User Tag List

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 29

Discussione: sospetto tradimento

  1. #1
    baccalà
    Ospite

    sospetto tradimento

    Salve a tutti, sono un uomo di 37 anni, sposato da 6 e con un bellissima bambina di quasi 2 anni; ho scoperto recentemente che mia moglie ha una corrispondenza tramite mail e messaggi telefonici con un suo ex ragazzo di quando era adolescente.
    Non ho le prove del fatto che mi tradisca, ho solo delle sensazioni, ed il mio problema è che ho paura di chiederle giustificazioni sul suo comportamento per il timore nel caso di separazione di non veder crescere mia figlia. Sono forse un codardo?

  2. #2
    Fedifrago
    Ospite
    Caro bacca, non correresti il rischio di perderla comunque?

    Se lei effettivamente ti tradisce e sta percorrendo una certa strada non credo che il nascondere la testa sotto la sabbia le sarà di gran impedimento ad andare avanti nella direzione che ha preso.

    E, altra domanda, a te interessa solo della figlia che non vedresti più quotidianamente (ma tranquillo, si possono allevare i figli anche in caso di separazione, dando maggior qualità al minor tempo che si passa con loro!) o di mantenere vivo anche il tuo rapporto?

    Affrontar le situazioni non significa tirarsi dietro i piatti, ma cercar di rimuovere gli ostacoli, vedere e capire cosa lei cerchi eventualmente in questa corrispondenza/relazione e che non trovi nel vostro rapporto.

  3. #3
    Utente Karmico
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    20,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da baccalà
    Salve a tutti, sono un uomo di 37 anni, sposato da 6 e con un bellissima bambina di quasi 2 anni; ho scoperto recentemente che mia moglie ha una corrispondenza tramite mail e messaggi telefonici con un suo ex ragazzo di quando era adolescente.
    Non ho le prove del fatto che mi tradisca, ho solo delle sensazioni, ed il mio problema è che ho paura di chiederle giustificazioni sul suo comportamento per il timore nel caso di separazione di non veder crescere mia figlia. Sono forse un codardo?
    Ciao!
    Io sono stata nella stessa identica situazione di tua moglie. Ho creduto di potermi rifare una vita con il mio primo fidanzato (si, nel mio caso non l'ho mai vissuta come un'avventura, ma come un vero e proprio amore alternativo e "migliore" al mio matrimonio).
    L'ho detto a mio marito, che ha avuto un comportamento distaccato, concreto: mi ha ricordato gli obblighi familiari e mi ha detto "Chiudila e io dimentico"
    In verità io non ho chiuso, senonché - appena l'altro ha saputo che mio marito sapeva - ha cominciato ad indietreggiare sempre più. Il progetto di un futuro comune si è disintegrato di fronte alla sua codardia (spacciata per attaccamento alla famiglia, che però non esitava a tradire dicendomi che voleva vivere CON ME e avere un figlio CON ME) e io ho chiuso a mia volta con lui - di lì a poco -, incapace di accettare un rapporto così svuotato di significato. E sono tornata (abbastanza) tranquillamente nei ranghi.
    Non so se c'è una morale, ma il discuterne (pacatamente, in modo intelligente) con mio marito mi ha dato la tranquillità necessaria per evitare passi falsi ed eccessivi (tipo lasciare la famiglia con i figli, rovinare il matrimonio, etc.) , prendermi il tempo per valutare l'altro e le sue intenzioni, insomma, ragionare con calma e serenità (relativa) cosa fosse meglio fare.
    Per cui ti direi: parlane pacatamente con la moglie, lasciale un po' di spazio, ma mostrati anche risoluto a difendere la tua famiglia. Lasciale il tempo di ragionare. 90 su 100 l'altro si rovinerà con le sue stesse mani e la sua stessa codardia
    un grosso bacio

  4. #4
    Utente Affezionato Oldie
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    149
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Verena: e se lui (l'altro) non fosse stato codardo? Lo avresti lasciato tuo marito?

  5. #5
    Utente Karmico
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    20,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Albatros
    Verena: e se lui (l'altro) non fosse stato codardo? Lo avresti lasciato tuo marito?
    Penso di si. Non si può sapere con certezza finché non recidi il filo, ma credo l'avrei fatto. Stavo pensando già ai dettagli pratici, e anche al "come" dirlo. In un certo senso l'ho anche detto.
    Però è stato comunque saggio mio marito,a mio avviso, a darmi il tempo di "valutare" l'altro e il suo "valore" come persona. Non mi ha pressato e così ho ragionato meglio, in modo più pacato e sereno e ho potuto vedere le contraddizioni dell'altro
    Un bacio

  6. #6
    Utente Affezionato Oldie
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    149
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Così è se vi pare

    Citazione Originariamente Scritto da Verena67
    Penso di si. Non si può sapere con certezza finché non recidi il filo, ma credo l'avrei fatto. Stavo pensando già ai dettagli pratici, e anche al "come" dirlo. In un certo senso l'ho anche detto.
    Però è stato comunque saggio mio marito,a mio avviso, a darmi il tempo di "valutare" l'altro e il suo "valore" come persona. Non mi ha pressato e così ho ragionato meglio, in modo più pacato e sereno e ho potuto vedere le contraddizioni dell'altro
    Un bacio
    Io e te stiamo insieme. Condividiamo un progetto di vita fatto d'amore, di alti e bassi e di obiettivi. Poi tu conosci un uomo, nasce un sentimento, ci fai l'amore, cominci consciamente o inconsciamente a confrontarlo con me. Pensi che con lui ti senti felice e ti accorgi che con me in realtà non eri felice. Primo finale: lui non ricambia i tuoi sentimenti fino in fondo e tu resti con me. Secondo finale: lui ricambia e tu mi molli per l'altro.
    Cosa hanno in comune i due finali? Solo che in entrambe i casi hai verificato con assoluta certezza che io sono stato superato (e sono superabile) nella scala dei tuoi sentimenti da un altro uomo. Se questo è accaduto, forse significa che tu non mi ami più. Se non mi ami più, forse dovresti trovare una soluzione che prescinde dal finale ed essere onesta fino in fondo. Ossia dovresti lasciarmi a prescindere da quello che vuole fare l'altro. Alla mia sensazione di essere stato tradito da te, altrimenti, si aggiunge anche quella di fare da ruotino di scorta per la tua fuoriserie, in attesa che il gommista ti procuri una ruota vera e performante.
    Da parte mia, invece, potrebbero esservi due situazioni: sono innamorato di te, non sono neppure io innamorato di te. Nel primo caso già il tradimento è stato sufficiente ad infliggermi un dolore immenso. ma il mio amore potrebbe farmi fare cose sciocche come quella di implorarti di lasciare l'altro e ricominciare. Se tu ricominci con me SOLO perché non sei stata male con l'altro, mi stai facendo male doppiamente, anche se io potrei inizialmente esserne persino contento. Se tu ricominci con me NONOSTANTE che l'altro ti ricambi i tuoi sentimenti, allora forse ci sono le basi per ricostruire qualcosa. Nel secondo caso, io che non sono a mia volta più innamorato di te, allora il fare da ruotino potrebbe far comodo a tutti e due e magari ci ricambiamo a vicenda: siamo uno il ruotino dell'altra e viceversa.
    Verena, in che situazione ti trovi?
    Spero perdonerai l'analisi fredda e glaciale che ho fatto seguendo lo stile di un programmatore informatico.
    Ti abbraccio forte, Stefano

  7. #7
    Utente Karmico
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    20,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Albatros
    Verena, in che situazione ti trovi?
    Spero perdonerai l'analisi fredda e glaciale che ho fatto seguendo lo stile di un programmatore informatico.
    Ti abbraccio forte, Stefano
    la tua analisi è sensata, ma la realtà è sempre più complessa di così.
    Innanzitutto, ci vuole una premessa "storica". Io non ho conosciuto quest'uomo "per caso": eravamo stati fidanzati 18 anni fa, e per entrambi siamo stati la prima storia importante. All'epoca eravamo molto giovani, e ci dividevano alcune circostanze di vita (la distanza, già allora, io studiavo in modo molto determinato, lui già lavorava...) e soprattutto le discrasie caratteriali che sono emerse anche in questa ripresa.
    Per cui, ora come allora, lo lasciai. Sempre ricordandolo con grandissimo rimpianto. Che vuoi che ti dica: Non si comanda al cuore.
    Quando conobbi mio marito, io ero molto più grande, erano nel mentre passati quasi cinque anni, e avevo avuto altre due relazioni "importanti", finite per diversi motivi. Mio marito veniva a sua volta da un fidanzamento terminato, per volere della ragazza, sull'orlo dell'altare. Per età, studi, etc. aspiravamo entrambi a farci una famiglia. E ci siamo sposati.
    Il nostro è un buon matrimonio, con gli alti e bassi di ogni legame, una buona intesa sessuale, mentale, interessi comuni, la capacità di ridere insieme, ma non con una base emotiva STRAVOLGENTE. Ci vogliamo bene Leggevo oggi su un famoso testo "Donne che amano troppo" che "EROS" (la passione) e "AGAPE" (il legame e la comunione) non vanno affatto d'accordo, ed è molto difficile se non quasi impossibile coniugarli.
    Noi sicuramente abbiamo l'AGAPE: mio marito è un uomo attraente, intelligente, colto, è un professore di scuola superiore con parecchi interessi culturali. Non gli manca assolutamente niente. Ed è un padre meraviglioso. E ci piacciamo anche fisicamente.
    Ma...
    Quando ho rivisto il mio primo amore, dopo 18 anni, non ho creduto ai miei occhi. Forse sarà stato il lungo ricordo, la nostalgia, l'idealizzazione, ma ho visto in lui, da subito, la possibilità di ricrearmi un futuro con un uomo con il quale potesse esserci anche EROS e non solo AGAPE. Lui mi ha confermata in questa ipotesi corteggiandomi in modo travolgente, ricreando un'intimità che non avrei mai pensato possibile, prospettandomi da subito lo stesso FUTURO cui aspiravo io.
    Ci siamo illusi a vicenda, voglio essere generosa.
    Mio marito non è e non sarà mai una ruota di scorta e non lo lascio perché gli voglio bene, sto bene con lui e non farei mai questo ai miei figli che ci adorano e con i quali formiamo, sotto tutti gli aspetti, una bella famiglia.
    Se devo distruggere tutto questo in nome di una "coerenza" attraente in teoria, ma vuota in pratica, beh, non voglio essere coerente
    E no, mio marito non mi ha "implorato" di restare con lui: forse non è nelle sue corde, nel suo carattere, ma con grande dignità, che mi ha colpito nel profondo e mi ha fatto riflettere, mi ha chiesto di pensarci, di valutare bene cosa stavo facendo e con chi lo stavo facendo.
    Non so cosa faremo in futuro, stavolta sono andata in crisi io, la prossima volta potrebbe capitare a lui, ma sta di fatto che da 15 anni siamo insieme, e io sono orgogliosa di questo!!!!
    Un grosso bacio

  8. #8
    Utente Affezionato Oldie
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    149
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Sì ma....

    ....ma quando scrivi

    "Mio marito non è e non sarà mai una ruota di scorta e non lo lascio perché gli voglio bene, sto bene con lui e non farei mai questo ai miei figli che ci adorano e con i quali formiamo, sotto tutti gli aspetti, una bella famiglia."

    ti contraddici, mi sembra, rispetto a

    "Verena: e se lui (l'altro) non fosse stato codardo? Lo avresti lasciato tuo marito?
    Penso di si."

    Come la mettiamo?

    Quanto a Eros e Agape, io ho già scritto e ne sono convinto, che la passione che ti può dare un uomo che ti attrae ma che ancora non hai scoperto nella quotidianetà di anni e anni, non potrà mai essere confrontata con quella che ti dà un uomo che lo stesso ti attrae, ma col quale hai condiviso anni e anni di quotidianetà.
    Il confronto è umano e spontaneo farlo, ma la testa (non certo il cuore) dovrebbe sempre sussurrare che quel confronto è assolutamente inattendibile, come dire che 3 grammi sono come 3kg, solo perché hanno un 3 e una g in comune.
    Se poi mi rispondi che al cuore non si comanda, allora le chiacchiere stanno a zero.
    smack

  9. #9
    Fedifrago
    Ospite

    ho notato..

    Che parli sempre di "voler bene" a tuo marito, Verena, mai che lo ami.

    Ecco cosa mi suonava strano.

    Prendila per l'osservazione che è.

    Bacio

    Feddy

  10. #10
    Utente Karmico
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    20,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Albatros
    ....ma quando scrivi

    "Mio marito non è e non sarà mai una ruota di scorta e non lo lascio perché gli voglio bene, sto bene con lui e non farei mai questo ai miei figli che ci adorano e con i quali formiamo, sotto tutti gli aspetti, una bella famiglia."

    ti contraddici, mi sembra, rispetto a

    "Verena: e se lui (l'altro) non fosse stato codardo? Lo avresti lasciato tuo marito?
    Penso di si."

    Come la mettiamo?
    Non ci vedo nessuna contraddizione Forse sono io che sono ottusa
    Si, dell'altro ero (sono) innamorata (non mi è ancora passata, anche se la sto "uccidendo").
    Ho coltivato il sogno pazzesco di un futuro con un uomo che amavo dal profondo del cuore e che mi consentisse di avere un tipo di intimità (anche emotiva) che forse - lo ammetto - nel mio matrimonio è sempre mancata.
    Non è stato possibile realizzarlo. E' un dato di fatto.
    Basta ciò per buttare a mare un BUONISSIMO matrimonio? Una famiglia che rende felici e sereni due bambini?
    Queste sono scelte personali, e io ho scelto: NO. Senza RIMPIANTI



    Quanto a Eros e Agape, io ho già scritto e ne sono convinto, che la passione che ti può dare un uomo che ti attrae ma che ancora non hai scoperto nella quotidianetà di anni e anni, non potrà mai essere confrontata con quella che ti dà un uomo che lo stesso ti attrae, ma col quale hai condiviso anni e anni di quotidianetà.
    Il confronto è umano e spontaneo farlo, ma la testa (non certo il cuore) dovrebbe sempre sussurrare che quel confronto è assolutamente inattendibile, come dire che 3 grammi sono come 3kg, solo perché hanno un 3 e una g in comune.
    Se poi mi rispondi che al cuore non si comanda, allora le chiacchiere stanno a zero.
    smack
    Certo. Claro que si. Ovvio che la passione "nuova" batte 10 a 0 quella di un matrimonio che dura da 15 anni.
    Infatti non avrei mai preso la scelta di lasciare mio marito "hic et nunc", avrei atteso di far sbollire la cosa, di studiare l'altro a 360°, però una disponibilità di base io l'avevo, la "sentivo".
    Ma siccome in lui (L'ALTRO) non c'era la minima disponibilità a farsi un futuro con me, abbiamo chiuso molto prima che ciò succedesse.
    un bacio
    P.S. Sono così detestabile perché non distruggo una famiglia per una mera chimera? Io penso proprio di no

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Mikey, il "sospetto terrorista" di 8 anni
    Di Lettrice nel forum Disquisizioni culturali
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 15/01/2010, 21:32
  2. C'è tradimento e tradimento
    Di Non registrato nel forum Confessionale
    Risposte: 37
    Ultimo Messaggio: 16/09/2008, 19:56
  3. Tradimento
    Di Old Airforever nel forum Confessionale
    Risposte: 208
    Ultimo Messaggio: 09/07/2008, 19:28
  4. Un non tradimento
    Di Bruja nel forum Mondo Reale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 02/08/2007, 13:20

Permessi di Scrittura