User Tag List

Pagina 1 di 18 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 177

Discussione: Quali sono i motivi per cui un tradimento fa male?

  1. #1
    utente Olimpi(c)a L'avatar di Leda
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    4,920
    Inserzioni Blog
    78
    Mentioned
    69 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Question Quali sono i motivi per cui un tradimento fa male?

    Sono qui da qualche mese, e da allora vedo opporsi traditori, traditi e diversamente fedeli su questioni apparentemente di principio, o morali. Non ho l'impressione che se ne esca, in qualche modo.

    Così ho pensato di affrontare il problema da un'altra angolazione, e provare a capire insieme quali sono le corde intime di ognuno che un tradimento va a toccare. Non, quindi, se il tradimento sia giusto o sbagliato, ma:
    perchè è doloroso?

    Perchè ci sono persone che se ne fanno un baffo ed altre, invece, che crollano?
    Perchè ci sono persone che tradiscono allegramente, ma andrebbero in pezzi se venissero cornificate?
    Perchè alcuni fanno distinzione tra tradimento sessuale e sentimentale e altri no?
    Quali sono le parti di sè che vengono attaccate o messe in gioco dal tradimento quando è doloroso?
    Reagire in un certo modo è una caratteristica intrinseca di ognuno o dipende dal partner e dal tipo di legame che c'è?
    Cosa viene messo in discussione da un tradimento? Il proprio valore? La propria seduttività? L'idea di coppia ideale come mondo a due autosufficiente?

    Mollate gli ormeggi del sentire comune e sentite voi stessi: poi rispondete
    verdi pensieri in verde ombra

  2. #2
    variabile impazzita L'avatar di aristocat
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    44°29′38″N 11°20′34″E
    Messaggi
    4,677
    Inserzioni Blog
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Non è che non creda nell'esclusività sentimentale e sessuale; solo che non la porrei proprio come paletto per la continuazione di un rapporto . Anche perché a dare spessore a un legame secondo me sono altre cose.

    Comunque, se la domanda è: come sfregiare un rapporto, beh, secondo me ci sono tanti, troppi modi...
    Il vero tradimento, quello che fa male, passa attraverso il tradimento di sé stessi e la negazione del percorso fatto insieme. Tradisci quando ti comporti come una foglia al vento, in tutti i sensi.

    Tradisci da far male quando rinfacci alla tua donna che non l'hai mai amata. Che finalmente questa storia finisce perché tutti questi anni insieme non hanno significato niente. Che "Sai, mi sono messo con te perché eri la prima donna disponibile ()". Tradisci a morte il tuo uomo quando "beh, non posso lasciarlo, ormai è 20 anni che stiamo insieme... Sarebbe finita tra noi, ma dopo tutto questo tempo non posso dire "arrivederci e grazie". Però non lo amo più".

    Tutte situazioni all'ordine del giorno, che trovo vergognose al giorno d'oggi.

    Tutto, insomma, dipende sempre da come è stata rotto il "patto di esclusività", secondo me .

    ari

  3. #3
    Escluso
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    6,233
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Regina delle Nevi Visualizza Messaggio
    Sono qui da qualche mese, e da allora vedo opporsi traditori, traditi e diversamente fedeli su questioni apparentemente di principio, o morali. Non ho l'impressione che se ne esca, in qualche modo.

    Così ho pensato di affrontare il problema da un'altra angolazione, e provare a capire insieme quali sono le corde intime di ognuno che un tradimento va a toccare. Non, quindi, se il tradimento sia giusto o sbagliato, ma:
    perchè è doloroso?

    Perchè ci sono persone che se ne fanno un baffo ed altre, invece, che crollano?
    Perchè ci sono persone che tradiscono allegramente, ma andrebbero in pezzi se venissero cornificate?
    Perchè alcuni fanno distinzione tra tradimento sessuale e sentimentale e altri no?
    Quali sono le parti di sè che vengono attaccate o messe in gioco dal tradimento quando è doloroso?
    Reagire in un certo modo è una caratteristica intrinseca di ognuno o dipende dal partner e dal tipo di legame che c'è?
    Cosa viene messo in discussione da un tradimento? Il proprio valore? La propria seduttività? L'idea di coppia ideale come mondo a due autosufficiente?

    Mollate gli ormeggi del sentire comune e sentite voi stessi: poi rispondete
    ...dipende molto anche in quale cultura, quale società si consuma un tradimento.
    Tra alcune popolazioni è usanza offrire sessualmente la propria compagna all'ospite di turno... eppure non c'è tradimento, non c è dolore
    Importante e fondamentale allora è come siamo stati educati ad amare, qual'è la nostra inconscia concezione dell'amore, come secondo noi dovrebbe essere.
    Un idea quella occidentale dell'amore in cui abbiamo dato spazio anche al possesso, l'esclusività, l'onore.

    Il "tradito" anche nella idea più comune, è visto e immaginato o come un povero demente, senza spina dorsale e ignaro di tutto o come una specie di aguzzino al rovescio, arido e insensibile a cui ciò che è capitato va pure bene. insomma mai ci si una bella figura ad esser traditi, non è una bella immagine quella del tradito: vittima e quindi ebete o colpevole e quindi insensibile.
    Questa immagine incosapevolmente è anche dentro di noi.. quando veniamo traditi.

    La vita è un percorso misterioso e difficile e anche se ti va benissimo, resta un percorso difficile da affrontare...
    nell'altro anche senza dirtelo riponi molto, forse tutta quella parte di te che esattamente non conosci o che mai bene hai affrontato...

    ..non tutto passa per l'esplicazione.. e allora... come vedi il mondo, come porsi.. cosa pensare di fronte a qualsiasi situazione e un miliardo di altre cose... sai, pensi che qualcuno, queste cose le abbia profondamente capite e le condivida con te, le pensi come te e non potrebbe essere diversamente.
    Il tradimento ti toglie l'illusione perchè di quella si tratta, che tutto questo sia vero...

    ti lascia da solo ad affrontare te stesso,le tue certezze, le tue illusioni....
    Ultima modifica di Spider; 03/07/2012 alle 07:58

  4. #4
    Circe off
    Ospite
    Perche fa male? Perche decidono x te, fanno le tue scelte, ti privano della possibilità di decidere sapendo cosa accade. Perche é nascosto allora? Perche é una cosa extra, illecita se hai sposato e promesso fedeltà ad un altro. E poi loro scopano e quando tornano a casa non sono capaci di ammettere a se stessi che sono degli stronzi egoisti. Si danno tutte le auto giustificazioni del ca@@o pur di continuare alle spalle di qualcuno. Perche non hanno gli attributi di restare single e scoparsi tutti gli esseri respiranti in giro. Vuoi farlo? Ok . Fallo! Ma non alle spalle di chi ti ama! Cresci....

  5. #5
    Utente Leggendario
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Emilia
    Messaggi
    4,232
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    beh...è la ferita narcisistica che fa male.


    quando poi viene a scoprire che preferiva anche trans...allora fai bingo. altro che narciso.



    a parte gli scherzi, ci si innamora perchè si crede di essere ri-conosciuti , nell altro vediamo noi stessi, attraverso una equazione del tipo : lo amo ed è perchè riconosco in un parte di lui un qualcosa che appartiene a me e se lui mi ama è perchè è accaduta la stessa cosa a parti invertite.

    se sceglie altro di noi attraverso il tradimento, questa cosa ci ferisce proprio perchè sentiamo che non ci riconosce piu.

    insomma è uno specchio, fino a che ritrovi la tua immagine, tutto va bien, quando l immagine si rivela per quello che è in reatà e non per le proiezioni che tu stessa hai inviato in quello specchio..so' dolori.

    va con un altra,

    quindi non ti ri-conosce-


    ed io rimango nuda senza quel riconoscimento e soffro.


    se invece s' imparasse a dire: e sti cazzi


    questo è .

    almeno, a me pare di viverla cosi.

  6. #6
    utente dominazione
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    9,902
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Regina delle Nevi Visualizza Messaggio
    Sono qui da qualche mese, e da allora vedo opporsi traditori, traditi e diversamente fedeli su questioni apparentemente di principio, o morali. Non ho l'impressione che se ne esca, in qualche modo.

    Così ho pensato di affrontare il problema da un'altra angolazione, e provare a capire insieme quali sono le corde intime di ognuno che un tradimento va a toccare. Non, quindi, se il tradimento sia giusto o sbagliato, ma:
    perchè è doloroso?

    Perchè ci sono persone che se ne fanno un baffo ed altre, invece, che crollano?
    Perchè ci sono persone che tradiscono allegramente, ma andrebbero in pezzi se venissero cornificate?
    Perchè alcuni fanno distinzione tra tradimento sessuale e sentimentale e altri no?
    Quali sono le parti di sè che vengono attaccate o messe in gioco dal tradimento quando è doloroso?
    Reagire in un certo modo è una caratteristica intrinseca di ognuno o dipende dal partner e dal tipo di legame che c'è?
    Cosa viene messo in discussione da un tradimento? Il proprio valore? La propria seduttività? L'idea di coppia ideale come mondo a due autosufficiente?

    Mollate gli ormeggi del sentire comune e sentite voi stessi: poi rispondete
    Io non penso a nessuna di queste cose,anche perche'amo solo mia moglie,l'altra e'il nulla,e io non faccio niente per nasconderlo.
    Non credo di fare niente di male,e di sicuro una''storia''con una donna tanto piu'giovane,non mi ricapitera'...mai piu'.

  7. #7
    Utente Leggendario
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Emilia
    Messaggi
    4,232
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da lothar57 Visualizza Messaggio
    Io non penso a nessuna di queste cose,anche perche'amo solo mia moglie,l'altra e'il nulla,e io non faccio niente per nasconderlo.
    Non credo di fare niente di male,e di sicuro una''storia''con una donna tanto piu'giovane,non mi ricapitera'...mai piu'.

    e grazie tante Lothar..è chiaro che tu non avverta nulla di tutto questo.


    è se tua moglie ti tradisse allora sono certa che ne sapresti riconoscere il motivo.. e sai i salti...

  8. #8
    utente dominazione
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    9,902
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da dammi un nome Visualizza Messaggio
    e grazie tante Lothar..è chiaro che tu non avverta nulla di tutto questo.


    è se tua moglie ti tradisse allora sono certa che ne sapresti riconoscere il motivo.. e sai i salti...

    Ciao...non lo fara'mai,non e'il tipo,le piace che gli uomini la guardino,ma questo e'un piacere per tutte voi,anche l''altra''e'felice quando mi racconta che per strada,gli uomini la spogliano con gli occhi.Ma mia moglie piu'in la'non va',anche perche'a casa,non le manca..anzi..direi molto superiore alla media.

  9. #9
    Utente Esperto L'avatar di geko
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    1,903
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Spider Visualizza Messaggio
    ...dipende molto anche in quale cultura, quale società si consuma un tradimento.
    Tra alcune popolazioni è usanza offrire sessualmente la propria compagna all'ospite di turno... eppure non c'è tradimento, non c è dolore
    Importante e fondamentale allora è come siamo stati educati ad amare, qual'è la nostra inconscia concezione dell'amore, come secondo noi dovrebbe essere.
    Un idea quella occidentale dell'amore in cui abbiamo dato spazio anche al possesso, l'esclusività, l'onore.

    Il "tradito" anche nella idea più comune, è visto e immaginato o come un povero demente, senza spina dorsale e ignaro di tutto o come una specie di aguzzino al rovescio, arido e insensibile a cui ciò che è capitato va pure bene. insomma mai ci si una bella figura ad esser traditi, non è una bella immagine quella del tradito: vittima e quindi ebete o colpevole e quindi insensibile.
    Questa immagine incosapevolmente è anche dentro di noi.. quando veniamo traditi.

    La vita è un percorso misterioso e difficile e anche se ti va benissimo, resta un percorso difficile da affrontare...
    nell'altro anche senza dirtelo riponi molto, forse tutta quella parte di te che esattamente non conosci o che mai bene hai affrontato...

    ..non tutto passa per l'esplicazione.. e allora... come vedi il mondo, come porsi.. cosa pensare di fronte a qualsiasi situazione e un miliardo di altre cose... sai, pensi che qualcuno, queste cose le abbia profondamente capite e le condivida con te, le pensi come te e non potrebbe essere diversamente.
    Il tradimento ti toglie l'illusione perchè di quella si tratta, che tutto questo sia vero...

    ti lascia da solo ad affrontare te stesso,le tue certezze, le tue illusioni....

    Ma cosa c'entra la cultura occidentale?

    Un musulmano può avere fino a 4 donne ma ciascuna deve dare il consenso, altrimenti ha diritto a quello che nel diritto islamico è il corrispondente del nostro divorzio. E stiamo parlando di una società in cui il matrimonio non è certamente un patto d'amore, bensì uno scambio, una compravendita in cui la donna è trattata alla stessa stregua di un bene mobile suscettibile di proprietà (io pago e "compro" la donna, in cambio lei mi offre disponibilità sessuale) non un contratto come quello che la tradizione cattolica ha installato da noi per permettere il consolidamento della famiglia.

    Io credo che l'esclusività sia una delle cose che ci distingue dagli animali... Laddove lo stare insieme non è finalizzato alla riproduzione ma è fondato su altri presupposti, ossia i sentimenti. Quello che risulta difficile da accettare è il fatto che questi sentimenti sono più rari di quanto ci piace pensare. Ci nascondiamo dietro la storia dell'amore quando in realtà scegliamo una persona per la sua simpatia, la sua disponibilità e l'attrazione fisica. L'affetto poi è una cosa abbastanza 'naturale' che nasce indipendentemente da queste cose. E la solitudine non piace a nessuno. Da qui la capacità di adattarsi ed abituarsi/rassegnarsi con molta facilità... Pur di contrastare la solitudine stiamo insieme a persone che non ci piacciono fino in fondo, con le quali non abbiamo molti punti di contatto o, peggio, che ci stanno ampiamente sulle balle.

    Ma l'amore è un'altra cosa...

    Ma non c'è abbastanza onestà intellettuale per ammetterlo (a noi stessi, tanto per cominciare).
    Ultima modifica di geko; 03/07/2012 alle 09:36

  10. #10
    Escluso
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    28,647
    Inserzioni Blog
    42
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Regina delle Nevi Visualizza Messaggio
    Sono qui da qualche mese, e da allora vedo opporsi traditori, traditi e diversamente fedeli su questioni apparentemente di principio, o morali. Non ho l'impressione che se ne esca, in qualche modo.

    Così ho pensato di affrontare il problema da un'altra angolazione, e provare a capire insieme quali sono le corde intime di ognuno che un tradimento va a toccare. Non, quindi, se il tradimento sia giusto o sbagliato, ma:
    perchè è doloroso?

    Perchè ci sono persone che se ne fanno un baffo ed altre, invece, che crollano?
    Perchè ci sono persone che tradiscono allegramente, ma andrebbero in pezzi se venissero cornificate?
    Perchè alcuni fanno distinzione tra tradimento sessuale e sentimentale e altri no?
    Quali sono le parti di sè che vengono attaccate o messe in gioco dal tradimento quando è doloroso?
    Reagire in un certo modo è una caratteristica intrinseca di ognuno o dipende dal partner e dal tipo di legame che c'è?
    Cosa viene messo in discussione da un tradimento? Il proprio valore? La propria seduttività? L'idea di coppia ideale come mondo a due autosufficiente?

    Mollate gli ormeggi del sentire comune e sentite voi stessi: poi rispondete
    1)Al primo perchè risponderei che tutto cambia in base agli anni di matrimonio-convivenza-fidanzamento, quindi sorvolo sul rispondere.

    2) Nei maschi credo si possa chiamare maschilismo e presunzione di superiorità egoismo falsità etcetc.

    3)Credo che nella maggior parte dei casi il tradimento avvenga nel momento in cui nei due traditori comincia ad instaurarsi quella simpatia basata su una falsa conoscenza, e dove i due o uno dei due comincia a sopravvalutare l'altro e dando immagini sbagliate alla persona di cui ci si sta infatuando.
    Il tradimento sessuale dovrebbe essere assorbito e recepito nel momento in cui si recepisce che l'uomo è un essere poligamo, ed accentando questo ed avendo una mentalità aperta si gode il corpo di un'altra persona.

    4)Le parti che vengono attaccate sono quelle parti infantili che ognuno di noi ha dentro e che vengono spazzate via in un batter di ciglio, ed assieme a queste viene attaccato il proprio egocentrismo, la virilità, la potenza, ed assieme a tutto ciò sparisce la fiducia in se stessi e nel partner, sparisce il passato che viene ricordato diversamente, sparisce il presente che non ha più nessun senso, sparisce il futuro che non ha più ragione di esistere etc .

    5) La reazione a detta del neurologo con cui ho parlato è quella di prendere spunto per o andarsene o mortificare e stressare in maniera esagerata il partner con cui si decide di rimanere. La mia reazione fu lenire il dolore del suo tradimento.

Pagina 1 di 18 12311 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura