User Tag List

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 41

Discussione: Et ego non me absolvo neanche quando mi confesso

  1. #1
    LadyMadonna
    Ospite

    Et ego non me absolvo neanche quando mi confesso

    Ciao a tutti!
    Il senso di colpa è un avido parassita che si nutre di noi dall'interno. Si prende tutto: la gioia di vivere, l'autostima, la parte più vera della nostra anima. Non riesco a perdonarmi di aver tradito il mio ragazzo. Quasi quattro anni insieme. Una storia ad alti e bassi, in cui ho sempre sofferto di una mancanza di tranquillità. Ho fatto di tutto per costruire basi solide su cui fondare un futuro insieme. Lo volevo. Lo volevo a tutti i costi. E tutto quello che invece ho ottenuto è stata la perdita degli amici (egoisti e stupidi), una mancanza di solidarietà da parte sua al mio minimo problema e un odio tra le nostre famiglie (sua mamma non vede di buon occhio un fidanzamento serio dei suoi figli, perderebbe chi la fa divertire e chi le paga l'affitto in casa). Lui mi ha amata ma ho sempre sofferto il suo vivere la storia solo al momento, mettendo il divertimento e l'evitarsi discussioni come priorità. Prestava ascolto a chiunque si interomettesse tra noi: fratello, amici e sua mamma che ha sempre fatto di tutto per dividerci, arrivando perfino ad uscire in compagnia con lui e i nostri amici durante i ritrovi. Io ho fattop tanti errori ma mi sono sempre ritenuta una persona corretta. Penso che, nonostante una persona abbia ragioni valide per stancarsi di una storia, il partner si meriti di essere lasciato, ma non tradito. Ci eravamo lasciati già un anno fa e quando ci siamo rimessi insieme con l'intento di riprovarci per davvero, mi è bastato incontrare l'altro per rendermi conto che in realtà su molti aspetti mi stavo solo accontentando. E non si parla certo di un tamarro da discoteca affascinante e bellissimo! Anzi tutt'altro. Ho capito che la sicurezza e la solidarietà che offriva lui nell'amicizia mi mancavano da morire col mio ragazzo. Così, nonostante cercassi di scappare dall'evidenza e di disciplinarmi, ci sono cascata. Dopo un mese, presa dal senso di copla, ho lasciato il mio ragazzo. Mi stavano letteralmente saltando i nervi. Non ce la facevo più a guardarlo negli occhi senza desiderare che mi cascasse in testa un fulmine. Tuttora sto uscendo con l'altro ragazzo che, nonostante non possa offrirmi un futuro (l'ennesima storia sbagliata che dovrà finire) perchè divorziato e con figli ancora piccoli, mi sta accanto e mi fa sentire finalmente di avere qualcuno al mio fianco. Tuttavia mi sento un verme che si nutre di melma di funghi in putrefazione. Mai avrei creduto mi succedesse una cosa del genere! La fedeltà è un mio grande valore, che conservo tuttora, per questo non mi riesce di rassegnarmi alla vergogna dentro di me. Come cavolo ho fatto a fare una cosa del genere????? Nonostante le difficoltà mi ero incaponita che il mio ex dovesse essere per forza l'uomo della mia vita e che tutto si sarebbe risolto. La meschinità del mio comportamento mi ha portato ed eliminalre ogni minima possibilità di riuscita. Non so che cosa mi aiuterà ad espiare questa colpa. Non ho avuto il coraggio di confessarlo a nessuno. Nemmeno ai miei più cari amici. Non è consolante neanche il parere del mio attuale compagno.... Con quel "mi sembra logico! Eri una donna talmente sola. E poi cosa vuoi che sia??? c'è gente che fa molto di peggio!" non mi aiuta di certo. Forse con questo autodafè mi sono giocata anche l'ultima possibilità di scavare a fondo nel mio cuore e cercare anche quel poco che di pulito e autentico c'è rimasto.

  2. #2
    Utente un corno L'avatar di Kid
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    10,772
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da LadyMadonna Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti!
    Il senso di colpa è un avido parassita che si nutre di noi dall'interno. Si prende tutto: la gioia di vivere, l'autostima, la parte più vera della nostra anima. Non riesco a perdonarmi di aver tradito il mio ragazzo. Quasi quattro anni insieme. Una storia ad alti e bassi, in cui ho sempre sofferto di una mancanza di tranquillità. Ho fatto di tutto per costruire basi solide su cui fondare un futuro insieme. Lo volevo. Lo volevo a tutti i costi. E tutto quello che invece ho ottenuto è stata la perdita degli amici (egoisti e stupidi), una mancanza di solidarietà da parte sua al mio minimo problema e un odio tra le nostre famiglie (sua mamma non vede di buon occhio un fidanzamento serio dei suoi figli, perderebbe chi la fa divertire e chi le paga l'affitto in casa). Lui mi ha amata ma ho sempre sofferto il suo vivere la storia solo al momento, mettendo il divertimento e l'evitarsi discussioni come priorità. Prestava ascolto a chiunque si interomettesse tra noi: fratello, amici e sua mamma che ha sempre fatto di tutto per dividerci, arrivando perfino ad uscire in compagnia con lui e i nostri amici durante i ritrovi. Io ho fattop tanti errori ma mi sono sempre ritenuta una persona corretta. Penso che, nonostante una persona abbia ragioni valide per stancarsi di una storia, il partner si meriti di essere lasciato, ma non tradito. Ci eravamo lasciati già un anno fa e quando ci siamo rimessi insieme con l'intento di riprovarci per davvero, mi è bastato incontrare l'altro per rendermi conto che in realtà su molti aspetti mi stavo solo accontentando. E non si parla certo di un tamarro da discoteca affascinante e bellissimo! Anzi tutt'altro. Ho capito che la sicurezza e la solidarietà che offriva lui nell'amicizia mi mancavano da morire col mio ragazzo. Così, nonostante cercassi di scappare dall'evidenza e di disciplinarmi, ci sono cascata. Dopo un mese, presa dal senso di copla, ho lasciato il mio ragazzo. Mi stavano letteralmente saltando i nervi. Non ce la facevo più a guardarlo negli occhi senza desiderare che mi cascasse in testa un fulmine. Tuttora sto uscendo con l'altro ragazzo che, nonostante non possa offrirmi un futuro (l'ennesima storia sbagliata che dovrà finire) perchè divorziato e con figli ancora piccoli, mi sta accanto e mi fa sentire finalmente di avere qualcuno al mio fianco. Tuttavia mi sento un verme che si nutre di melma di funghi in putrefazione. Mai avrei creduto mi succedesse una cosa del genere! La fedeltà è un mio grande valore, che conservo tuttora, per questo non mi riesce di rassegnarmi alla vergogna dentro di me. Come cavolo ho fatto a fare una cosa del genere????? Nonostante le difficoltà mi ero incaponita che il mio ex dovesse essere per forza l'uomo della mia vita e che tutto si sarebbe risolto. La meschinità del mio comportamento mi ha portato ed eliminalre ogni minima possibilità di riuscita. Non so che cosa mi aiuterà ad espiare questa colpa. Non ho avuto il coraggio di confessarlo a nessuno. Nemmeno ai miei più cari amici. Non è consolante neanche il parere del mio attuale compagno.... Con quel "mi sembra logico! Eri una donna talmente sola. E poi cosa vuoi che sia??? c'è gente che fa molto di peggio!" non mi aiuta di certo. Forse con questo autodafè mi sono giocata anche l'ultima possibilità di scavare a fondo nel mio cuore e cercare anche quel poco che di pulito e autentico c'è rimasto.
    Cara, ma bacia mano di avere il senso di colpa a tormentarti per un pò. Molto peggio l'indifferenza totale.

  3. #3
    Lady Madonna
    Ospite

    capirai!!!

    Capirai....a cosa m'è servito??? Ho sbagliato lo stesso

  4. #4
    Escluso
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    9,440
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da LadyMadonna Visualizza Messaggio
    Nonostante le difficoltà mi ero incaponita che il mio ex dovesse essere per forza l'uomo della mia vita e che tutto si sarebbe risolto.
    Visto che ci sei, fatti venire due o tre sensi di colpa anche per la cosa che ti ho quotato.

  5. #5
    Escluso
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    ER
    Messaggi
    25,267
    Inserzioni Blog
    40
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da LadyMadonna Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti!
    Il senso di colpa è un avido parassita che si nutre di noi dall'interno. Si prende tutto: la gioia di vivere, l'autostima, la parte più vera della nostra anima. Non riesco a perdonarmi di aver tradito il mio ragazzo. Quasi quattro anni insieme. Una storia ad alti e bassi, in cui ho sempre sofferto di una mancanza di tranquillità. Ho fatto di tutto per costruire basi solide su cui fondare un futuro insieme. Lo volevo. Lo volevo a tutti i costi. E tutto quello che invece ho ottenuto è stata la perdita degli amici (egoisti e stupidi), una mancanza di solidarietà da parte sua al mio minimo problema e un odio tra le nostre famiglie (sua mamma non vede di buon occhio un fidanzamento serio dei suoi figli, perderebbe chi la fa divertire e chi le paga l'affitto in casa). Lui mi ha amata ma ho sempre sofferto il suo vivere la storia solo al momento, mettendo il divertimento e l'evitarsi discussioni come priorità. Prestava ascolto a chiunque si interomettesse tra noi: fratello, amici e sua mamma che ha sempre fatto di tutto per dividerci, arrivando perfino ad uscire in compagnia con lui e i nostri amici durante i ritrovi. Io ho fattop tanti errori ma mi sono sempre ritenuta una persona corretta. Penso che, nonostante una persona abbia ragioni valide per stancarsi di una storia, il partner si meriti di essere lasciato, ma non tradito. Ci eravamo lasciati già un anno fa e quando ci siamo rimessi insieme con l'intento di riprovarci per davvero, mi è bastato incontrare l'altro per rendermi conto che in realtà su molti aspetti mi stavo solo accontentando. E non si parla certo di un tamarro da discoteca affascinante e bellissimo! Anzi tutt'altro. Ho capito che la sicurezza e la solidarietà che offriva lui nell'amicizia mi mancavano da morire col mio ragazzo. Così, nonostante cercassi di scappare dall'evidenza e di disciplinarmi, ci sono cascata. Dopo un mese, presa dal senso di copla, ho lasciato il mio ragazzo. Mi stavano letteralmente saltando i nervi. Non ce la facevo più a guardarlo negli occhi senza desiderare che mi cascasse in testa un fulmine. Tuttora sto uscendo con l'altro ragazzo che, nonostante non possa offrirmi un futuro (l'ennesima storia sbagliata che dovrà finire) perchè divorziato e con figli ancora piccoli, mi sta accanto e mi fa sentire finalmente di avere qualcuno al mio fianco. Tuttavia mi sento un verme che si nutre di melma di funghi in putrefazione. Mai avrei creduto mi succedesse una cosa del genere! La fedeltà è un mio grande valore, che conservo tuttora, per questo non mi riesce di rassegnarmi alla vergogna dentro di me. Come cavolo ho fatto a fare una cosa del genere????? Nonostante le difficoltà mi ero incaponita che il mio ex dovesse essere per forza l'uomo della mia vita e che tutto si sarebbe risolto. La meschinità del mio comportamento mi ha portato ed eliminalre ogni minima possibilità di riuscita. Non so che cosa mi aiuterà ad espiare questa colpa. Non ho avuto il coraggio di confessarlo a nessuno. Nemmeno ai miei più cari amici. Non è consolante neanche il parere del mio attuale compagno.... Con quel "mi sembra logico! Eri una donna talmente sola. E poi cosa vuoi che sia??? c'è gente che fa molto di peggio!" non mi aiuta di certo. Forse con questo autodafè mi sono giocata anche l'ultima possibilità di scavare a fondo nel mio cuore e cercare anche quel poco che di pulito e autentico c'è rimasto.
    hai tradito un amore già finito che poi hai troncato. Ok, hai sbagliato, non dovevi tradire. Adesso però calmati. Non ti sei dannata per sempre, hai fatto un errore, l'hai capito... siamo umani.

  6. #6
    utente dominazione L'avatar di gas
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    NORD - SUD - CENTRO
    Messaggi
    8,267
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da LadyMadonna Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti!
    Il senso di colpa è un avido parassita che si nutre di noi dall'interno. Si prende tutto: la gioia di vivere, l'autostima, la parte più vera della nostra anima. Non riesco a perdonarmi di aver tradito il mio ragazzo. Quasi quattro anni insieme. Una storia ad alti e bassi, in cui ho sempre sofferto di una mancanza di tranquillità. Ho fatto di tutto per costruire basi solide su cui fondare un futuro insieme. Lo volevo. Lo volevo a tutti i costi. E tutto quello che invece ho ottenuto è stata la perdita degli amici (egoisti e stupidi), una mancanza di solidarietà da parte sua al mio minimo problema e un odio tra le nostre famiglie (sua mamma non vede di buon occhio un fidanzamento serio dei suoi figli, perderebbe chi la fa divertire e chi le paga l'affitto in casa). Lui mi ha amata ma ho sempre sofferto il suo vivere la storia solo al momento, mettendo il divertimento e l'evitarsi discussioni come priorità. Prestava ascolto a chiunque si interomettesse tra noi: fratello, amici e sua mamma che ha sempre fatto di tutto per dividerci, arrivando perfino ad uscire in compagnia con lui e i nostri amici durante i ritrovi. Io ho fattop tanti errori ma mi sono sempre ritenuta una persona corretta. Penso che, nonostante una persona abbia ragioni valide per stancarsi di una storia, il partner si meriti di essere lasciato, ma non tradito. Ci eravamo lasciati già un anno fa e quando ci siamo rimessi insieme con l'intento di riprovarci per davvero, mi è bastato incontrare l'altro per rendermi conto che in realtà su molti aspetti mi stavo solo accontentando. E non si parla certo di un tamarro da discoteca affascinante e bellissimo! Anzi tutt'altro. Ho capito che la sicurezza e la solidarietà che offriva lui nell'amicizia mi mancavano da morire col mio ragazzo. Così, nonostante cercassi di scappare dall'evidenza e di disciplinarmi, ci sono cascata. Dopo un mese, presa dal senso di copla, ho lasciato il mio ragazzo. Mi stavano letteralmente saltando i nervi. Non ce la facevo più a guardarlo negli occhi senza desiderare che mi cascasse in testa un fulmine. Tuttora sto uscendo con l'altro ragazzo che, nonostante non possa offrirmi un futuro (l'ennesima storia sbagliata che dovrà finire) perchè divorziato e con figli ancora piccoli, mi sta accanto e mi fa sentire finalmente di avere qualcuno al mio fianco. Tuttavia mi sento un verme che si nutre di melma di funghi in putrefazione. Mai avrei creduto mi succedesse una cosa del genere! La fedeltà è un mio grande valore, che conservo tuttora, per questo non mi riesce di rassegnarmi alla vergogna dentro di me. Come cavolo ho fatto a fare una cosa del genere????? Nonostante le difficoltà mi ero incaponita che il mio ex dovesse essere per forza l'uomo della mia vita e che tutto si sarebbe risolto. La meschinità del mio comportamento mi ha portato ed eliminalre ogni minima possibilità di riuscita. Non so che cosa mi aiuterà ad espiare questa colpa. Non ho avuto il coraggio di confessarlo a nessuno. Nemmeno ai miei più cari amici. Non è consolante neanche il parere del mio attuale compagno.... Con quel "mi sembra logico! Eri una donna talmente sola. E poi cosa vuoi che sia??? c'è gente che fa molto di peggio!" non mi aiuta di certo. Forse con questo autodafè mi sono giocata anche l'ultima possibilità di scavare a fondo nel mio cuore e cercare anche quel poco che di pulito e autentico c'è rimasto.
    Ciao, benvenuta, mi pare di capire che hai un odio vero sua mamma. E nel contempo non hai perso tempo per metterti con un altro ancora, per cui hai proseguito nel tradirlo.
    Non ho capito quello che ancora oggi stai cercando. Sicuramente ho capito che non stai bene con nessuno. Non c'è persona che ti vada bene per cui credo che tu debba in primo luogo guardare dentro di te e capire cosa vuoi veramente.

  7. #7
    Utente un corno L'avatar di Kid
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    10,772
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Lady Madonna Visualizza Messaggio
    Capirai....a cosa m'è servito??? Ho sbagliato lo stesso
    A cosa è servito? Questo lo dirà il tempo, ma una risposta ce l'hai già: hai un cuore no?

    Fidati, il giorno che tradirai senza alcun rimorso dovrai seriamente preoccuparti. Ora no, hai solo scoperto di essere umana.

  8. #8
    Non Registrato
    Ospite

    caro Gas

    in realtà è proprio perchè so cosa voglio che ho fatto finire questa storia. Vorrei stare con una persona seriamente e costruire un futuro insieme. Purtroppo con questa seconda persona sono impossibilitata oggettivamente a causa del suo passato ma almeno lui vorrebbe e me lo dimostra tutti i giorni. Il mio ex purtroppo ancora non lo sa ciò che cerca. E riguardo al discorso di sua mamma....non la odio, capisco che la pensi diversamente da me, ma almeno lasci decidere autonomamente i propri figli. Certo, c'è da riconoscere che se loro si fanno influenzare significa che tanto diversamente non la pensano. E in fondo quello che pensano le due persone in una storia è quello che conta realmente

  9. #9
    Non Registrato
    Ospite

    @ Kid

    Infatti non voglio più che mi risucceda. mai mai mai più

  10. #10
    Utente un corno L'avatar di Kid
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    10,772
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Non Registrato Visualizza Messaggio
    Infatti non voglio più che mi risucceda. mai mai mai più
    Te lo auguro.

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura