impegno nella conduzione quotidiana della famiglia o resti nell'amore?per me sono due cose diverse.
    si è vero potrebbe mancare qualcosa nella coppia ufficiale.
    ma cosa manca veramente,
    amore, sesso, stima?
    spesso non è cosi...manca l'ebbrezza di un momento,
    che se anche cerchi con tutte le tue forze,
    nella routine non riesce a far emergere.

  9. #9
    Escluso
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    6,233
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da babsi Visualizza Messaggio
    Quanta tristezza leggo nelle tue parole, quanta malinconia e anche rassegnazione..
    misà che c'ha ragione il Conte, è Natale non ci pensiamo và
    sennò ci si deprime ancora di più.
    Essì che pure io già sto un pezzo avanti. -.-

    Comunque io posso rispondere alla tua domanda a modo mio.
    Io credo che debba prima avvenire una sorta di distacco emotivo.
    E' inutile che ce la raccontiamo.
    Sì sì ok, restiamo con chi amiamo, continuiamo ad amarlo, a star male per lui/lei, a farci condizionare dal suo umore, continua ad influenzare la nostra vita e tutto il resto, continua ad essere l'altra metà della coppia...però qualcosa cambia. Forse prima. O forse dopo. Ma qualcosa cambia. Ci condiziona almeno un po'. Forse ci distacchiamo un po'. Anche se solo temporaneamente. Si ama ma forse non si ama più in modo totalizzante e fuorviante come prima, come i primi anni. E forse è meglio così. Perché se ti distacchi razionalmente un po' da quella persona, pensi e dici "ma allora ora qualsiasi cosa farà, non mi farà più male come prima, non mi condizionerà più totalmente come prima, allora meglio così, ho trovato il mio equilibrio, forse in modo sbagliato, ma tant'è". Non so se si è capito il discorso ma vabbè.
    E' na cosa mia che ho in testa, forse difficile da esprimere.
    Per dire che forse è meglio se riesci a distaccarti un po', perché a volte l'amore è cattivo e trascinatore e può rovinarti le giornate, l'umore, che manco te ne rendi conto di quanto sei stupida a star male anche per delle cavolate quando invece basterebbe chiudere il telefono e uscire uguale e non farti mandare la giornata di traverso solo perché all'altro giravano le palle. Solo che quando ci sei dentro è così, e forse è anche bello che sia così, che una persona possa buttarti giù con una parola ma anche risollevarti anche solo con un sorriso, perché vuol dire che è fondamentale per te. Però ad un certo punto è anche bello staccare con quell' interdipendenza reciproca, i modi in cui lo fai magari possono essere sbagliati, ma se il risultato è più indipendenza emotiva e tutto il resto, tanto meglio così. Della serie ok ci amiamo, ok condividiamo tante cose belle insieme, però che diamine ognuno ha la sua vita le sue cose e voglio riuscire a portarle avanti anche se a te girano le palle e rischi di rovinarmi ogni volta l'umore.
    Ogni tanto ci vuole essere un po' più menefreghisti e stronzi, quando serve.
    Indubbiamente, essere più menefreghisti e stronzi... quanto fa bene!!!!
    ma allora hanno fatto bene loro, dico i traditori, a prendersi quel piccolo spazio di libertà,
    quell'evasione, quel gioco.
    La coppia non si discute, non traballa.. cerco solo la mia indipendenza.
    Forese è cosi che un traditore potrebbe rispondere.. o no?

  10. #10
    Escluso
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    43,196
    Inserzioni Blog
    74
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Spider Visualizza Messaggio
    beh, almeno una risposta l'hai avuta.
    sono depresso ti ha detto ora a te le conclusioni.
    mi sa tanto che ha ragione il conte...
    che vai a cercare, cosa speriamo di sentirci rispondere?
    Il vuoto assoluto, una risposta non c'è.
    e allora tante risposte che cominciamo a darci da soli... sapessi le mie.
    é natale, bisogna essere buoni.
    Disse il saggio:
    La risposta è dentro di te:
    Ma

    è sbagliata.

    Ma anche tu sei saggio.
    Sai meglio di me

    Che ci sono questioni che non hanno nessuna risposta.

    Ma scusami tanto non è meglio tirarsi su qualche equazione lothariana?

    Le dici, ora so perchè mi hai tradito, perchè tu se...tu se....

    Là come francesco nuti no?

    Lo sa cosa tu se...lo sa cosa tu se....tu se na troiaaaaaaaaaaaaaaaaa....

    Ti scarichi eh?

    ( e se ti ride in faccia con un mezzo sorrisino...hai fatto centro su quello che lei pensa di sè stessa)...

    Dai casso...finiamola eh?

    Non è scema sai na donna?
    Lo sa benissimo dentro di sè, d'avertela fatta sporca eh?

    Lo sa.

    Sappilo, lei lo sa.

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura