User Tag List

Pagina 1 di 23 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 225

Discussione: Lettera-confessione ... Leggete ...

  1. #1
    Non Registrato
    Ospite

    Lettera-confessione ... Leggete ...

    Ciao.
    Scusate il disturbo ma vorrei farvi leggere una "lettera-confessione".. Se così si può chiamare.
    Ha a che fare con la mia vita.. ma non sono qui per dire se sono stata tradita e quante volte... però vorrei tanto che qualcuno la leggesse e mi dicesse cosa ne pensa.. incredibile.

    "Buongiorno Sig.ra xxxxx,

    mi scuso per il disturbo e per quanto mi accingo a confessarLe ma reputo sia giusto che Lei sappia quanto è accaduto negli ultimi anni.
    Io e Suo marito, xxxx, abbiamo avuto una relazione. Per circa un anno e mezzo.
    Sono conscia di aver commesso uno sgradevole, grave ed ingiustificabile errore.
    Ne sto pagando ora le conseguenze fisiche e psicologiche... Pagherò tutto questo finchè sarò in vita e probabilmente anche oltre... Confesso di essermi sinceramente e profondamente innamorata di lui.
    Per tutto quel tempo ho dato ascolto e sfogo a quei sentimenti strani, incontrollabili, forti più della ragione mai sentiti prima di allora in me, che provavo per xxxxx, e che lui diceva di provare per me. Ho creduto che amare, amarlo, fosse anche totale dedizione, abnegazione, sacrificio di me stessa, della dignità, del buon senso e della civiltà perché non potevo fare a meno di lui.
    Così ho fatto.
    Ho ceduto a quanto ho sempre criticato e additato con disprezzo. Ho ceduto alla falsità, per certi versi, ed al buio. Ho impedito alla mia coscienza di parlare, ero persa e totalmente innamorata. Il cuore è andato oltre la mente. Senza giudizio.
    Tutta questa situazione è inammissibile, lo so’ perfettamente.
    Imperdonabile.
    Certamente non Le sto scrivendo tutto questo per “pulire la coscienza”..... poiché è impossibile.

    Quando ricevetti le prime avances da xxxxx, cedetti. Lui iniziò per primo a farsi avanti, a spingere sull’accelleratore e io.... accettai. L’innamoramento incondizionato mi impedì di ragionare.
    Io mi sono addentrata in questo orrore, in questo sbaglio, insieme a lui.

    In ginocchio e soffrendo terribilmente, Le chiedo perdono.
    Comprendo che Lei ora possa e debba esclusivamente odiarmi. Disprezzarmi senza sconti.
    Augurarmi probabilmente tutto il male possibile senza sosta alcuna.
    E’ giusto così.
    Lo merito.

    Tutto è iniziato nel Dicembre 2009 con la prima uscita e nel Luglio 2012 ho provato a chiudere questo imperdonabile errore.
    In questi mesi abbiamo comunque avuto contatti, a volte sporadici e altre volte più frequenti, cercati quasi sempre ed esclusivamente da lui.
    Nella memoria interna del mio telefono cellulare ho circa nr. 3.000 sms salvati, tutti suoi, con alcune telefonate registrate e fotografie/mms inviatemi da lui direttamente, regali, messaggi scritti di suo pugno..
    Nulla di tutto ciò è stato conservato con il macabro intento di renerlo noto a Lei... Tutto fungeva da “aiuto” per me... Nei tanti (troppi) momenti in cui mi ritrovavo emotivamente e fisicamente sola....
    Mi ha fatta sentire amata, desiderata e voluta.
    Mi ha fatta sentire “donna".
    In tutto e per tutto.
    Emozioni forti, vere.
    Tutto scalfito ed indissolubile nel mio cuore.
    Piccoli gesti, i suoi o i miei, quasi insignificanti per qualsiasi altra donna in qualunque altro tipo di relazione.... Uno sguardo veloce e rubato in mezzo ad altri, un suo trillo o un suo sms con scritto “Bacio!” oppure “Ti amo!” ... Messaggi velocissimi e lapidari.... Inviati magari durante il fine settimana oppure la sera..... un “buongiorno” o la “buona notte”....
    Ho creduto a lui quando diceva che mi amava. ...Che mi pensava, che mi aveva dentro di sé.
    Pe quanto gli era possibile ed a suo modo, me lo ha dimostrato.
    Quando ci incontravamo, circa una sera alla settimana... Una pausa pranzo insieme... La colazione insieme in un bar... Qualche regalo/pensiero che, se pur meramente materiale, mi permetteva di sentirlo più vicino....

    Non conosco le vostre dinamiche o la vostra storia, non so se questa relazione sia nata, sia stata cercata e voluta da lui per qualche motivo specifico oppure in un momento particolare. Certo è.... che si è protratta. Nel tempo.
    Se non avessi cercato di cessare il rapporto io, lui non lo avrebbe probabilmente mai fatto. Tant’è che insistette molto nel non chiudere, diceva che per lui era terribile perdermi. Mi ha pedinata alcune volte, ha vagato a vuoto in macchina davanti a casa e ha lasciato post-it sulla mia macchina.

    Non so se Lei in tutto questo tempo si sia mai resa conto di qualcosa...

    Con questa lettera vorrei, oltre che portarLe le mie scuse e chiederLe perdono, farLe comprendere in parte l’uomo che Suo marito realmente è.

    Forse già comprendeva o sospettava che xxxx potesse comportarsi così, nella vita... Non lo so davvero.
    Non sono qui a scriverLe una lettera, piangendo, con lo scopo ipocrita di guadagnare un rapporto con lui.
    Lo giuro.
    Se lo volessi, non avrei certamente scritto queste parole a Lei, Sig.ra xxxx. Avrei taciuto. Lo può immaginare.
    Avrei potuto chiamarlo o scrivergli un messaggio e Le confermo che lui sarebbe stato disponibile a vedermi e a parlarmi....Me lo ha chiesto tante volte negli ultimi tempi (a metà maggio per esempio, durante un contatto telefonico che abbiamo avuto, mi ha addirittura chiesto se avessi voluto fare l’amore con lui... Anche telefonicamente, mentre si trovava in casa vostra).

    Mi sento tremendamente in colpa per quanto ho commesso in questi anni e credo, anzi sono fermamente convinta, che fosse “opportuno” per Lei conoscere questa situazione consumatasi parallelamente al vostro matrimonio. Perdo la dignità, l’onore, ma credo questo davvero.
    Per la Sua vita, che sicuramente merita dedizione e amore ricambiati tanto quanto Lei ne ha certamente donato in questi anni... Faccia attenzione. La prego.
    Pensi seriamente se vuoLe accettare e sopportare o meno una vita in unione con una persona di questo genere.
    Ho conosciuto un lato di xxxxx che probabilmente non si è mai mostrato a Lei.
    Non si fidi di lui, se può.
    E’ pericoloso. Lo ha fatto una volta con me (che io sappia) e potrebbe forse ripetersi.
    Lavora vicinissimo a me, oltretutto. Praticamente ci possiamo vedere ogni giorno e lo vedo… Cercarmi con lo sguardo intorno o parcheggiare la sua macchina accanto alla mia o venire nel bar sotto il mio ufficio… “perché gli fa piacere” come mi ha scritto lui non molto tempo fa’.

    Tutto questo potrà sembrarLe un controsenso o una falsità, ma sono sincera nel chiederLe di stare attenta e di allontanarsi, se crede sia la cosa da fare, da lui.
    Prospero in primis ha voluto quella situazione malsana, nei vostri confronti. Poi, per carità, so di aver sbagliato. Mi vergogno e pagherò, ma tutto ha avuto inizio da lui.

    Le chiedo di non voler interpretare queste righe come una “raccomandazione”, o come un atto di superbia o arroganza. Non si tratta di un mio “voler insegnare”qualcosa. Assolutamente no, mi creda in questo.
    A prescindere da qualsiasi cosa accada, nei miei confronti e nei confronti di Prospero, per me è diventato impossibile tacere questa situazione. Non sono qui a scrivere che sono stata una donna, o una persona, migliore di lui e me ne dolgo molto. Siamo stati comunque in 2 a portare avanti una determinata situazione. Non io da sola, non lui da solo.

    Mi scuso se per primo passo Le ho scritto e non mi sono rivolta a Lei in prima persona, ma sono in questi giorni impossibilitata fisicamente a recarmi ad xxxxxx.

    In ogni caso, sono disponibile ad incontrarLa , se Lei riterrà importante consocere, sapere o vedere.
    Il mio numero di cellulare è xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
    Mi perdoni per questo dolore.
    Mi scusi."

  2. #2
    Non Registrato
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Non Registrato Visualizza Messaggio
    Ciao.
    Scusate il disturbo ma vorrei farvi leggere una "lettera-confessione".. Se così si può chiamare.
    Ha a che fare con la mia vita.. ma non sono qui per dire se sono stata tradita e quante volte... però vorrei tanto che qualcuno la leggesse e mi dicesse cosa ne pensa.. incredibile.

    "Buongiorno Sig.ra xxxxx,

    mi scuso per il disturbo e per quanto mi accingo a confessarLe ma reputo sia giusto che Lei sappia quanto è accaduto negli ultimi anni.
    Io e Suo marito, xxxx, abbiamo avuto una relazione. Per circa un anno e mezzo.
    Sono conscia di aver commesso uno sgradevole, grave ed ingiustificabile errore.
    Ne sto pagando ora le conseguenze fisiche e psicologiche... Pagherò tutto questo finchè sarò in vita e probabilmente anche oltre... Confesso di essermi sinceramente e profondamente innamorata di lui.
    Per tutto quel tempo ho dato ascolto e sfogo a quei sentimenti strani, incontrollabili, forti più della ragione mai sentiti prima di allora in me, che provavo per xxxxx, e che lui diceva di provare per me. Ho creduto che amare, amarlo, fosse anche totale dedizione, abnegazione, sacrificio di me stessa, della dignità, del buon senso e della civiltà perché non potevo fare a meno di lui.
    Così ho fatto.
    Ho ceduto a quanto ho sempre criticato e additato con disprezzo. Ho ceduto alla falsità, per certi versi, ed al buio. Ho impedito alla mia coscienza di parlare, ero persa e totalmente innamorata. Il cuore è andato oltre la mente. Senza giudizio.
    Tutta questa situazione è inammissibile, lo so’ perfettamente.
    Imperdonabile.
    Certamente non Le sto scrivendo tutto questo per “pulire la coscienza”..... poiché è impossibile.

    Quando ricevetti le prime avances da xxxxx, cedetti. Lui iniziò per primo a farsi avanti, a spingere sull’accelleratore e io.... accettai. L’innamoramento incondizionato mi impedì di ragionare.
    Io mi sono addentrata in questo orrore, in questo sbaglio, insieme a lui.

    In ginocchio e soffrendo terribilmente, Le chiedo perdono.
    Comprendo che Lei ora possa e debba esclusivamente odiarmi. Disprezzarmi senza sconti.
    Augurarmi probabilmente tutto il male possibile senza sosta alcuna.
    E’ giusto così.
    Lo merito.

    Tutto è iniziato nel Dicembre 2009 con la prima uscita e nel Luglio 2012 ho provato a chiudere questo imperdonabile errore.
    In questi mesi abbiamo comunque avuto contatti, a volte sporadici e altre volte più frequenti, cercati quasi sempre ed esclusivamente da lui.
    Nella memoria interna del mio telefono cellulare ho circa nr. 3.000 sms salvati, tutti suoi, con alcune telefonate registrate e fotografie/mms inviatemi da lui direttamente, regali, messaggi scritti di suo pugno..
    Nulla di tutto ciò è stato conservato con il macabro intento di renerlo noto a Lei... Tutto fungeva da “aiuto” per me... Nei tanti (troppi) momenti in cui mi ritrovavo emotivamente e fisicamente sola....
    Mi ha fatta sentire amata, desiderata e voluta.
    Mi ha fatta sentire “donna".
    In tutto e per tutto.
    Emozioni forti, vere.
    Tutto scalfito ed indissolubile nel mio cuore.
    Piccoli gesti, i suoi o i miei, quasi insignificanti per qualsiasi altra donna in qualunque altro tipo di relazione.... Uno sguardo veloce e rubato in mezzo ad altri, un suo trillo o un suo sms con scritto “Bacio!” oppure “Ti amo!” ... Messaggi velocissimi e lapidari.... Inviati magari durante il fine settimana oppure la sera..... un “buongiorno” o la “buona notte”....
    Ho creduto a lui quando diceva che mi amava. ...Che mi pensava, che mi aveva dentro di sé.
    Pe quanto gli era possibile ed a suo modo, me lo ha dimostrato.
    Quando ci incontravamo, circa una sera alla settimana... Una pausa pranzo insieme... La colazione insieme in un bar... Qualche regalo/pensiero che, se pur meramente materiale, mi permetteva di sentirlo più vicino....

    Non conosco le vostre dinamiche o la vostra storia, non so se questa relazione sia nata, sia stata cercata e voluta da lui per qualche motivo specifico oppure in un momento particolare. Certo è.... che si è protratta. Nel tempo.
    Se non avessi cercato di cessare il rapporto io, lui non lo avrebbe probabilmente mai fatto. Tant’è che insistette molto nel non chiudere, diceva che per lui era terribile perdermi. Mi ha pedinata alcune volte, ha vagato a vuoto in macchina davanti a casa e ha lasciato post-it sulla mia macchina.

    Non so se Lei in tutto questo tempo si sia mai resa conto di qualcosa...

    Con questa lettera vorrei, oltre che portarLe le mie scuse e chiederLe perdono, farLe comprendere in parte l’uomo che Suo marito realmente è.

    Forse già comprendeva o sospettava che xxxx potesse comportarsi così, nella vita... Non lo so davvero.
    Non sono qui a scriverLe una lettera, piangendo, con lo scopo ipocrita di guadagnare un rapporto con lui.
    Lo giuro.
    Se lo volessi, non avrei certamente scritto queste parole a Lei, Sig.ra xxxx. Avrei taciuto. Lo può immaginare.
    Avrei potuto chiamarlo o scrivergli un messaggio e Le confermo che lui sarebbe stato disponibile a vedermi e a parlarmi....Me lo ha chiesto tante volte negli ultimi tempi (a metà maggio per esempio, durante un contatto telefonico che abbiamo avuto, mi ha addirittura chiesto se avessi voluto fare l’amore con lui... Anche telefonicamente, mentre si trovava in casa vostra).

    Mi sento tremendamente in colpa per quanto ho commesso in questi anni e credo, anzi sono fermamente convinta, che fosse “opportuno” per Lei conoscere questa situazione consumatasi parallelamente al vostro matrimonio. Perdo la dignità, l’onore, ma credo questo davvero.
    Per la Sua vita, che sicuramente merita dedizione e amore ricambiati tanto quanto Lei ne ha certamente donato in questi anni... Faccia attenzione. La prego.
    Pensi seriamente se vuoLe accettare e sopportare o meno una vita in unione con una persona di questo genere.
    Ho conosciuto un lato di xxxxx che probabilmente non si è mai mostrato a Lei.
    Non si fidi di lui, se può.
    E’ pericoloso. Lo ha fatto una volta con me (che io sappia) e potrebbe forse ripetersi.
    Lavora vicinissimo a me, oltretutto. Praticamente ci possiamo vedere ogni giorno e lo vedo… Cercarmi con lo sguardo intorno o parcheggiare la sua macchina accanto alla mia o venire nel bar sotto il mio ufficio… “perché gli fa piacere” come mi ha scritto lui non molto tempo fa’.

    Tutto questo potrà sembrarLe un controsenso o una falsità, ma sono sincera nel chiederLe di stare attenta e di allontanarsi, se crede sia la cosa da fare, da lui.
    Prospero in primis ha voluto quella situazione malsana, nei vostri confronti. Poi, per carità, so di aver sbagliato. Mi vergogno e pagherò, ma tutto ha avuto inizio da lui.

    Le chiedo di non voler interpretare queste righe come una “raccomandazione”, o come un atto di superbia o arroganza. Non si tratta di un mio “voler insegnare”qualcosa. Assolutamente no, mi creda in questo.
    A prescindere da qualsiasi cosa accada, nei miei confronti e nei confronti di Prospero, per me è diventato impossibile tacere questa situazione. Non sono qui a scrivere che sono stata una donna, o una persona, migliore di lui e me ne dolgo molto. Siamo stati comunque in 2 a portare avanti una determinata situazione. Non io da sola, non lui da solo.

    Mi scuso se per primo passo Le ho scritto e non mi sono rivolta a Lei in prima persona, ma sono in questi giorni impossibilitata fisicamente a recarmi ad xxxxxx.

    In ogni caso, sono disponibile ad incontrarLa , se Lei riterrà importante consocere, sapere o vedere.
    Il mio numero di cellulare è xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
    Mi perdoni per questo dolore.
    Mi scusi."
    scrivere questa lettera alla moglie... faceva meglio a rimanere nell 'ombra come lo era stata per un anno e mezzo!
    mi sembra ancora più squallido, portare alla luce un adulterio , mascherandolo in forma di scuse solo per una viscida vendetta !

  3. #3
    Non Registrato
    Ospite
    Credo la medesima cosa. Nonostante la rabbia e il dolore, è allucinante che io comunque possa capire il fatto che una non riesca a tenere dento ceret cose e che sia pentita. Scusa... Non capisco.

  4. #4
    exStermy
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Non Registrato Visualizza Messaggio
    Ciao.
    Scusate il disturbo ma vorrei farvi leggere una "lettera-confessione".. Se così si può chiamare.
    Ha a che fare con la mia vita.. ma non sono qui per dire se sono stata tradita e quante volte... però vorrei tanto che qualcuno la leggesse e mi dicesse cosa ne pensa.. incredibile.

    "Buongiorno Sig.ra xxxxx,

    mi scuso per il disturbo e per quanto mi accingo a confessarLe ma reputo sia giusto che Lei sappia quanto è accaduto negli ultimi anni.
    Io e Suo marito, xxxx, abbiamo avuto una relazione. Per circa un anno e mezzo.
    Sono conscia di aver commesso uno sgradevole, grave ed ingiustificabile errore.
    Ne sto pagando ora le conseguenze fisiche e psicologiche... Pagherò tutto questo finchè sarò in vita e probabilmente anche oltre... Confesso di essermi sinceramente e profondamente innamorata di lui.
    Per tutto quel tempo ho dato ascolto e sfogo a quei sentimenti strani, incontrollabili, forti più della ragione mai sentiti prima di allora in me, che provavo per xxxxx, e che lui diceva di provare per me. Ho creduto che amare, amarlo, fosse anche totale dedizione, abnegazione, sacrificio di me stessa, della dignità, del buon senso e della civiltà perché non potevo fare a meno di lui.
    Così ho fatto.
    Ho ceduto a quanto ho sempre criticato e additato con disprezzo. Ho ceduto alla falsità, per certi versi, ed al buio. Ho impedito alla mia coscienza di parlare, ero persa e totalmente innamorata. Il cuore è andato oltre la mente. Senza giudizio.
    Tutta questa situazione è inammissibile, lo so’ perfettamente.
    Imperdonabile.
    Certamente non Le sto scrivendo tutto questo per “pulire la coscienza”..... poiché è impossibile.

    Quando ricevetti le prime avances da xxxxx, cedetti. Lui iniziò per primo a farsi avanti, a spingere sull’accelleratore e io.... accettai. L’innamoramento incondizionato mi impedì di ragionare.
    Io mi sono addentrata in questo orrore, in questo sbaglio, insieme a lui.

    In ginocchio e soffrendo terribilmente, Le chiedo perdono.
    Comprendo che Lei ora possa e debba esclusivamente odiarmi. Disprezzarmi senza sconti.
    Augurarmi probabilmente tutto il male possibile senza sosta alcuna.
    E’ giusto così.
    Lo merito.

    Tutto è iniziato nel Dicembre 2009 con la prima uscita e nel Luglio 2012 ho provato a chiudere questo imperdonabile errore.
    In questi mesi abbiamo comunque avuto contatti, a volte sporadici e altre volte più frequenti, cercati quasi sempre ed esclusivamente da lui.
    Nella memoria interna del mio telefono cellulare ho circa nr. 3.000 sms salvati, tutti suoi, con alcune telefonate registrate e fotografie/mms inviatemi da lui direttamente, regali, messaggi scritti di suo pugno..
    Nulla di tutto ciò è stato conservato con il macabro intento di renerlo noto a Lei... Tutto fungeva da “aiuto” per me... Nei tanti (troppi) momenti in cui mi ritrovavo emotivamente e fisicamente sola....
    Mi ha fatta sentire amata, desiderata e voluta.
    Mi ha fatta sentire “donna".
    In tutto e per tutto.
    Emozioni forti, vere.
    Tutto scalfito ed indissolubile nel mio cuore.
    Piccoli gesti, i suoi o i miei, quasi insignificanti per qualsiasi altra donna in qualunque altro tipo di relazione.... Uno sguardo veloce e rubato in mezzo ad altri, un suo trillo o un suo sms con scritto “Bacio!” oppure “Ti amo!” ... Messaggi velocissimi e lapidari.... Inviati magari durante il fine settimana oppure la sera..... un “buongiorno” o la “buona notte”....
    Ho creduto a lui quando diceva che mi amava. ...Che mi pensava, che mi aveva dentro di sé.
    Pe quanto gli era possibile ed a suo modo, me lo ha dimostrato.
    Quando ci incontravamo, circa una sera alla settimana... Una pausa pranzo insieme... La colazione insieme in un bar... Qualche regalo/pensiero che, se pur meramente materiale, mi permetteva di sentirlo più vicino....

    Non conosco le vostre dinamiche o la vostra storia, non so se questa relazione sia nata, sia stata cercata e voluta da lui per qualche motivo specifico oppure in un momento particolare. Certo è.... che si è protratta. Nel tempo.
    Se non avessi cercato di cessare il rapporto io, lui non lo avrebbe probabilmente mai fatto. Tant’è che insistette molto nel non chiudere, diceva che per lui era terribile perdermi. Mi ha pedinata alcune volte, ha vagato a vuoto in macchina davanti a casa e ha lasciato post-it sulla mia macchina.

    Non so se Lei in tutto questo tempo si sia mai resa conto di qualcosa...

    Con questa lettera vorrei, oltre che portarLe le mie scuse e chiederLe perdono, farLe comprendere in parte l’uomo che Suo marito realmente è.

    Forse già comprendeva o sospettava che xxxx potesse comportarsi così, nella vita... Non lo so davvero.
    Non sono qui a scriverLe una lettera, piangendo, con lo scopo ipocrita di guadagnare un rapporto con lui.
    Lo giuro.
    Se lo volessi, non avrei certamente scritto queste parole a Lei, Sig.ra xxxx. Avrei taciuto. Lo può immaginare.
    Avrei potuto chiamarlo o scrivergli un messaggio e Le confermo che lui sarebbe stato disponibile a vedermi e a parlarmi....Me lo ha chiesto tante volte negli ultimi tempi (a metà maggio per esempio, durante un contatto telefonico che abbiamo avuto, mi ha addirittura chiesto se avessi voluto fare l’amore con lui... Anche telefonicamente, mentre si trovava in casa vostra).

    Mi sento tremendamente in colpa per quanto ho commesso in questi anni e credo, anzi sono fermamente convinta, che fosse “opportuno” per Lei conoscere questa situazione consumatasi parallelamente al vostro matrimonio. Perdo la dignità, l’onore, ma credo questo davvero.
    Per la Sua vita, che sicuramente merita dedizione e amore ricambiati tanto quanto Lei ne ha certamente donato in questi anni... Faccia attenzione. La prego.
    Pensi seriamente se vuoLe accettare e sopportare o meno una vita in unione con una persona di questo genere.
    Ho conosciuto un lato di xxxxx che probabilmente non si è mai mostrato a Lei.
    Non si fidi di lui, se può.
    E’ pericoloso. Lo ha fatto una volta con me (che io sappia) e potrebbe forse ripetersi.
    Lavora vicinissimo a me, oltretutto. Praticamente ci possiamo vedere ogni giorno e lo vedo… Cercarmi con lo sguardo intorno o parcheggiare la sua macchina accanto alla mia o venire nel bar sotto il mio ufficio… “perché gli fa piacere” come mi ha scritto lui non molto tempo fa’.

    Tutto questo potrà sembrarLe un controsenso o una falsità, ma sono sincera nel chiederLe di stare attenta e di allontanarsi, se crede sia la cosa da fare, da lui.
    Prospero in primis ha voluto quella situazione malsana, nei vostri confronti. Poi, per carità, so di aver sbagliato. Mi vergogno e pagherò, ma tutto ha avuto inizio da lui.

    Le chiedo di non voler interpretare queste righe come una “raccomandazione”, o come un atto di superbia o arroganza. Non si tratta di un mio “voler insegnare”qualcosa. Assolutamente no, mi creda in questo.
    A prescindere da qualsiasi cosa accada, nei miei confronti e nei confronti di Prospero, per me è diventato impossibile tacere questa situazione. Non sono qui a scrivere che sono stata una donna, o una persona, migliore di lui e me ne dolgo molto. Siamo stati comunque in 2 a portare avanti una determinata situazione. Non io da sola, non lui da solo.

    Mi scuso se per primo passo Le ho scritto e non mi sono rivolta a Lei in prima persona, ma sono in questi giorni impossibilitata fisicamente a recarmi ad xxxxxx.

    In ogni caso, sono disponibile ad incontrarLa , se Lei riterrà importante consocere, sapere o vedere.
    Il mio numero di cellulare è xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
    Mi perdoni per questo dolore.
    Mi scusi."
    Beh la zoccola e' pure bastarda...

    ma pure tu hai delle colpe......

    come cazzo se fa a sposa' uno che se chiama Prospero?

  5. #5
    Non Registrato
    Ospite
    Se arrivasse a me una lettera del genere, verrebbe bruciata dopo un secondo netto.

  6. #6
    Scemo chi legge
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    piemonte
    Messaggi
    11,693
    Inserzioni Blog
    75
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    bhè almeno la farei leggere a lui..
    ma con molta tranquillità ...
    poi si vedrà ...

    Pero luglio 2012 non ci siamo ancora arrivati

  7. #7
    Non Registrato
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da exStermy Visualizza Messaggio
    Beh la zoccola e' pure bastarda...

    ma pure tu hai delle colpe......

    come cazzo se fa a sposa' uno che se chiama Prospero?
    Ho la colpa di non essermi mai accorta di nulla... e di aver sposato una merda umana

  8. #8
    exStermy
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Non Registrato Visualizza Messaggio
    Se arrivasse a me una lettera del genere, verrebbe bruciata dopo un secondo netto.
    Ammazza se leggi veloce....

    a me e' partita la serata...

    ahahahahah

  9. #9
    Non Registrato
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da lunapiena Visualizza Messaggio
    bhè almeno la farei leggere a lui..
    ma con molta tranquillità ...
    poi si vedrà ...

    Pero luglio 2012 non ci siamo ancora arrivati
    Si sarà sbagliata.. pensa che io non ci ho nemmeno fatto caso tanto sono annebbiata. Mah.
    "con molta tranquillità"?! come è possibile dato quello che c'e' scritto?

  10. #10
    exStermy
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Non Registrato Visualizza Messaggio
    Ho la colpa di non essermi mai accorta di nulla... e di aver sposato una merda umana
    me dispias'...ma quando e' arrivata? ...ed a Prospero marito che gli hai fatto?...che pensi di fare con Prospero???...

    ao' fermateme...

    ahahahah

Pagina 1 di 23 12311 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura