User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16

Discussione: Articolo: Sberle e insulti: vita di coppia!

  1. #1
    Escluso
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    43,196
    Inserzioni Blog
    74
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Articolo: Sberle e insulti: vita di coppia!

    Sberle e insulti alla sfasciafamiglie
    IL CASO. La polizia ha denunciato due vicentine di 53 e 30 anni che devono rispondere di stalking e di lesioni nei confronti della rivale di 41 anni. Una relazione extraconiugale ha scatenato la diabolica vendetta Lettere con insulti e dettagli hard inviate alla vittima e alla famiglia
    07/06/2012

    e-mail
    print

    A

    Zoom Foto
    Moglie e figlia sono accusate di stalking nei confronti dell'amante del marito: sono volati anche schiaffi

    Vicenza. «Egregi condomini, vi scriviamo per comunicarvi, nel caso non lo sapeste già, che nel vostro palazzo abita...» dalle prime righe sembrava fosse una qualsiasi lettera formale. Peccato solo che, subito dopo, il tono fosse completamente diverso: insulti, epiteti volgari e accuse contro una residente, definita come una specie di ninfomane rovina-famiglie. Il tutto firmato da «un gruppo di donne cornute che vogliono riprendersi la dignità». In realtà non c'era nessun comitato. I volantini erano solo una (e non certo la più diabolica) delle tante vendette di madre e figlia, ora accusate di stalking. Le due hanno anche inviato una montagna di lettere con posta prioritaria ad amici, parenti, datore di lavoro, colleghi e, ovviamente, al marito della donna che avevano preso di mira. Le telefonavano, le mandavano mail, hanno persino fatto un fotomontaggio pornografico con la sua immagine. Come se non bastasse l'hanno seguita. Il culmine quando l'hanno aspettata fuori dal posto di lavoro per riempita di sberle. IL TRADIMENTO. Tutto è iniziato alla fine dell'anno scorso quando una vicentina di 53 anni ha scoperto che il marito aveva una relazione con una donna molto più giovane, di 41 anni, pure lei sposata e con due figli. Lo ha sorpreso mentre telefonava all'amante, gli ha strappato il telefono di mano e ha ricoperto d'insulti la rivale in amore. È stato solo l'inizio di una lunga e complicata vendetta in cui è stata complice anche la figlia di lei, di 30 anni. Vendetta che, contrariamente a quanto di solito avviene (solo due giorni fa una donna a Milano ha versato dell'olio bollente sul marito per punirlo) non era rivolta al fedifrago ma alla rivale. Una vicenda che si è conclusa solo dopo mesi, con la denuncia di entrambe da parte della squadra mobile. Le due sono accusate di stalking e il giudice ha stabilito che non possano avvicinarsi alla vittima, né mettersi in contatto con lei. Non dovranno, inoltre, avere alcun rapporto con i suoi colleghi. La moglie tradita, infine, dovrà rispondere anche di lesioni per l'aggressione che si era conclusa con traumi guaribili in sette giorni. Sembra che, una volta scoperto, il marito della donna abbia deciso di interrompere la relazione (che pare durasse da tempo). Il matrimonio è sopravvissuto al tradimento ma la voglia di vendicarsi di chi le aveva portato via il marito (e forse un bel po' di soldi, per i continui regali costosi e le cene al ristorante) è stata irrefrenabile. Madre e figlia hanno dunque iniziato la loro “spedizione punitiva”. LETTERE E PEDINAMENTI. Sono entrate nella parte delle investigatrici private e hanno iniziato a seguire la vittima, soprattutto per essere informate sulla sua vita privata e su altre relazioni extraconiugali. Poi hanno cominciato a spedire lettere con posta prioritaria agli amici, ai parenti di lei, ai genitori. L'ex amante, a quel punto, era disperata. Anche lei sposata, ha capito subito che il marito sarebbe stato coinvolto. E, infatti, così è stato. Non è riuscita ad evitare che anche a lui arrivassero quei volantini pieni di insulti e così ricchi di particolari sulla sua vita sessuale. L'incubo non era finito: manifesti sono stati appesi anche nei corridoi del suo palazzo e poi sono iniziate ad arrivare mail e telefonate anonime. Il clou quando si è ritrovata, sul parabrezza dell'auto, un poster pornografico con la sua foto, costruito ad hoc con un programma per fotomontaggi. Quando, infine, c'è stata una vera e propria aggressione la donna ha capito di non avere altra scelta. Il suo matrimonio era naufragato e ora, a rischio, c'erano anche il posto di lavoro e la sua incolumità. Si è rivolta alla polizia, portando un bel malloppo di lettere e volantini e ha raccontato di essere perseguitata da due stalker. Lei, naturalmente, sapeva di chi si trattava. Ai poliziotti non è rimasto altro che dare il via alle indagini e confermare i suoi sospetti. Dalle mail e dalle chiamate ai cellulari gli agenti della squadra mobile sono riusciti a risalire alle due che, scoperte, hanno subito ammesso le loro responsabilità senza scomporsi.

  2. #2
    exStermy
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da contepinceton Visualizza Messaggio
    Sberle e insulti alla sfasciafamiglie
    IL CASO. La polizia ha denunciato due vicentine di 53 e 30 anni che devono rispondere di stalking e di lesioni nei confronti della rivale di 41 anni. Una relazione extraconiugale ha scatenato la diabolica vendetta Lettere con insulti e dettagli hard inviate alla vittima e alla famiglia
    07/06/2012

    e-mail
    print

    A

    Zoom Foto
    Moglie e figlia sono accusate di stalking nei confronti dell'amante del marito: sono volati anche schiaffi

    Vicenza. «Egregi condomini, vi scriviamo per comunicarvi, nel caso non lo sapeste già, che nel vostro palazzo abita...» dalle prime righe sembrava fosse una qualsiasi lettera formale. Peccato solo che, subito dopo, il tono fosse completamente diverso: insulti, epiteti volgari e accuse contro una residente, definita come una specie di ninfomane rovina-famiglie. Il tutto firmato da «un gruppo di donne cornute che vogliono riprendersi la dignità». In realtà non c'era nessun comitato. I volantini erano solo una (e non certo la più diabolica) delle tante vendette di madre e figlia, ora accusate di stalking. Le due hanno anche inviato una montagna di lettere con posta prioritaria ad amici, parenti, datore di lavoro, colleghi e, ovviamente, al marito della donna che avevano preso di mira. Le telefonavano, le mandavano mail, hanno persino fatto un fotomontaggio pornografico con la sua immagine. Come se non bastasse l'hanno seguita. Il culmine quando l'hanno aspettata fuori dal posto di lavoro per riempita di sberle. IL TRADIMENTO. Tutto è iniziato alla fine dell'anno scorso quando una vicentina di 53 anni ha scoperto che il marito aveva una relazione con una donna molto più giovane, di 41 anni, pure lei sposata e con due figli. Lo ha sorpreso mentre telefonava all'amante, gli ha strappato il telefono di mano e ha ricoperto d'insulti la rivale in amore. È stato solo l'inizio di una lunga e complicata vendetta in cui è stata complice anche la figlia di lei, di 30 anni. Vendetta che, contrariamente a quanto di solito avviene (solo due giorni fa una donna a Milano ha versato dell'olio bollente sul marito per punirlo) non era rivolta al fedifrago ma alla rivale. Una vicenda che si è conclusa solo dopo mesi, con la denuncia di entrambe da parte della squadra mobile. Le due sono accusate di stalking e il giudice ha stabilito che non possano avvicinarsi alla vittima, né mettersi in contatto con lei. Non dovranno, inoltre, avere alcun rapporto con i suoi colleghi. La moglie tradita, infine, dovrà rispondere anche di lesioni per l'aggressione che si era conclusa con traumi guaribili in sette giorni. Sembra che, una volta scoperto, il marito della donna abbia deciso di interrompere la relazione (che pare durasse da tempo). Il matrimonio è sopravvissuto al tradimento ma la voglia di vendicarsi di chi le aveva portato via il marito (e forse un bel po' di soldi, per i continui regali costosi e le cene al ristorante) è stata irrefrenabile. Madre e figlia hanno dunque iniziato la loro “spedizione punitiva”. LETTERE E PEDINAMENTI. Sono entrate nella parte delle investigatrici private e hanno iniziato a seguire la vittima, soprattutto per essere informate sulla sua vita privata e su altre relazioni extraconiugali. Poi hanno cominciato a spedire lettere con posta prioritaria agli amici, ai parenti di lei, ai genitori. L'ex amante, a quel punto, era disperata. Anche lei sposata, ha capito subito che il marito sarebbe stato coinvolto. E, infatti, così è stato. Non è riuscita ad evitare che anche a lui arrivassero quei volantini pieni di insulti e così ricchi di particolari sulla sua vita sessuale. L'incubo non era finito: manifesti sono stati appesi anche nei corridoi del suo palazzo e poi sono iniziate ad arrivare mail e telefonate anonime. Il clou quando si è ritrovata, sul parabrezza dell'auto, un poster pornografico con la sua foto, costruito ad hoc con un programma per fotomontaggi. Quando, infine, c'è stata una vera e propria aggressione la donna ha capito di non avere altra scelta. Il suo matrimonio era naufragato e ora, a rischio, c'erano anche il posto di lavoro e la sua incolumità. Si è rivolta alla polizia, portando un bel malloppo di lettere e volantini e ha raccontato di essere perseguitata da due stalker. Lei, naturalmente, sapeva di chi si trattava. Ai poliziotti non è rimasto altro che dare il via alle indagini e confermare i suoi sospetti. Dalle mail e dalle chiamate ai cellulari gli agenti della squadra mobile sono riusciti a risalire alle due che, scoperte, hanno subito ammesso le loro responsabilità senza scomporsi.
    HANNO FATTO BENISSIMO!

    Male forse solo a non mazzuolare per bene il fedifrago ma magari si e' solo non saputo...

    mo' tirando le somme che glje faranno a queste?

    UN BEATO CAZZO!

    ahahahahahahahahah

  3. #3
    utente dominazione
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    9,873
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da contepinceton Visualizza Messaggio
    Sberle e insulti alla sfasciafamiglie
    IL CASO. La polizia ha denunciato due vicentine di 53 e 30 anni che devono rispondere di stalking e di lesioni nei confronti della rivale di 41 anni. Una relazione extraconiugale ha scatenato la diabolica vendetta Lettere con insulti e dettagli hard inviate alla vittima e alla famiglia
    07/06/2012

    e-mail
    print

    A

    Zoom Foto
    Moglie e figlia sono accusate di stalking nei confronti dell'amante del marito: sono volati anche schiaffi

    Vicenza. «Egregi condomini, vi scriviamo per comunicarvi, nel caso non lo sapeste già, che nel vostro palazzo abita...» dalle prime righe sembrava fosse una qualsiasi lettera formale. Peccato solo che, subito dopo, il tono fosse completamente diverso: insulti, epiteti volgari e accuse contro una residente, definita come una specie di ninfomane rovina-famiglie. Il tutto firmato da «un gruppo di donne cornute che vogliono riprendersi la dignità». In realtà non c'era nessun comitato. I volantini erano solo una (e non certo la più diabolica) delle tante vendette di madre e figlia, ora accusate di stalking. Le due hanno anche inviato una montagna di lettere con posta prioritaria ad amici, parenti, datore di lavoro, colleghi e, ovviamente, al marito della donna che avevano preso di mira. Le telefonavano, le mandavano mail, hanno persino fatto un fotomontaggio pornografico con la sua immagine. Come se non bastasse l'hanno seguita. Il culmine quando l'hanno aspettata fuori dal posto di lavoro per riempita di sberle. IL TRADIMENTO. Tutto è iniziato alla fine dell'anno scorso quando una vicentina di 53 anni ha scoperto che il marito aveva una relazione con una donna molto più giovane, di 41 anni, pure lei sposata e con due figli. Lo ha sorpreso mentre telefonava all'amante, gli ha strappato il telefono di mano e ha ricoperto d'insulti la rivale in amore. È stato solo l'inizio di una lunga e complicata vendetta in cui è stata complice anche la figlia di lei, di 30 anni. Vendetta che, contrariamente a quanto di solito avviene (solo due giorni fa una donna a Milano ha versato dell'olio bollente sul marito per punirlo) non era rivolta al fedifrago ma alla rivale. Una vicenda che si è conclusa solo dopo mesi, con la denuncia di entrambe da parte della squadra mobile. Le due sono accusate di stalking e il giudice ha stabilito che non possano avvicinarsi alla vittima, né mettersi in contatto con lei. Non dovranno, inoltre, avere alcun rapporto con i suoi colleghi. La moglie tradita, infine, dovrà rispondere anche di lesioni per l'aggressione che si era conclusa con traumi guaribili in sette giorni. Sembra che, una volta scoperto, il marito della donna abbia deciso di interrompere la relazione (che pare durasse da tempo). Il matrimonio è sopravvissuto al tradimento ma la voglia di vendicarsi di chi le aveva portato via il marito (e forse un bel po' di soldi, per i continui regali costosi e le cene al ristorante) è stata irrefrenabile. Madre e figlia hanno dunque iniziato la loro “spedizione punitiva”. LETTERE E PEDINAMENTI. Sono entrate nella parte delle investigatrici private e hanno iniziato a seguire la vittima, soprattutto per essere informate sulla sua vita privata e su altre relazioni extraconiugali. Poi hanno cominciato a spedire lettere con posta prioritaria agli amici, ai parenti di lei, ai genitori. L'ex amante, a quel punto, era disperata. Anche lei sposata, ha capito subito che il marito sarebbe stato coinvolto. E, infatti, così è stato. Non è riuscita ad evitare che anche a lui arrivassero quei volantini pieni di insulti e così ricchi di particolari sulla sua vita sessuale. L'incubo non era finito: manifesti sono stati appesi anche nei corridoi del suo palazzo e poi sono iniziate ad arrivare mail e telefonate anonime. Il clou quando si è ritrovata, sul parabrezza dell'auto, un poster pornografico con la sua foto, costruito ad hoc con un programma per fotomontaggi. Quando, infine, c'è stata una vera e propria aggressione la donna ha capito di non avere altra scelta. Il suo matrimonio era naufragato e ora, a rischio, c'erano anche il posto di lavoro e la sua incolumità. Si è rivolta alla polizia, portando un bel malloppo di lettere e volantini e ha raccontato di essere perseguitata da due stalker. Lei, naturalmente, sapeva di chi si trattava. Ai poliziotti non è rimasto altro che dare il via alle indagini e confermare i suoi sospetti. Dalle mail e dalle chiamate ai cellulari gli agenti della squadra mobile sono riusciti a risalire alle due che, scoperte, hanno subito ammesso le loro responsabilità senza scomporsi.

    Conte tu mi metti angoscia... non so perche' ma vedo auto a targa VI in continuazione,ieri un corriere che e'venuto da noi,poi al parcheggio del paese un'altra..cosa trami diabolico essere?

    Sai Gio io non penso mai a queste cose,Tebe se leggi rifletti....ma sono cose che succedono.le gelosia e'brutta bestia.Lo so bene.

  4. #4
    exStermy
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da lothar57 Visualizza Messaggio
    Conte tu mi metti angoscia... non so perche' ma vedo auto a targa VI in continuazione,ieri un corriere che e'venuto da noi,poi al parcheggio del paese un'altra..cosa trami diabolico essere?

    Sai Gio io non penso mai a queste cose,Tebe se leggi rifletti....ma sono cose che succedono.le gelosia e'brutta bestia.Lo so bene.
    Risposta tipica....

    pero' per curiosita', se tu invece ci pensassi sempre che si puo' finire parecchio male, continueresti imperterrito?

    io credo di no...

  5. #5
    Escluso
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    43,196
    Inserzioni Blog
    74
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da exStermy Visualizza Messaggio
    Risposta tipica....

    pero' per curiosita', se tu invece ci pensassi sempre che si puo' finire parecchio male, continueresti imperterrito?

    io credo di no...
    Beh capisco che a certe notizie a te si rizza da morire...
    Ma...

    Io dico un conto è non tradire perchè ami una persona e quindi non ti interessano le altre e vivi tranquillo e appagato del fatto di essere nel cuore di una persona.

    Un conto è non tradire solo per paura delle legnate della moglie: quella è na galera fastidiosa.

    La fedeltà non è rinuncia a ciulare con altri, ma è privilegiare certe cose a scapito di altre e non per veniale convenienza...

    Lothar sa che potrebbe finire molto male...ma sotto sotto gode come un porco ad ingelosire costantemente sua moglie...almeno poi finisce sempre in letto a ciulare e sono una coppia molto vivace!

  6. #6
    utente dominazione
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    9,873
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da exStermy Visualizza Messaggio
    Risposta tipica....

    pero' per curiosita', se tu invece ci pensassi sempre che si puo' finire parecchio male, continueresti imperterrito?

    io credo di no...

    caro Stermy e'fatica rispondere.. io non sono cosi cretino come il concittadino del Conte da chiamarla da casa..i miei tradimenti funzionano dal lunedi al venerdi in orario d'ufficio..al di fuori sono angelo..

  7. #7
    exStermy
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da contepinceton Visualizza Messaggio
    Beh capisco che a certe notizie a te si rizza da morire...
    Ma...

    Io dico un conto è non tradire perchè ami una persona e quindi non ti interessano le altre e vivi tranquillo e appagato del fatto di essere nel cuore di una persona.

    Un conto è non tradire solo per paura delle legnate della moglie: quella è na galera fastidiosa.

    La fedeltà non è rinuncia a ciulare con altri, ma è privilegiare certe cose a scapito di altre e non per veniale convenienza...

    Lothar sa che potrebbe finire molto male...ma sotto sotto gode come un porco ad ingelosire costantemente sua moglie...almeno poi finisce sempre in letto a ciulare e sono una coppia molto vivace!
    Ma vedi che te la racconti come te pare a te?

    E' chiaro che uno dovrebbe stare nella condizione di resistere alle tentazioni pero' siccome non tutti ci riescono, vanno rieducati...

    Ti e' piu' chiaro se parti dalla fine invece e dal presupposto che i traditori per farsi perdonare devono dimostrare nei fatti il loro pentimento promettendo che non ricapitera' piu'...

    e quindi se non sei proprio un seriale la lezione postuma ti dovrebbe essere servita...

    io so' convinto che tanti tradiscono perche' non pensano alle conseguenze o sono ben convinti che poi riescono ad intortarsi il cazzone/a che hanno affianco senza tante menate...

    in sostanza il concetto e' che anche il diabetico sbava davanti ad una pasticceria pero' nun s'abboffa' perche' ce rimarrebbe...

    e' il fatto di vedere in qualche modo prima il film come va a finire che servirebbe da lezione, con le buone o con le cattive, dipende dal soggetto...

    ahahahahah

  8. #8
    Escluso
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    43,196
    Inserzioni Blog
    74
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da exStermy Visualizza Messaggio
    Ma vedi che te la racconti come te pare a te?

    E' chiaro che uno dovrebbe stare nella condizione di resistere alle tentazioni pero' siccome non tutti ci riescono, vanno rieducati...

    Ti e' piu' chiaro se parti dalla fine invece e dal presupposto che i traditori per farsi perdonare devono dimostrare nei fatti il loro pentimento promettendo che non ricapitera' piu'...

    e quindi se non sei proprio un seriale la lezione postuma ti dovrebbe essere servita...

    io so' convinto che tanti tradiscono perche' non pensano alle conseguenze o sono ben convinti che poi riescono ad intortarsi il cazzone/a che hanno affianco senza tante menate...

    in sostanza il concetto e' che anche il diabetico sbava davanti ad una pasticceria pero' nun s'abboffa' perche' ce rimarrebbe...

    e' il fatto di vedere in qualche modo prima il film come va a finire che servirebbe da lezione, con le buone o con le cattive, dipende dal soggetto...

    ahahahahah
    Ma sono le tue espressioni a tradirti...no?
    Vanno rieducati?
    Vivere in coppia non è vivere in un progrom o stare sotto lo stato sovietico...

    Ma posso comprendere che essere tua moglie...
    sia...

    Sui diabetici sbagli.
    Ogni diabetico può mangiare tutto...
    Ma con moderazione...

    Come Lothar...
    Traditore si...
    Ma con moderazione...

    ahahahahaahahaha

    Tanti tradiscono solo perchè vogliono farsi na beata ciuladina...
    alla faccia tua eh?

  9. #9
    exStermy
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da contepinceton Visualizza Messaggio
    Ma sono le tue espressioni a tradirti...no?
    Vanno rieducati?
    Vivere in coppia non è vivere in un progrom o stare sotto lo stato sovietico...

    Ma posso comprendere che essere tua moglie...
    sia...

    Sui diabetici sbagli.
    Ogni diabetico può mangiare tutto...
    Ma con moderazione...

    Come Lothar...
    Traditore si...
    Ma con moderazione...

    ahahahahaahahaha

    Tanti tradiscono solo perchè vogliono farsi na beata ciuladina...
    alla faccia tua eh?
    Alla faccia mia stocazzo...

    sai che ne ne fotte quando una volta scoperti li inchiodano?

    ahahahahah

    io non metto a rischio il mio matrimonio perche' ci tengo, te giustamente non avendolo non hai sto problema...

    ahahahah

  10. #10
    Escluso
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    43,196
    Inserzioni Blog
    74
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da exStermy Visualizza Messaggio
    Alla faccia mia stocazzo...

    sai che ne ne fotte quando una volta scoperti li inchiodano?

    ahahahahah

    io non metto a rischio il mio matrimonio perche' ci tengo, te giustamente non avendolo non hai sto problema...

    ahahahah
    Infatti io non rischio nulla
    E il più bel dono che ci siamo fatti
    E' restituirci le reciproche libertà...
    Ma ti pare...?

    ahahahahahahaahahah

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura